Sarah Connor Chronicles - Stagione 2, ep. 2: Automatic for the People

E' un possibile incidente nucleare il pericolo imminente che John e Sarah Connor devono affrontare nel secondo episodio della seconda stagione di Terminator: The Sarah Connor Chronicles.

Dopo una premiere di stagione condita da due colpi di scena di un certo livello, ovvero la deriva malvagia di Cameron e l'introduzione del T-1001 nella mitologia della serie, allineandosi a quella cinematografica arricchita da James Cameron nel secondo capitolo, il secondo episodio Automatic for the People (in italiano Codice rosso)aveva il compito ingrato di mantenere alto il livello d'attenzione.
Il fulcro del nuovo episodio è il fermare un possibile incidente nucleare, che coinvolge un terminator arrivato come al solito dal futuro e un altro ribelle giunto per avvertire del pericolo.
E' con l'arrivo di quest'ultimo che inizia il nuovo episodio: l'uomo è ferito al petto alla sua apparizione in strada ed è subito chiaro che non avrà molto tempo a disposizione per avvertire i protagonisti della serie. Questi, a loro volta, sono ancora accampati in chiesa, ma è necessaria una nuova sistemazione; ed è necessario anche chiarire alcuni punti: Sarah non può più fidarsi di Cameron, ma la sopresa è che Cameron stessa dichiara di non potersi più fidare di John a causa della sua decisione, azzardata, di riattivarla dopo che aveva dato prova di poter essere un pericolo.
Oltre alla nuova sistemazione, è indispensabile anche riprendere l'attività di tutti i giorni: un po' di sana noia non può che far bene a John, quindi si decide per il ritorno a scuola, ma questa volta senza Cameron al seguito.
La scuola, però, non è semplice da affrontare per il ragazzo alla luce degli stravolgimenti che stanno accadendo nella sua vita. Lo scontro con la realtà quotidiana è l'occasione che gli autori cercavano per lavorare sui sentimenti e le reazioni del ragazzo, per dare il via alla sua crescita come personaggio, che sarà sicuramente al centro della seconda stagione della serie. Deve o no diventare il salvatore del mondo? Gli altri ragazzi, agli occhi di John, appaiono affiatati tra loro, ma anche spensierati; insomma la differenza da lui è evidente ed è inevitabile la sua fuga dalle lezioni ed il ritrovarsi su un prato con lo sguardo perso nel vuoto. E' in questa condizione che conosce Riley, altra new entry della stagione, interpretata dalla giovane Leven Rambin: la ragazza, seppur con motivazioni forse più futili di quelle del povero John, appare altrettanto diversa dal resto dei compagni di scuola e la sintonia tra i due è naturale, tanto da permetterle di resistere ai tentativi di John di scoraggiarla nell'approccio, al punto che i due finiscono per andar via da scuola per mangiare qualcosa insieme.

Nel frattempo, Derek e Sarah si sono attivati per cercare un'altra sistemazione e riescono a subaffittare una casa che sembra perfetta, anche dal punto di vista difensivo: non è certo la prima cosa che uno di noi guarderebbe in una abitazione, ma è naturale che lo sia per loro! La casa è mostrata loro dalla vicina, agli ultimi mesi di gravidanza, personaggio che sicuramente ritroveremo in pericolo in uno dei prossimi episodi della stagione.

Lena Headey in una scena dell'episodio Automatic for the People di Terminator: The Sarah Connor Chronicles
La casa, come dicevamo, è adatta alle esigenze di Sarah e compagni ed il trasferimento è immediato, giusto in tempo per accogliere l'uomo giunto dal futuro che avevamo visto ad inizio episodio. Prima di morire, l'uomo riesce a metterli in guardia nei confronti di un pericolo alla centrale di Serrano Point ed ordina loro di fermare un certo Greenway.
Ed è proprio a Serrano Point che ritroviamo il gruppo, dopo una breve sequenza che ci mostra la centrale al centro di una battaglia nel futuro. Apprendiamo infatti che si tratta di un punto strategico per la resistenza e che la sua salvaguardia è fondamentale perchè successivamente fungerà da rifugio per John e compagni.
Sarah e Cameron riescono ad infiltrarsi come lavoratori temporanei e beneficiano di un training di base con tanto di cartone animato che illustra alcuni punti chiave del lavoro alla centrale e dei suoi pericoli; riescono anche a rintracciare Greenway, mediante la scansione dei badge da parte di Cameron, ed apprendono che l'imminente disastro sarà causato dall'impianto di raffreddamento su cui proprio Greenway ha delle perplessità, che lo portano ad avere uno scontro con uno dei suoi superiori sull'opportunità di attivare la centrale. E' su di lui che si può intervenire, quindi, e lo fanno raggiungendo l'uomo in un bar al termine del lavoro: Greenway siede da solo e Sarah ne approfitta per parlargli e scoprire qualcosa in più sull'uomo e sul tumore che ha affrontato in passato, che gli ha lasciato anche una cicatrice sul braccio, laddove è stato operato. Non resta con le mani in mano Cameron, che sfida altri dipendenti della centrale a biliardo, vincendo una grossa somma di denaro, ma anche l'opportunità di scansire i loro badge per un uso futuro.
La situazione alla centrale resta comunque difficile da affrontare, perchè Greenway ha fama di ostacolare il lavoro se tutti i test non sono perfetti, ed in questo caso sembrerebbero non esserlo, e questo condurrebbe alla non attivazione della centrale ed un suo abbandono, impedendo alla resistenza di usarla come base in futuro. Allo stesso tempo, ostacolando Greenway si potrebbe arrivare ad un incidente nucleare ed alla morte di milioni di persone. In entrambi i casi sarebbe una vittoria per Skynet.

Leven Rambin e Thomas Dekker nell'episodio Automatic for the People di Terminator: The Sarah Connor Chronicles
Ben diversi i problemi di John, alle prese con la nuova casa, dove ha condotto la sua nuova amica. I due esplorano l'appartamento e notato la cameretta per bambini che sarà destinata al ragazzo, con ovvio imbarazzo dello stesso nei confronti di Riley, ma la loro conoscenza l'uno dell'altro e dell'ambiente è interrotta dal rientro di Sarah, Derek e Cameron e dalla poca gioia della madre di John per la presenza dell'intrusa. I due si confrontano su questo ed il ragazzo sfoga la sua rabbia per il non poter avere una vita normale, risultando deciso su questo aspetto e permettendo alla ragazza di restare e passare la serata insieme. I loro discorsi sul futuro, ancora una volta, tratteggiano le incertezze del ragazzo e l'inquietudine nei confronti della sua situazione.
E' evidente l'interesse di John per la ragazza, se non altro vista come uno spiraglio sulla vita che un ragazzo della sua età dovrebbe poter portare avanti e, quando la trova lì al suo risveglio la mattina seguente, le concede anche il suo numero di cellulare, spiegandole però che ogni telefonata deve essere iniziata dicendo la data corrente come parola d'ordine.

Intanto l'incursione a Serrano Point è pronta. Sarah, travestita da operaia della centrale, segue il dirigente che aveva discusso con Greenway, ma nel farlo entra in contatto con ambienti ad alto rischio radioattivo e, dato l'avvertimento di Cameron sulla sua futura morte per cancro, non è da escludere che sia questo l'episodio in cui la sua malattia ha inizio. Conscia di questo, Sarah viene presa dal panico, fugge dalla stanza ed un controllo rileva tracce di radiazioni sul suo corpo. La donna viene sottoposta ad un lavaggio umiliante da parte di altri addetti della centrale ancora protetti dalla tuta anti radiazioni, ma si era trattato comunque di un falso allarme, perchè le vengono restituiti i suoi stessi vestiti, che non portano tracce di contamiazione. Qualcosa non torna e sicuramente questo avvenimento sarà ripreso in seguito e condurrà a sviluppi nella trama.
A Sarah non manca la forza di volontà per continuare il suo compito, ma nota che Greenway si sta comportando diversamente dal solito ed anche la cicatrice sul suo braccio è sparita: si tratta di un terminator, quello citato ad inizio articolo. La conferma arriva da Derek, inviato a casa dello stesso Greenway, dove l'uomo viene trovato impiccato.
Troppo tardi: la centrale viene attivata ed il finto Greenway inizia il sabotaggio per far verificare l'incidente tanto temuto. Si deve intervenire manualmente e Sarah avverte Cameron del pericolo, ma la ragazza-terminator non sembra reagire con la dovuta prontezza. A sua detta, sta riflettendo su cosa fare ma Sarah è naturalmente scettica in proposito, così le ordina di attivare la valvola di sicurezza.

Summer Glau in una scena dell'episodio Automatic for the People di Terminator: The Sarah Connor Chronicles
E' inevitabile che questa operazione la conduca allo scontro tra lei e l'altro terminator, ma Cameron ha la meglio, riesce a completare il compito assegnatole e poi, aiutata da Sarah e Derek appena giunto, nasconde i resti del finto Greenway in un bidone per sostanze contaminati.
La stessa Cameron fa un'ulteriore scansione di Sarah per cercare tracce di radiattività, e sebbene la trovi pulita, la madre di John non può fare a meno di chiedersi se sia quello il giorno in cui ha inizio la malattia che condurrà alla sua morte. Si tratta di una bomba a tempo che inevitabilmente dovrà esplodere? Lo stesso vale per Cameron, anche se per motivi diversi?

C'è anche spazio per i Dixon e l'agente Ellison, riuniti nella stessa sottotrama di Automatic for the People. L'agente si reca a casa Dixon e mostra a Michelle la pistola in possesso di Charley: si tratta di un colpo per la donna perchè sa che il marito non ama le armi, ma non è l'unico shock per lei, perchè al rientro di Charley i due hanno una discussione e tutti i retroscena relativi a Sarah Connor (il fatto che sia ancora viva, che sia lì in città e soprattutto tutta la storia sui cyborg dal futuro e la salvezza dell'umanità) vengono fuori. La reazione di Michelle non è delle migliori ed i due hanno una accesa discussione, al termine della quale è comunque chiaro che i due non possono rimanere in città ulteriormente e per la fine dell'episodio saranno su un'auto pronti a partire. Ad aiutarli sarà proprio l'agente Ellison, che saluterà Charley donandogli una Bibbia, nella speranza che possa aiutarlo ad affrontare i problemi. Un modo rapido per eliminare, almeno temporaneamente, una sottotrama in sospeso.

D'atmosfera il finale di episodio: da una parte Sarah nota le tracce di sangue del ribelle giunto dal futuro per avvertirli e le segue fino ad un magazzino in cui l'uomo ha tracciato altri avvertimenti su una parete con il suo sangu; dall'altra ci si allinea al twist di Samson & Delilah: un dirigente della Automated Systems tiene una conferenza stampa in cui annuncia la fusione della sua ditta con la centrale, per il perfezionamento e la gestione automatizzata dei sistemi di sicurezza. Al termine della conferenza, l'uomo sale in auto ed il solito effetto di morphing ci rivela che in realtà si tratta di Catherine Weaver, la dirigente/terminator interpretata da Shirley Manson che abbiamo conosciuto la scorsa settimana.
E' evidente che tutto in realtà sta andando secondo i piani di Skynet e che il pericolo non è affatto passato. Lo dimostra il titolo del prossimo episodio, The Mousetrap (Trappola per topi).

Sarah Connor Chronicles - Stagione 2, ep. 2:...
Privacy Policy