Revenge: commento all'episodio 3x06, Dissolution

Aspettando il matrimonio fra Emily Thorne e Daniel Grayson, continua a salire la tensione negli Hamptons: l'alleanza fra Emily e Nolan Ross viene messa a dura prova dalla presenza di Patrick Osbourne, mentre a Grayson Manor prosegue la guerra fra Conrad e Victoria.

Il plot
Emily Thorne (Emily VanCamp) viene a conoscenza della relazione sentimentale fra Nolan Ross (Gabriel Mann) e Patrick Osbourne (Justin Hartley), che hanno trascorso la notte insieme, e manifesta il proprio disappunto a Nolan, esortandolo ad agire razionalmente. A Grayson Manor, intanto, fervono i preparativi per il matrimonio fra Emily e Daniel (Joshua Bowman); quest'ultimo, in compagnia della sorella Charlotte (Christa B. Allen), si imbatte per caso in Sara (Annabelle Stephenson), la ragazza che tre anni prima aveva coinvolto in un drammatico incidente stradale, e che da allora ha covato un profondo risentimento nei suoi confronti. Conrad Grayson (Henry Czerny) è intenzionato a vendere la villa sulla spiaggia, ma Emily riesce a sabotare i suoi piani, mentre Victoria (Madeleine Stowe) scopre che il marito le sta nascondendo una vera e propria fortuna: un deposito di lingotti d'oro. La situazione precipita quando Jack Porter (Nick Wechsler) rivela a Conrad che il responsabile dell'attentato alla sua vita è Patrick; Victoria, preoccupata per l'incolumità del figlio, lo spedisce immediatamente a Philadelphia.

Cosa ci è piaciuto di questo episodio
Ad oggi, Dissolution si propone come l'episodio più convincente della terza stagione di Revenge. Niente scene madri e nessun kill of the week: gli autori preferiscono continuare ad accrescere la tensione in vista della fatidica data dell'8 agosto, il giorno fissato per il matrimonio fra Emily e Daniel, esacerbando i contrasti all'interno delle diverse fazioni. Meno parentesi camp, dunque, e una maggiore attenzione ai conflitti psicologici dei vari personaggi: a partire dalla protagonista Emily, la cui sete di vendetta sta progressivamente logorando tutti i suoi rapporti con chi le è accanto. Nel corso dell'episodio assistiamo infatti a come l'armonia fra Emily e Nolan si stia incrinando sempre di più, allo stesso modo in cui il legame fra Emily e Jack è messo alla prova dai segreti coltivati dalla ragazza. E in tal senso, Revenge riesce a sviluppare un discorso decisamente interessante sull'ambiguità morale e sulla "perdita dell'innocenza" di Emily: non più soltanto un'orfana intenzionata a farsi giustizia contro chi le ha distrutto l'infanzia, ma una donna fredda e calcolatrice, pronta - proprio come la sua nemesi Victoria - a sacrificare anche le esistenze altrui sull'altare della propria vendetta.

Cosa non ci ha convinto di questo episodio

Revenge-Dissolution
La precipitosa uscita di scena di Patrick, costretto a mettersi al riparo dalla furia di Conrad dopo aver tentato invano di eliminarlo, segna la sparizione (almeno per il prossimo futuro) della migliore new-entry di questa terza stagione: dal rapporto con la madre Victoria all'amore appassionato per Nolan, Patrick ha contribuito, in una mezza dozzina di puntate, a portare diverse novità nell'universo di Revenge, e il suo personaggio avrebbe potuto essere sviluppato ulteriormente. Speriamo comunque che gli autori abbiano ancora in serbo qualcosa per Patrick prima della fine della stagione.

Note a margine
Jack, un personaggio che durante la terza stagione è rimasto quasi sempre in una condizione di passività, sembra finalmente intenzionato a prendere nelle proprie mani il corso degli eventi, a costo di scontrarsi direttamente con Emily: l'augurio è che gli sceneggiatori di Revenge riescano a farlo tornare in gioco in maniera adeguata.

What's next?
Se l'episodio Dissolution ha determinato la chiusura della storyline di Patrick, in compenso ha introdotto anche un nuovo personaggio: Sara, l'ex fidanzata di Daniel, ora assunta come cuoca nel locale di Jack. Sembra pressoché inevitabile, a questo punto, un rapido riavvicinamento fra lei e Daniel, con le potenziali conseguenze del caso sul rapporto (già turbolento) fra Daniel ed Emily. Ma soprattutto, la sesta puntata si è conclusa con una gustosa anticipazione relativa al piano di Emily per neutralizzare definitivamente la sua arcinemica Victoria: la ragazza, infatti, progetta di scomparire nel nulla il giorno del proprio matrimonio, facendo credere di essere stata uccisa in modo che Victoria venga incolpata del suo omicidio. Un espediente assai macchinoso, tipico di una serie come Revenge, di cui pertanto prendiamo atto con notevole curiosità: perché senza dubbio, da qui alla data delle nozze, qualcosa nel piano di Emily è destinato ad andare storto, ribaltando le carte in tavola...

Revenge: commento all'episodio 3x06, Dissolution
Stefano Lo Verme
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy