O11CE - Undici Campioni

2017 - ....

O11CE – Undici campioni: il cast in Italia per presentare la nuova serie tv Disney

Il 20 marzo partirà su Disney XD la nuova serie tv dedicata ai teenager O11CE - Undici Campioni. Al centro lo sport, i suoi valori e l'amicizia. Abbiamo incontrato il cast insieme a Ilaria D'Amico, vera esperta in materia...

Lo sport, il calcio e i grandi valori del fair-play saranno il perno e l'anima della nuova serie tv Disney per ragazzi O11CE - Undici Campioni. Il titolo si legge "Onse" e fa riferimento al numero "undici" in lingua spagnola, che corrisponde alla quantità di giocatori presenti in una squadra di calcio. Appunto.
Come Violetta e Soy Luna, altri grandi successi della casa di Topolino, anche questo nuovo format è targato Disney Channel America Latina, ed è prodotto con Disney Channel EMEA in collaborazione con Pol-Ka Produciones.
Il debutto italiano è previsto per il 20 marzo, da lunedì a venerdì alle ore 19.20 su Disney XD (canale 616 di Sky), che è dedicato in particolare al pubblico maschile, anche se questa serie avrà una forte componente anche femminile, con protagoniste delle giocatrici di pallavolo.

Leggi anche: Tini - La nuova vita di Violetta: diventare grandi a tempo di musica

Mariano González, Sebastián Athié e Paulina Vetrano in Italia

A presentare O11CE all'Italia ci ha pensato una delegazione di giovani interpreti, che abbiamo incontrato a Milano in occasione della conferenza stampa, moderata dalla giornalista sportiva Ilaria D'Amico, che ha ammesso di aver provato subito "grande empatia" con gli attori.
Tra loro non poteva mancare il protagonista principale, Mariano González, attore argentino al suo debutto, che qui interpreta Gabo, orfano di 16 anni dall'animo buono e di umili origini, che vedrà il suo sogno realizzarsi quando l'accademia sportiva IAD gli offrirà una borsa di studio e un posto nella squadra di calcio della scuola, I Falchi Dorati. Ma la sua avventura non sarà tutta rose e fiori, perché a dargli filo da torcere ci penserà Lorenzo, talentuoso quanto presuntuoso centravanti della squadra, interpretato da Sebastián Athié, giovane attore messicano, da sempre appassionato di sport e recitazione.

Leggi anche: Calcio e cinema: I dieci film imperdibili sul mondo del pallone

Per entrambi O11CE è stato un vero colpo di fortuna, capace di mettere insieme le loro più grandi passioni. "All'età di undici anni mi sono trasferito con la mia famiglia in California per imparare a giocare a calcio in maniera sempre più professionale", ha raccontato Mariano, originario di Buenos Aires. "La cosa bella è che negli Stati Uniti l'inizio di questa carriera avviene attraverso i canali universitari, quindi anche i miei genitori erano molto felici che potessi portare avanti gli studi". Questa opportunità gli ha permesso di far parte della squadra di calcio dell'università e nel frattempo di dedicarsi anche agli studi cinematografici e alle lezioni di teatro. L'occasione perfetta è arrivata poi con O11CE, che lo ha riportato nella sua Argentina.

Insieme a loro, a Milano, c'era anche Paulina Vetrano, alias Zoe, l'esuberante e socievole figlia dell'allenatore dei Falchi, nonché giocatrice della squadra di pallavolo della scuola, che intreccerà un rapporto di grande amicizia (e forse qualcosa di più) con Gabo. Anche lei entusiasta di essere in Italia per la promozione della serie, Paulina ha ammesso di essere una grande tifosa di calcio, pur non capendone tecnicamente molto. Durante la trasferta i tre attori non hanno perso l'occasione di andare a San Siro, per assistere a Milan-Fiorentina. "Era un sogno essere a San Siro", ha ammesso Sebastián, "e mi piacerebbe molto poter incontrate Donnarumma, un portiere giovanissimo e davvero incredibile!". Particolarmente innamorato dell'Italia Mariano Gonzalez, che ha ammesso: "Appena arrivato qui ho chiamato mia madre e le ho detto 'Mamma io vengo a vivere qui'". Un legame dovuto anche alle origini dell'attore: "Molti miei famigliari sono italiani e io ho sempre sentito di avere una grande affinità con questo Paese".

Leggi anche: Euro 2016: se i calciatori fossero protagonisti di film o serie TV

Gli attori svelano sogni nel cassetto e idoli

Tra domande calcistiche e campioni del cuore, gli interpreti hanno parlato anche dei loro sogni nel cassetto. Per Mariano è sicuramente il cinema: "Per inseguire il sogno del calcio professionale ormai è tardi, mentre il cinema è bello perché non ha limiti. Mi piacerebbe continuare a fare l'attore, ma anche lo scrittore". Più orientata al mondo della musica, invece, Paulina: "Il mio sogno di fare l'attrice si sta già realizzando, ma il mio più grande desiderio sarebbe poter fare la mia musica e condividerla con il mondo". Una passione, quella per la musica, condivisa anche dal collega Sebastián: "Anch'io amo la musica e amo recitare fin da quando ero piccolo. L'importante secondo me è avere degli obiettivi e crescere come persona e come attore. Io non recito per vivere ma vivo per recitare!".

Idee chiare per tutti anche sui modelli cui guardare in questo cammino non facile. L'idolo di Mariano è "Ricardo Darín, attore e regista argentino molto umile e legatissimo alle sue orgini". Beyoncé Knowles, invece, è la star preferita da Paulina, mentre per Sebastián la lista è più lunga: "Ammiro moltissimo Leonardo DiCaprio, come persona e come attore, e poi anche Gael García Bernal e Diego Luna".

Leggi anche: Leonardo DiCaprio, 40 anni per un divo: i 10 ruoli più belli

Dopo Holly e Benji il calcio torna protagonista in una serie tv

A tenere a battesimo il debutto del cast c'era anche Dario Rodino, vice president e general manager tv Channels & Head of Disney Interactive, The Walt Disney Company Italia, che ha sottolineato il grande entusiasmo della compagnia nei confronti di questo progetto: "E' da tanti anni che non si vedeva in tv una serie sul calcio; forse da Holly e Benji, che però era una serie animata. Questa, quindi, è una grande novità per il mercato televisivo e abbiamo già in cantiere una seconda stagione di altre 80 puntate".
A margine della conferenza e in super anteprima abbiamo avuto l'occasione di vedere i primi episodi e siamo sicuri che il pubblico di teenager apprezzerà moltissimo la serie. Il gioco del calcio qui è sapientemente usato, infatti, come una grande metafora della vita e le storie dei ragazzi sono molto vicine alla realtà. Azzeccatissimi gli interpreti e forti anche le componenti di humor, sentimento e di misteri nel plot (su tutti quello legato alla famiglia di Gabo).Gli ingredienti, insomma, ci sono tutti...

O11CE – Undici campioni: il cast in Italia per...
Euro 2016: se i calciatori fossero protagonisti di film o serie TV
Tini - La nuova vita di Violetta: diventare grandi a tempo di musica
Privacy Policy