Star Wars Rebels

2014 - ....

Star Wars Rebels: commento alla premiere della serie Disney

Dopo il successo di The Clone Wars, arriva una nuova avventura intergalattica con personaggi inediti. Il lungometraggio, animato in computer grafica, funge da episodio pilota, in onda il 3 Ottobre, per una serie che partirà il 2 novembre su Disney XD.

Universo espanso

Star Wars Rebels

2014 - .... – Animazione
3.3 3.3

Quello di Star Wars è un racconto epico di un universo sconfinato. Non solo quello composto da pianeti di ogni genere, galassie inesplorate e abitato da creature aliene, ma soprattutto un universo narrativo espanso ed espandibile. In attesa di scoprire la visione di J.J. Abrams attraverso il suo Star Wars: Episode VII, Lucasfilm Animation e Disney decidono di esplorare un ventennio di galassie "lontane lontane" ancora sconosciuto.

Star Wars Rebels, in onda il prossimo 3 ottobre su Disney Channel e Disney XD con un TV Movie in anteprima in attesa del lancio previsto per il 2 Novembre, si colloca temporalmente tra l'episodio III (Star Wars ep. III - La vendetta dei Sith) e l'episodio IV (Guerre stellari), andando a scovare nuovi personaggi svincolati dalle storie già narrate al cinema. Emerge subito lo spirito indipendente con il quale il regista Steward Lee, lo sceneggiatore Simon Kinberg e il produttore esecutivo Dave Filoni, già al timone del cartoon Star Wars: le guerre dei Cloni, affrontano e riempiono questo ampio vuoto narrativo. Un periodo difficile che vede l'opprimente Impero Galattico padroneggiare su tutti i popoli delle galassie. Dopo l'epurazione dei nobili cavalieri Jedi, lo strapotere imperiale domina e alimenta ingiustizie, sino a quando un coraggioso equipaggio ribelle salta a bordo della nave spaziale Ghost, determinato a combattere gli insostenibili soprusi imperiali.

Spazio ai giovani

Star Wars Rebels: Kanan e Hera in una scena della premiere

Star Wars Rebels riesce sin da subito ad osservare questo mondo sconfinato attraverso gli occhi di un giovane ragazzo rimasto orfano. Lo sguardo bluastro del quattordicenne Ezra, ladruncolo di professione, è pieno di curiosità e meraviglia di fronte al nuovo mondo che sta per scoprire. Il ragazzino si trova coinvolto in una missione della Ghost per poi trovarsi catapultato nella ciurma di dissidenti, quantomai eterogenea. Il leader Kanan, cowboy Jedi carismatico e diffidente nei confronti dell'irresponsabile Ezra, il pilota Hera, più materna ma non meno determinata, Zeb, possente alieno dall'atteggiamento duro, Sabine, combattiva esperta di esplosivi e Chopper, droide impacciato, degno erede del mitico R2-D2. Ha così inizio una serie di missioni rivolte al sabotaggio dei loschi piani imperiali. Se la Ghost combatte per far valere i valori della libertà, della giustizia e dell'uguaglianza tra i popoli, al suo interno Ezra vive la sua piccola battaglia verso l'accettazione da parte della famiglia che ha mai avuto. Nonostante lo spirito corale, che tanto ricorda i Guardiani della Galassia (prossimi all'approdo cinematografico), sembra che Star Wars Rebels punti soprattutto su Ezra, incarnazione di tutte le qualità necessarie (la ribellione, la fantasia, la disobbedienza, il talento, il desiderio di libertà) a carpire il gradimento degli spettatori più giovani.

Dove risiede la Forza

Star Wars Rebels: un momento della premiere

Coerente con la visione scenografica (spoglia e arida) e con l'impostazione narrativa di George Lucas (con il ritorno del rapporto maestro-allievo), Star Wars Rebels ondeggia tra l'indipendenza assoluta e l'omaggio sempre a portata di mano. Per quanto sia evidente la volontà di formare ed istruire nuove schiere di fan, la serie è costellata di citazioni (colonna sonora su tutti) ammiccamenti e apparizioni (come un Obi-Wan Kenobi ispirato ai lineamenti di Ewan McGregor). Tra questa libertà espressiva e il rispetto per l'immenso patrimonio fantascientifico a disposizione, viene da chiedersi dove risieda la vera forza innovativa di questo prodotto televisivo. Nonostante un ritmo piuttosto lento, insolito per un prodotto del genere, emerge chiaramente uno stampo disneyano nei temi trattati. Ezra appare una via di mezzo tra Aladdin, ladro scaltro, e Mowgli, pronto ad essere adottato ed istruito da una nuova famiglia. Assieme a questo percorso di formazione, centrale ed imprescindibile, ritornano anche un certo spirito ribelle ed altruista alla Robin Hood così come la sensazione di ripercorrere sentieri sicuri attraverso personaggi simpatici e ben caratterizzati, in cui ogni spettatore sarà in grado di identificarsi. Senza mancare la promessa di un nuovo, misterioso villain.

Star Wars Rebels: una scena della premiere

Conclusioni

Star Wars Rebels è un prodotto di puro intrattenimento agile e fresco, adatto ad una rapida fruizione seriale. Anche se dedicato ai più giovani, è anche rivolto ad un pubblico familiare dove i più geek più fedeli sapranno apprezzare la buona dose di riferimenti alla saga originale di Star Wars.

Star Wars Rebels: commento alla premiere della...
Giuseppe Grossi
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy