Medium, Stagione 6: un déjà vu per tornare a sognare

Dopo la conclusione drammatica della quinta stagione, Allison Dubois sembra aver perduto definitivamente le sue facoltà extrasensoriali, ma nel primo episodio della sesta stagione torna ad affiancare Devalos e Scanlon sul caso di una bella conduttrice televisiva, vittima di un presunto stalker.

Anche la sesta stagione di Medium, che quest'autunno debutta sul network CBS, e non più sulla NBC, inizia con un incubo, ma per una volta non si tratta dell'ennesimo sogno di Allison Dubois, perchè la sensitiva che collabora con la polizia di Phoenix da tre mesi non riesce più a sognare nulla. E' una conseguenza dell'intervento chirurgico al quale Allison si è sottoposta per rimuovere un tumore al cervello, che tra l'altro le ha lasciato gli arti del lato destro del corpo paralizzati, oltre che una forte sensazione di sconfitta, dovuta al fatto di non potersi rendere più utile alle indagini della polizia. Come se non bastasse anche Joe si ritrova ancora una volta senza lavoro, ed è costretto a cercare un nuovo impiego quanto prima, anche perchè i conti dell'ospedale e delle fisioterapie alle quali deve sottoporsi Alison continuano ad accumularsi, e bisogna trovare un modo per pagarli.
Fortunatamente, non tutto sembra perduto. Quando torna in ufficio per parlare con Devalos, sperando che lui possa offrirle almeno un incarico da segretaria, visto che non ha più la possibilità di fare affidamento sulle sue doti extrasensoriali, il procuratore legale le assicura che non ha bisogno di elemosinare mansioni più modeste, visto che in precedenza era già assunta ufficialmente come valida collaboratrice paralegale, e potrà tornare nel team quanto prima. Nella stessa occasione, proprio mentre entra in ufficio e viene salutata con affetto dai colleghi, Allison si rende conto che forse la sua capacità di prevedere il futuro sta tornando a manifestarsi, assestandosi su quelle che sono le sue nuove condizioni fisiche.

Medium: Patricia Arquette nell'episodio Deja vu All Over Again della sesta stagione.
L'incubo che apre Deja vu All Over Again, premiere della quinta stagione di Medium, nella quale Allison è ridotta in stato vegetativo, in un letto d'ospedale, e Joe è costretto a far staccare la spina, è solo un brutto sogno, perchè la sensitiva in realtà è pronta a tornare al lavoro, anche se inizialmente neanche lei se ne rende conto. Il caso al centro di questo episodio, riguarda Sophie Cullen (Natalie Zea) la bella conduttrice di un programma sportivo che si presenta al pubblico come "la ragazza negli spogliatoi", e per ironia della sorte sembra essere perseguitata da uno stalker che non esita a seguirla ovunque, arrivando a riprenderla con una videocamera anche mentre si spoglia nel camerino di prova di una boutique. A segnalare l'urgenza del caso alla polizia è il marito della Cullen, che è anche titolare del network per il quale la conduttrice lavora: l'uomo sostiene che un certo Peter Winant (Pruitt Taylor Vince) ha recapitato a sua moglie numerosi filmati in cui lei appare in diversi momenti della sua giornata, e sostiene che sia lui l'uomo che la infastidisce.
Quando Alison si reca a casa di Winant, che a sua volta sostiene con fermezza di essere l'amante di Sophie, riesce ad avere una visione dell'uomo che abbraccia con trasporto la conduttrice, come se stessero facendo l'amore. Poche ore dopo, la Cullen telefona alla polizia e dice di essere stata aggredita e stuprata da uno sconosciuto, che tra l'altro ha ucciso suo marito.
Mentre si lascia alle spalle le tante difficoltà fisiche - e riesce a riprendere anche l'uso delle mani e delle gambe, oltre che della sua sensitività - Alison riesce a incastrare la Cullen, che in realtà era davvero l'amante Winant e l'aveva accusato di un omicidio che in realtà era stata lei a commettere.

Medium: Jake Weber in una scena drammatica dell'episodio Deja vu All Over Again della sesta stagione.
Anche con questo nuovo episodio, Medium si conferma ancora una volta una delle serie soprannaturali più avvincenti dell'attuale panorama televisivo, con la giusta dose di ironia, mistero e tensione. Per stavolta la serenità sembra essere tornata in casa Dubois, visto che anche Joe è riuscito a trovare un nuovo lavoro (e in modo piuttosto strampalato, ovvero parlando di sé ai compagni di scuola di sua figlia Marie) ma di sicuro ci aspettano nuovi colpi di scena che sono stati già anticipati da alcune immagini promozionali dei prossimi episodi.

Medium, Stagione 6: un déjà vu per tornare a...
Privacy Policy