Revenge: commento all'episodio 3x13, Hatred

Nel mid-season finale della terza stagione di Revenge, esplode la guerra psicologica senza esclusione di colpi fra i neo-sposi Emily Thorne e Daniel Grayson, mentre Patrick Osbourne indaga fino a scoprire un oscuro segreto sepolto nel passato di sua madre Victoria.

Revenge: commento all'episodio 3x13, Hatred

Il plot
Daniel Grayson (Joshua Bowman), costretto ad un "matrimonio coatto" con Emily Thorne (Emily VanCamp), porta a Grayson Manor la sua amante, Sara Munello (Annabelle Stephenson), con la quale progetta un romantico viaggio in Italia. Emily, che nel frattempo inizia ad accusare strani incubi ed allucinazioni, dopo aver tentato di sabotare la relazione fra Daniel e Sara convoca la madre della ragazza (Jayne Brook), che manifesta a Sara il proprio disprezzo per il suo comportamento, inducendola a lasciare Daniel. Nel frattempo, Patrick Osbourne (Justin Hartley) è deciso a rintracciare il proprio padre biologico, nonostante l'assoluta riluttanza di Victoria (Madeleine Stowe); le sue indagini lo portano ad un uomo di nome Jimmy Brennan (Brett Cullen), ma prima che Patrick possa incontrarlo Victoria gli confessa che Jimmy l'aveva violentata, mettendola incinta. Dopo che il nuovo numero della sua rivista è stato sabotato, Margaux LeMarchal (Karine Vanasse) decide di licenziare Daniel dalla redazione. Intanto, Aiden Mathis (Barry Sloane) decide di liberarsi dell'ingombrante presenza di Niko Takeda (Stephanie Jacobsen), sfruttando l'aiuto di Nolan Ross (Gabriel Mann); ma proprio quando è in procinto di partire per una missione all'estero, Niko ritrova sotto un letto la katana appartenuta a suo padre Satoshi Takeda (Cary Hiroyuki Tagawa).

Cosa ci è piaciuto di questo episodio

Revenge 3x12b
Lo avevamo intuito già negli scorsi episodi, e in questo Hatred - già il titolo di per sé sarebbe alquanto emblematico - ne abbiamo avuto la definitiva conferma: Emily si sta convertendo al "lato oscuro", trasformandosi sempre più rapidamente nella sua nemica giurata, Victoria. Intrappolata in una situazione paradossale, la ragazza non esita a ricorrere a tutte le armi a propria disposizione pur di liberarsi degli ostacoli sul suo percorso di vendetta; e nel frattempo deve fare i conti anche con i suoi incubi, fra inquietanti visioni ad occhi aperti e strane perdite di conoscenza. Un territorio nuovo ed insidioso, non privo di una certa suggestione. Molto interessante, in questo episodio, pure l'ulteriore sviluppo nel rapporto fra Victoria e Patrick (davvero uno dei punti di forza della terza stagione di Revenge), in grado di mostrarci un aspetto insolito dell'ex "regina di ghiaccio", molto più fragile ed umana di quanto non ci saremmo aspettati: e Madeleine Stowe, ancora una volta, ha l'occasione di sfoderare livelli di recitazione che ci permettono finalmente di ricordare il suo notevole talento di attrice (non a caso, del resto, nel curriculum della signora Stowe trovano posto film di registi del calibro di Robert Altman e Michael Mann).

Contenuto pubblicitario

Cosa non ci ha convinto di questo episodio
I nostri livelli di simpatia nei confronti di Daniel, lo ammettiamo, non sono mai stati particolarmente alti, ma nel corso delle ultime puntate questo personaggio sta facendo di tutto per risultare ancora più insulso e odioso: la sua storia d'amore con Sara, fin dall'inizio poco credibile e ormai rancida, nell'episodio Hatred ha raggiunto sia lo zenit che il nadir, fra imbarazzanti sequenze romantiche sotto gli occhi di Emily (al punto da indurci quasi a sperare che la ragazza mettesse in atto una vendetta in perfetto stile Attrazione fatale) ed un provvidenziale accantonamento della figura di Sara, ormai arrivata al suo capolinea narrativo.

Note a margine
Questa settimana, a sorpresa, il premio per il personaggio più idiota della serie non va a Daniel, bensì se lo aggiudica a furor di popolo l'aitante ma, inutile negarlo, assai poco furbo Aiden: il quale ha la brillante idea di nascondere la katana del (poco) compianto maestro Takeda, una prova inconfutabile della propria colpevolezza nella morte del "maestro di vendetta", indovinate dove? Esatto: sotto il letto della figlia di Takeda, Niko, un personaggio che in quanto a pericolosità sembra far concorrenza alla Lucy Liu di Kill Bill, e che ovviamente non tarderà a scoprire la spada... altra vendetta all'orizzonte?

What's next?
I fan di Revenge, purtroppo, devono prepararsi a una lunga attesa, dal momento che la seconda metà della terza stagione riprenderà solo il 9 marzo. E, per quella data, si prospettano diverse novità sorprendenti: dall'esito della notte misteriosamente trascorsa (ma sarà poi vero?) da Emily a casa di Conrad (Henry Czerny) alla sconvolgente scoperta di Patrick sul passato di sua madre, fino all'anticipata e, ci scommettiamo, incandescente entrata in scena della "prima" signora Grayson (Gail O'Grady), che dovrebbe portare ulteriore scompiglio in una situazione familiare già abbastanza al vetriolo...

Stefano Lo Verme
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy