Pretty Little Liars: commento a 5x08, Scream for Me

Le liars scoprono nuove informazioni su Bethany e Melissa, Aria è impegnata con i preparativi per la festa di fidanzamento, Hanna subisce attenzioni indesiderate mentre Alison organizza un piano per acquistare credibilità.

Il Plot

Questo episodio di Pretty Little Liars, Scream for Me, si apre con le liars impegnate in prove canore, mentre Alison viene interrogata dal Detective Tanner in merito a Shana, mostrando chiaramente che non crede alla storia del rapimento. Le ragazze sono irritate e preoccupate per il comportamento di Hanna che continua a scendere sempre di più in una spirale fatta di alcol e negazione. Aria, preoccupata che A abbia informato anonimamente la polizia su quanto accaduto a New York, vuole informare Ezra degli ultimi sviluppi, nel frattempo aiuta sua madre a organizzare la festa di fidanzamento con Zack. Alison, dimostrando ancora una volta di essere un'artista della manipolazione, fa pace con Hanna, solo per autoinvitarsi a stare a casa sua con la scusa che suo padre è fuori città. Emily viene a sapere da Sidney che il team di nuoto ha votato perchè l'ex campionessa diventasse assistente dell'allenatore, ma Em non ha ancora le idee chiare in merito.

Toby comunica a Spencer che ha deciso di iscriversi all'Accademia di Polizia di Harrisburg, perchè come tutti sappiamo la polizia di Rosewood è una barzelletta e il ragazzo è stanco della loro inutilità, è stanco di sentirsi impotente contro A e ha deciso che è venuto il momento di reagire in maniera concreta. Spencer ha una reazione prevedibile e immatura, ma al termine dell'episodio, dopo aver rischiato nuovamente la vita, cambia decisamente opinione e incoraggia il suo ragazzo a studiare sodo e a prendere sul serio questa futura carriera nelle forze dell'ordine. Hanna è costretta a subire la presenza di Ali che con le sue menzogne riesce a impietosire Mamma Marin. Come se non bastasse Alison organizza un piano decisamente rischioso per convincere gli adulti e la polizia che la sua storia del rapimento è vera, coinvolgendo Noel e spaventando a morte la madre di Hanna.

Pretty Little Liars: Ashley Benson e Tyler Blackburn nell'episodio Scream for Me

La cosa peggiore però è che la nostra bionda preferita subisce delle avance molto indesiderate da Zack, il futuro marito di Ella. Hanna ne rimane profondamente turbata e si confida con Spencer ed Emily che, invece di offrirle supporto, dubitano della sua parola, le chiedono se per caso non si è immaginata tutto o se fosse ubriaca. Nonostante la reazione negativa, Hanna si fa coraggio e parla con Aria, per metterla in guarda. Aria risponde accusando Hanna di essere un'alcolizzata, di essere sempre "il problema", le chiede se per caso non è stata lei ad invitare Zack nella sua auto, le urla contro tutta la sua furia dicendole che se ha intenzione di autodistruggersi che facesse pure, ma che non coinvolgesse sua madre. Inutile dire che tutto ciò non fa che spingere Hanna ad attaccarsi ancora di più alla bottiglia.

Sul fronte mistero, Aria viene a sapere da Rhonda che Bethany riceveva regali e visite da Mrs. DiLaurentis, che una volta l'ha portata perfino in un maneggio a cavalcare. Spencer ed Emily riescono a identificare il posto e scoprono che Mrs. D. aveva regalato un pony a Bethany ma c'erano forti tensioni tra di loro. Spencer fa varie ipotesi e mentre stanno curiosando in giro, trovano un elmetto da equitazione che appartiene a Melissa. La situazione precipita improvvisamente quando una figura incappucciata chiude Emily e Spencer in una stalla con un cavallo spaventato dalla tempesta che sta infuriando. Si salvano grazie alla prontezza di spirito di Spencer che però subisce un violento colpo all'occhio. Una figura incappucciata alla fine dell'episodio in casa di Spencer svela un nascondiglio segreto nella poltrona in camera della ragazza...

Pretty Little Liars: Ashley Benson nell'episodio Scream for Me

Toby il poliziotto

Si, diecimila volte si. E' vero che da quando il Detective Tanner è arrivata in città si sta comportando in maniera assolutamente impeccabile, dubitando delle ovvie panzane che Alison e le liars continuano a sfornare, ma un solo ufficiale di polizia con il cervello è troppo poco per una città intera. Non solo avere Toby dalla parte della legge significa avere qualcuno che effettivamente indaghi sui crimini che infestano Rosewood - cadaveri piantati in giardino come alberi - ma in questo modo le ragazze avranno anche una persona all'interno del Dipartimento che ha accesso a informazioni riservate e può tenere le orecchie aperte su cosa Tanner sta facendo. Ma non dovrebbe frequentare l'Accademia prima di diventare poliziotto? Siamo in TV, probabilmente prenderà il diploma dopo il cliffhanger di questa prima metà di stagione.

Alison - tutti per uno e uno per...

Pretty Little Liars: Sasha Pieterse e Laura Leighton nell'episodio Scream for Me

Citando Caccia a Ottobre Rosso "C'è poco spazio nel cuore di Alison per chi non sia Alison". Dal comportamento sconsiderato di questo episodio, il piano alluncinante di usare Noel come "finto intruso" per spaventare la madre di Hanna e dare credibilità alla sua storia, è evidente che Alison è pronta veramente a tutto pur di salvarsi le penne, senza alcun riguardo o considerazione per nessun altro. O no? Continuiamo a dire che gli autori stanno trattando il personaggio di Alison in maniera poco chiara. Da un lato è spietatamente calcolatrice, pronta a manipolare chiunque pur di ottenere quello che vuole. Dall'altro ci sono degli attimi, brevissimi momenti, espressioni, tremori nella voce, in cui vediamo che la ragazza è sotto un fortissimo stress. Non avrebbe senso fingere quando è da sola e vediamo chiaramente dopo il suo colloquio con Mrs. Marin e con Hanna che le è dispiaciuto terrorizzare la povera donna. A questo punto ci sono due possibili risposte al puzzle: o Alison è costretta da A o qualcun'altro ad agire in questo modo, o gli autori stanno implementando indizi per riagganciarsi alla trama del romanzo. (No spoilers, se volete saperlo andate a indagare sul web).

Victim-shaming

Tonnellate di Kudos agli autori per aver affrontato uno dei temi sociali più scottanti e attuali che piagano le teenagers e le vittime di abusi in generale: victim-shaming, slut-shaming, cioè colpevolizzare la vittima, frasi come "te la sei cercata, avresti dovuto fare attenzione, sei sicura che non hai fatto nulla per provocarlo?" sono all'ordine del giorno e sono la causa fondamentale per cui la maggior parte delle aggressioni non sono denunciate. Non siamo qui per fare social-justice, ma quando un fenomeno si diffonde in maniera così allarmante e porta a numerose vittime di suicidio è inevitabile che il mondo dell'arte ne prenda coscienza e dica la sua, anche se in piccolo come in questo caso. Gli autori hanno usato un teen drama per illustrare quanto sia insidiosa, pericolosa e radicata questa reazione, tanto che perfino un gruppo di ragazze che ha attraversato l'inferno insieme non riesce ad evitarla. Avrebbero potuto scegliere di farlo diversamente, ma mostrare le liars comportarsi in maniera errata con successiva (speriamo) redenzione è molto più efficace. Per inciso, non è mai, mai, colpa della vittima, che per definizione subisce qualcosa a cui non ha dato consenso.

In trappola!

Best quote

That girl has no support system at all...

la madre di Hanna parlando di Alison.

What's next

Spencer si è lamentata più volte del dolore all'occhio, di sicuro ci saranno sviluppi in questo senso. Come e perchè Melissa è implicata in tutta questa faccenda? Ha a che fare con il segreto che sta nascondendo? Nonostante la sua lite con Hanna, Aria ha cominciato a guardare Zack con occhi nuovi, prevediamo che presto o tardi si scoprirà di che pasta è fatto. Emily assistente dell'allenatore... e quando lo troverà il tempo? Tra il lavoro, le indagini su A, i compiti a scuola e il coro le ragazze non hanno neanche il tempo per dormire. Le ragazze stanno cominciando finalmente a rendersi conto che Alison è sull'onda "si salvi chi può" e sicuramente reagiranno di conseguenza.

Conclusione

Questo episodio ci ha dato un paio di indizi non proprio fondamentali ma interessanti che speriamo portino a breve ad un confronto con Melissa. Molto apprezzabile il tentativo degli autori di trattare un tema di rilievo che tocca da vicino il giovane pubblico, ma non solo.

Pretty Little Liars: commento a 5x08, Scream for...
Sonja Della Ragione
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy