Legends of Tomorrow: A spasso nel tempo con i supereroi della Dc Comics

L'universo televisivo di Arrow e The Flash si espande ulteriormente con una serie ancora più apertamente fantascientifica.

Legends of Tomorrow: A spasso nel tempo con i...
Legends of Tomorrow

2016 - .... – Azione
3.3 3.3

Anno 2166: Vandal Savage, un folle immortale, è riuscito a fare ciò che nessun altro ha fatto finora, ossia soggiogare l'intero pianeta. Rip Hunter, membro dei Maestri del Tempo, decide di infrangere le regole e viaggiare nel passato per fermare Savage. Anno 2016: Hunter mette su una squadra composta da Atom, White Canary, Captain Cold, Heat Wave, Firestorm, Hawkman e Hawkgirl. La loro avventura inizia nel 1975, non senza complicazioni, perché oltre a Savage devono vedersela anche con Chronos, inviato dai Maestri del Tempo per fermare Hunter...

Legends of Tomorrow: un poster dedicato ai protagonisti della serie

L'universo in espansione

Difficile immaginare, nell'autunno del 2012, quando debuttò Arrow, che un giorno avremmo visto Oliver Queen interagire con esseri dotati di superpoteri. Gradualmente quell'idea si fece sempre meno ridicola, prima con l'introduzione di Barry Allen, ora protagonista di The Flash, poi con l'arrivo di altri personaggi suddivisi tra le due serie. Per certi versi, Legends of Tomorrow rappresenta il culmine di questa espansione, prendendo un'idea già usata nelle altre due serie - i viaggi nel tempo, precedentemente dovuti alla velocità di Flash - e applicandola su scala globale, con una premessa talmente ambiziosa che il pilot ha dovuto essere diviso in due parti (e anche il terzo episodio, in teoria, completa la parte strettamente introduttiva), e anche parzialmente rigirato poiché la prima versione risale alla primavera del 2015, prima che alcuni dei personaggi avessero fatto i loro debutti ufficiali nelle serie madri.

Leggi anche: Arrow & The Flash: Un crossover da leggenda

Arrow/The Flash: la prima immagine del nuovo crossover

Volendo riassumere l'idea in una frase semplice ma efficace, ha ragione l'executive della CW che ha descritto Legends of Tomorrow come un incrocio fra The Avengers, per la dinamica in parte conflittuale fra i membri del gruppo, e Doctor Who, per la componente spazio-temporale. La parentela spirituale con la celebre serie inglese ha influenzato anche il casting, poiché nel ruolo di Rip Hunter ritroviamo Arthur Darvill, che dal 2010 al 2012 è stato Rory Williams al fianco di Matt Smith nei panni dell'Undicesimo Dottore e Karen Gillan in quelli di Amy Pond. Un accostamento che sicuramente aiuta la serie ad attirare una maggiore schiera di fan di genere, ma anche un parziale svantaggio per Darvill che, promosso al rango di "Dottore", non ha ancora tutto il carisma necessario. Per fortuna è circondato da attori per lo più all'altezza del compito...

Contenuto pubblicitario

Leggi anche: L'immaginario dei viaggi nel tempo tra cinema e TV

L'unione fa la forza

Legends of Tomorrow: l'attrice Caity Lotz interpreta White Canary

Ad aiutare Darvill sono stati convocati diversi comprimari di Arrow e The Flash, tra cui quattro beniamini del pubblico quali Caity Lotz (Sara Lance), Brandon Routh (Ray Palmer) e il duo Wentworth Miller - Dominic Purcell (Captain Cold e Heat Wave). E proprio loro sono il motivo migliore per seguire la serie, poiché si (e ci) divertono con lo stesso fascino che gli consentiva di rubare la scena nelle serie madri. Se la cava discretamente anche Victor Garber, mentre la sua nuova spalla, Franz Drameh, ha ancora bisogno di un po' di allenamento, così come Ciara Renée (Hawkgirl) e Falk Hentschel (Hawkman), i due anelli deboli del cast (soprattutto Hentschel, che per fortuna esce di scena - almeno per ora - al termine del secondo episodio). Non è neanche del tutto all'altezza Casper Crump nel ruolo di Savage, soprattutto se accostato - letteralmente - al Damien Dahrk di Neal McDonough, ma il respiro ampio della serie (la trama orizzontale attraverserà tutti e sedici gli episodi) dovrebbe dargli il tempo necessario per imporsi come un villain di tutto rispetto.

Legends of Tomorrow: Wentworth Miller interpreta Captain Cold

Cosa aspettarci?

Legends of Tomorrow: gli attori Arthur Darvill e Wentworth Miller in una foto del primo episodio

L'idea di base è di cambiare storyline e gran parte del cast di anno in anno, ammesso che vengano confermate stagioni aggiuntive. Questo è vantaggioso soprattutto per le altre serie (The Flash senza Captain Cold a lungo termine non sarebbe una buona idea), anche perché l'universo DC è sufficientemente vasto per proporre candidati degni di nota per il futuro. Tra questi è già stato fatto il nome di John Constantine, mentre nel nono episodio di questa stagione inaugurale farà il suo debutto televisivo un certo Jonah Hex...

Leggi anche: Legends of Tomorrow: Johnathon Schaech sarà Jonah Hex

Max Borg
Redattore
3.5 3.5
Arrow & The Flash: Un crossover da leggenda
Legends of Tomorrow: Stephen Amell sarà un anziano Oliver Queen!
Privacy Policy