Revenge: commento all'episodio 3x16, Disgrace

Il braccio di ferro tra la famiglia Grayson ed Emily Thorne arriva ad un punto decisivo, con Daniel più che mai determinato ad ottenere il divorzio dalla moglie, mentre Stevie Grayson fa delle rivelazioni importanti sul complotto contro David Clarke.

Il plot
Pascal LeMarchal (Olivier Martinez) arriva direttamente dalla Francia per contendere al suo ex socio e rivale Conrad Grayson (Henry Czerny) il controllo della rivista Voulez, e subito riemergono le tensioni fra lui e la figlia Margaux (Karine Vanasse). Nel frattempo Pascal sembra intenzionato anche a corteggiare Victoria (Madeleine Stowe), mentre Daniel (Joshua Bowman) tenta invano di ottenere il divorzio da Emily Thorne (Emily VanCamp). Occupata a gestire i rapporti con il clan dei Grayson, Emily ha un incontro segreto con Stevie (Gail O'Grady), dalla quale viene a sapere che lo studio legale per il quale la donna lavorava vent'anni prima custodisce delle informazioni importanti relative al caso di David Clarke (James Tupper). A casa di Nolan Ross (Gabriel Mann) si presenta Javier Salgado (Henri Esteve), un suo ex compagno di cella nonché esperto pirata informatico, che aiuta Nolan e Jack Porter (Nick Wechsler) a trafugare i documenti riguardanti il caso Clarke. Nel corso di una serata all'opera per una rappresentazione dei Pagliacci, la famiglia Grayson riceve da una fonte anonima le prove della finta gravidanza con la quale Emily aveva indotto Daniel a sposarla; la ragazza è quindi costretta ad accettare i termini per il divorzio e viene cacciata da Grayson Manor. Ma ovviamente, si tratta dell'ennesimo piano accuratamente studiato dalla stessa Emily...

Revenge 3x16b
Commento all'episodio
Dopo l'esilarante sagra di assurdità e colpi di scena del precedente Struggle, Revenge ci regala una nuova puntata a base di gustosissimo intrattentimento in salsa kitsch con Disgrace, altro episodio che non deluderà i fan della vendicatrice più temibile (più o meno) del piccolo schermo. Troncate finalmente un po' di storyline inutili, la serie di Mike Kelley si focalizza ora sul suo vero fulcro drammatico: la furiosa guerra fra il "Team Emily" e il clan dei Grayson, allo scopo di fare giustizia sulla vicenda di David Clarke. E questa settimana, il momento clou nello scontro tra le due fazioni si consuma nientemeno che nel corso di una serata d'inaugurazione all'opera, durante una rappresentazione dei Pagliacci di Ruggero Leoncavallo, con Emily pubblicamente - e rumorosamente, con buona pace di Leoncavallo - umiliata da Vic e Daniel, madre e figlio felicemente riuniti dal comune odio per la giovane arrampicatrice sociale (del resto, dalla scorsa puntata Victoria è rimasta con una vagonata di amore materno inespresso dopo l'improvvisa partenza del primogenito). Ma il consueto colpo di scena da soap-opera, con tanto di esercito di fotografi pronti ad immortalare in diretta la fine del matrimonio fra Emily e Daniel, ovviamente non è altro che l'ennesimo stratagemma architettato dalla stessa Emily (d'accordo, forse uno stratagemma un po' macchinoso e contorto, e dai vantaggi non meglio definiti... ma del resto chi siamo noi per dubitare dell'imperscrutabile saggezza di Emily Thorne?). Piccola nota a margine: in questo episodio, in cui il suo personaggio ha occasione di mostrare tutto il risentimento nei confronti della moglie Emily, la recitazione di Joshua Bowman ci è parsa particolarmente pessima (non che i vari attori televisivi su piazza stessero tremando al pensiero di ritrovarselo in competizione agli Emmy, beninteso...).

Le new-entry della settimana
E anche questa settimana, immancabilmente (ormai è una tradizione per Revenge), ecco arrivare non uno, ma ben due personaggi completamente nuovi, pronti a prendere posto sulla scacchiera del conflitto fra il Team Emily e la famiglia Grayson. Partiamo da Javier Salgado, ex galeotto con curriculum da perfetto hacker che si materializza (?) in casa dell'ex compagno di cella Nolan per trascorrere lì i suoi arresti domiciliari, con tanto di braccialetto alla caviglia già incorporato, ma senza che in tutto ciò compaia, nemmeno per sbaglio, l'ombra di un agente (ma negli Hamptons funziona davvero così? Si entra nella polizia con la raccolta punti del supermercato?). La seconda e già preannunciata new-entry è invece Pascal LeMarchal (alias Olivier Martinez, nei suoi anni migliori ussaro sul tetto accanto a Juliette Binoche): l'ennesimo personaggio bislacco, con la canonica aria da tombeur de femmes e al contempo la tipica faccia da allocco di chi è appena arrivato e giustamente non ha la minima idea di cosa stia avvenendo in questa serie Tv, a dispetto di quanto vorrebbe farci credere il copione. E a proposito di Pascal, che ovviamente non perde tempo a fare il "piacione" con madame Victoria... sul serio gli autori di Revenge pretendono di farci interessare a un subplot incentrato sul bilancio finanziario (!) della rivista Voulez? Ma veramente?

Revenge 3x16c
What's Next?
Sorpresa sorpresa: Pascal LeMarchal, a dispetto del suo look da recurring character di Beautiful, indovinate un po? Esatto, anche lui è coinvolto nel complotto terroristico / politico / giudiziario / satanico contro il padre di Emily / Amanda. Lui, così come una quantità ormai incalcolabile di personaggi che, dalla prima stagione a oggi, sono entrati e usciti da Revenge a velocità inaudita (se vi ricordate, c'era perfino un sacerdote! Dobbiamo aggiungere anche "complotto religioso"?). Ed Emily, ora che si è liberata della nefasta convivenza con i Grayson (ma poi era lei che aveva voluto farsi sposare da Daniel a tutti i costi... che bisogno c'era di fare tanto chiasso per andarsene da casa Grayson, dal momento che marito e suocera non aspettavano altro?) ed ha acquisito in squadra anche Javier e Stevie, starà già affilando le unghie in attesa di scaraventare il malcapitato LeMarchal padre nel tritarifiuti targato Infinito...

Revenge: commento all'episodio 3x16, Disgrace
Stefano Lo Verme
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy