Lethal Weapon

2016 - ....

Arma letale, la serie: siamo troppo vecchi per questi reboot?

Di questa nuova incarnazione per l'indimenticabile coppia Riggs-Murtaugh convince soprattutto l'azione; l'ottima regia di Mcg, anzi, ne potrebbe fare lo show più spettacolare e adrenalinico dell'anno.

Lethal Weapon

2016 - .... – Crime
3.6 3.6

Che ci piaccia o no, non si tratta più soltanto di una moda: ormai davvero serie TV e cinema sono diventati interscambiabili. E non parliamo solo di attori, registi e sceneggiatori che abitualmente fanno la spola tra piccolo e grande schermo, ma anche di storie, personaggi e intere saghe che da un giorno all'altro cambiano medium, cambiano cast ma provano a mantenere intatta qualità e soprattutto il loro pubblico. Non sempre l'operazione riesce come sperano i produttori, certo, ma per molti che falliscono (Minority Report e Limitless per esempio) ce ne sono tante altre (Fargo o Ash vs. Evil Dead, senza contare quelli che ormai sono considerati dei classici come Friday Night Lights, Hannibal, Buffy o Stargate SG-1) che godono o hanno a lungo goduto di perfetta salute.

Leggi anche: Quando la serie Tv si ispira ai film, tra prequel, sequel e spin off

Lethal Weapon: il cast della serie

Anche solo leggendo gli esempi che abbiamo riportato sopra, si intuisce che naturalmente la maggiore difficoltà in questi casi è nel rimpiazzare gli attori originali con dei nuovi volti, soprattutto quando si ha che fare con personaggi iconici che hanno fatto la storia del grande schermo. Il Mads Mikkelsen di Hannibal per esempio ce l'ha fatta, ma non era certamente facile far accettare agli spettatori che nei loro cuori ci sarebbe stato ben presto un Hannibal Lecter diverso da quello (premiato con l'Oscar!) di Anthony Hopkins.

Leggi anche: Le 25 nuove serie più attese della stagione 2016/2017

Letale ma leale

Lethal Weapon: Clayne Crawford e Damon Wayans Sr. in una foto del pilot

Sappiamo bene che il Martin Riggs di Mel Gibson l'Oscar non l'ha mai vinto e nemmeno ha mai mangiato il fegato di qualcuno con un buon bicchiere di Chianti, ma che sia una vera e propria icona del cinema action degli anni '80 e '90 è altrettanto indiscutibile, visto che insieme al suo fedele compagno Roger Murtaugh (il meraviglioso Danny Glover) ci hanno trasportato per le strade di Los Angeles con inseguimenti mozzafiato ed incredibili sparatorie per tre film più una sorta di parodia (scusate ma Arma Letale 4 sono quasi 20 anni che cerchiamo di rimuoverlo dalla memoria).

Lethal Weapon: i protagonisti Damon Wayans e Clayne Crawford

Ma soprattutto ci hanno invitato nelle loro case (o meglio, una casa e una roulotte) e ci hanno reso parte della loro famiglia allargata: perché nonostante il titolo e nonostante i tanti morti ammazzati, il vero punto di forza dei tre Arma letale (perché il "quarto" non ha punti di forza) è sempre stato il rapporto tra i due personaggi che fin da subito andava ben oltre il semplice cameratismo poliziesco. Il vero segreto della saga scritta da Shane Black e diretta da Richard Donner fu quello di inserire l'elemento cop dentro il buddy movie, e mai il contrario.

Leggi anche: Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA

La nuova coppia

Lethal Weapon: l'attore Clayne Crawford in una foto del pilot

Matthew Miller - ideatore di questo reboot intitolato con grande originalità Lethal Weapone sceneggiatore del pilot - è evidentemente un grande fan della trilogia (+1) e sa bene quanto la chimica tra i due protagonisti sia fondamentale, ed è per questo forse che inserisce fin dal primo episodio molte delle caratteristiche tipiche della coppia dei due poliziotti: ne fa quasi fosse una sorta di bignami di tutto ciò che ha definito il rapporto Riggs/Murtaugh nel corso del decennio che li ha visti sul grande schermo, ma lo fa in modo frettoloso e innaturale finendo così col far perdere ai due poliziotti gran parte del loro fascino.

Lethal Weapon: l'attore Damon Wayans Sr. in una foto della serie

Per sua fortuna, però, il Clayne Crawford che interpreta Martin di fascino ne ha a bizzeffe e, come aveva già dimostrato in Rectify, riesce a rubare e a salvare la scena in più di un'occasione pur allontandosi in modo deciso dalla interpretazione folle e anarchica di Gibson; molto meno convincente è invece Damon Wayans sr. (per capirci non quello di New Girl, che è il figlio) che più differente da Glover non potrebbe essere, cosa che in questo caso non è affatto positiva, perché il suo Murtaugh è buffo più che divertente e certamente non in parte quanto il collega: c'era da aspettarselo considerato il curriculum da comico del maggiore dei fratelli Wayans, ma il problema è che per il momento anche solo a livello di commedia pura funziona comunque molto meno del collega.

Leggi anche: Muscoli e pallottole: i top 25 Badass Action Heroes

Lethal Weapon: le star Damon Wayans Sr. e Clayne Crawford

Azione e indagini

Lethal Weapon: l'attore Clayne Crawford in una situazione difficile

Se i due protagonisti sono piuttosto differenti da quelli dei film, tutto il resto dello show invece attinge a piene mani dalle tre pellicole e mezzo precedenti, soprattutto per quanto riguarda le scene più movimentate: la regia di McG fa comunque la sua figura anche sul piccolo schermo e siamo certi che, almeno da questo punto di vista, la serie non deluderà nemmeno nei prossimi episodi, ma anzi potrà facilmente puntare al titolo di show più spettacolare e adrenalinico dell'anno.

Ma per quanto riguarda il resto è già chiaro fin da ora che non possiamo aspettarci nulla di particolarmente innovativo: chi conosce bene la saga cinematografica ne ritroverà molti elementi caratterizzanti - come la psicologa, qui interpretata da Jordana Brewster, le tendenze suicide, il dolente passato di Martin e i suoi trascorsi bellici, la minor prestanza e resistenza fisica di Roger - chi invece semplicemente è abituato ai procedurali difficilmente potrà rimanere colpito dagli aspetti investigativi dello show.

Ma siamo appena all'inizio e chissà cosa potrà riservarci il resto della stagione! Sempre ammesso che decidiate di dare a Lethal Weapon una seconda chance, perché noi a dirla tutta preferiamo riprendere in mano i tre (non quattro, tre!) DVD e goderci qualche serata con gli amici di una vita (o al massimo con i The Nice Guys di Shane Black) piuttosto che cercare di farcene dei nuovi. Al massimo fateci un fischio se arriva Joe Pesci...

Leggi anche: La recensione di The Nice Guys: Crowe e Gosling più divertenti che letali

Arma letale, la serie: siamo troppo vecchi per...
Luca Liguori
Redattore
2.5 2.5
Le 25 nuove serie più attese della stagione 2016/2017
Top 50 Anni '80: i nostri film e momenti cult del cinema USA - parte 4
Privacy Policy