Romeo e Giulietta in versione Cesaroni

Scordatevi Verona: la nuova versione di Romeo e Giulietta, targata LuxVide e presto su Canale 5 dopo l'anteprima al RomaFictionFest, promette cambi di rotta significativi per Montecchi e Capuleti. Quasi in "Cesaroni style" con la reunion di Alessandra Mastronardi ed Elena Sofia Ricci...

Romeo e Giulietta in versione Cesaroni
Romeo e Giulietta

2013 – Drammatico
4.3 4.3

A 450 anni dalla sua nascita, chissà cosa penserebbe William Shakespeare guardando il nuovo adattamento seriale di Romeo e Giulietta. Secondo il regista della fiction in due puntate, Riccardo Donna, darebbe la sua benedizione. "Lui ha approvato", dice scherzando durante l'anteprima nella serata di chiusura dell'8°RomaFictionFest e il direttore della kermesse capitolina Carlo Freccero sembra d'accordo quando la definisce "un kolossal omaggio allo storyteller inglese".

La coproduzione tra Italia, Spagna e Germania ha visto insieme RTI, LuxVide, Telecinco Cinema e Betafilm per la miniserie prossimamente in onda su Canale 5 che vede come protagonisti "Alessandra Mastronardi e Martin Rivas, due giovani, una italiano e l'altro spagnolo per la storia delle storie d'amore", come afferma Luca Bernabei. Per la 28enne di origini napoletane si tratta del "ruolo che ogni attrice sogna" e per il collega un'opportunità internazionale comunque capace di farlo sentire "come in famiglia durante le riprese".

Contenuto pubblicitario

ADDIO, VERONA**

Romeo e Giulietta: Alessandra Mastronardi nei panni di Giulietta in una scena

Il primo pensiero davanti alla presentazione della fiction è che quando si parla di Romeo e Giulietta senza Verona sembra di vedere un gladiatore senza il Colosseo. Il secondo vola a Claire Danes, comparsa il giorno prima sul grande schermo della kermesse capitolina per Homeland e interprete di una delle versioni moderne più ardite della tragedia, accanto a Leonardo DiCaprio per Baz Luhrmann. Il terzo a Hailee Steinfeld, protagonista del Romeo and Juliet di Carlo Carlei, presentato nella stessa sala dell'Auditorium Parco della Musica di Roma un anno fa durante il Festival Internazionale del Film di Roma e in arrivo in sala il 16 ottobre. I riferimenti recenti si moltiplicano, ma basterebbe pensare che nella versione originale la giovane Capuleti non ha ancora compiuto quattordici anni mentre nella fiction ne ha già venti, con una maturità ben diversa dalla sospirata età dell'innocenza.

ARIA DI CESARONI**

Romeo e Giulietta: Elena Sofia Ricci nei panni de La Balia in una scena

Confronti a parte, sfido chiunque, vedendo insieme di nuovo Alessandra Mastronardi ed Elena Sofia Ricci, qui nel ruolo di balia della fanciulla, a non ripensare al ruolo di madre e figlia ricoperto ne I Cesaroni. Quella complicità, frutto di anni di lavoro insieme e di conoscenza reciproca, giova all'interpretazione ma fuorvia non di poco il pubblico, con la mente orientata alla Garbatella. La brunetta, qui alle prese con una versione medievale di Eva Cudicini tutta piagnucolii e smorfiette, è affiancata dallo spagnolo Martino Rivas, a metà strada tra un modello di GAP e un personaggio da soap. La rivisitazione di padre Lorenzo di Andy Luotto convince quanto quella di Andrea Bosca nelle nobili veste del conte Paride e risollevano le sorti di una tragedia che rischia di trasformarsi in lagna.

Romeo e Giulietta: Alessandra Mastronardi con Andy Luotto e Martino Rivas in una scena

E VENNE LA FINE

Licenze poetiche a parte, sembra che quasi tutti i personaggi stiano pensando ad altro, mettendo in scena la parodia di uno sceneggiato dove la lentezza narrativa non diventa sinonimo d'intensità ma anticamera della noia. Le emozioni vengono spesso diluite in dialoghi ridondanti e lo spirito originario dell'opera si ritrova a fatica, sommerso dal tentativo di risultare originale a tutti i costi. Non ce n'è bisogno: la cornice può esaltare un quadro ma un capolavoro resta tale a prescindere... a meno che non lo si releghi in uno scantinato vicino ad un moccolo di candela o la si circondi di luci stroboscopiche al centro di una pista da ballo in discoteca.

Alessandra De Tommasi
Redattore
2.5 2.5
Privacy Policy