The Witch

2016, Horror

The Witch, Trafficanti, Escobar, L'odio che uccide, Buone notizie e i voti del mese in homevideo - Parte 1

L'inquietante film che ha stregato il Sundance, la commedia d'azione con Jonah Hill, il re del narcotraffico interpretato da Benicio Del Toro, un horror sul bullismo e l'ultimo film di Elio Petri ancora inedito in Dvd, al centro della prima parte della rubrica mensile homevideo. E poi ancora Paradise Beach, Lettere da Berlino, The Lady in the Van, Complete Unknown e Prima di lunedì.

Con gennaio il ritmo di uscite homevideo è ritornato imponente e la proposta molto variegata. Iniziamo la prima parte della nostra rubrica mensile dedicata alle recensioni homevideo con un horror disturbante che ha sorpreso e spiazzato, come The Witch. Spazio poi all'azione divertente in versione commedia di Trafficanti con Jonah Hill e Miles Teller, prima di passare alle fosche atmosfere colombiane di Escobar con un minaccioso Benicio Del Toro.

Altro horror tutto da scoprire che arriva direct to video è L'odio che uccide, ma da segnalare è anche l'attesa uscita in DVD di Buone notizie, l'ultimo film della carriera di Elio Petri che era ancora inedito in homevideo. Si torna all'horror, stavolta in salsa marina, con Paradise Beach - Dentro l'incubo, per poi passare all'intenso e toccante Lettere da Berlino con Brendan Gleeson e Emma Thompson. Questa prima parte della rubrica si chiude con The Lady in the Van con la sempre formidabile Maggie Smith, il misterioso Complete Unknown con Michael Shannon e Rachel Weisz, e il divertente Prima di lunedì.

The Witch: Anya Taylor-Joy in una scena del film

Il disturbante horror che ha stregato il Sundance: The Witch

Locandina di The Witch
Totale 7
Video 7.5
Audio 8.5
Extra 2

IL FILM. Ha sorpreso il Sundance Film Festival (premio al regista Robert Eggers) regalando brividi e ambiguità, adesso il disturbante The Witch può essere gustato anche in homevideo. Siamo nel 1630, in New England, e una famiglia di devotissimi e ardenti cristiani cresce cinque figli in mezzo alla natura selvaggia. Quando però il più piccolo dei cinque, ancora neonato, sparisce misteriosamente, tutto precipita nella famiglia e cominciano accuse e sospetti reciproci.

IL BLU-RAY. Scarna edizione in alta definizione per The Witch, con un blu-ray Universal tecnicamente soddisfacente ma purtroppo completamente privo di extra. Il video rispecchia il notevole color grading con croma adeguatamente desaturato dai toni freddi e grigiastri, a rispecchiare le atmosfere torbide del film. Il dettaglio si mantiene buono anche se ovviamente piuttosto morbido, perchè desaturazione e basso contrasto portano spesso a un quadro un po' piatto, soprattutto nelle scene più scure. Da segnalare la buona profondità.

DA NON PERDERE. Anche se il Dts 5.1 italiano risulta meno incisivo della traccia originale in lossless, l'utilizzo suggestivo dell'audio si può apprezzare nella sua interezza, grazie a precisi tocchi inquietanti ben assestati dall'asse posteriore, soprattutto quando i protagonisti sono nel bosco. Un mix tutto sommato sottile ma preciso e incisivo, che contribuisce alla costruzione dell'atmosfera. Chiari i dialoghi e significative incursioni anche da parte del sub. Ancora più convincente e inquietante, per dettaglio e profondità dei bassi il DTS HD inglese.

The Witch: Ellie Grainger e Lucas Dawson in una scena del film

L'incredibile storia dei due ragazzi commercianti di armi: Trafficanti

Locandina di Trafficanti
Totale 8
Video 8.5
Audio 8
Extra 6.5

IL FILM. L'incredibile storia di due ragazzi che dal nulla diventano commercianti di armi per conto del governo Usa: Trafficanti, diretto da Todd Phillips e con Jonah Hill e Miles Teller nei panni dei due protagonisti (ma che spasso quel Bradley Cooper cattivo e misterioso), alterna azione, commedia e satira. L'ascesa dei due amici di Miami che poco più che ventenni, durante il periodo della prima Guerra in Iraq, sfruttano un'iniziativa semisconosciuta del governo per far decollare la loro attività di commercio di armi, è una storia pazzesca. Ma faranno il passo più lungo della gamba.

IL BLU-RAY. Trafficanti è disponibile in homevideo anche in alta definizione con un blu-ray distribuito da Warner Bros. Entertainment Italia tecnicamente valido ma un po' scarno negli extra. Il video è ottimo per dettaglio, solidità e capacità di variare l'aspetto cromatico a seconda delle ambientazioni. L'audio DTS HD inglese è decisamente speriore al dolby digital 5.1 italiano, che comunque se la cava egregiamente offrendo un buon coinvolgimento nelle poche scene di azione e un'ambienza molto curata e precisa nelle altre scene, con una colonna sonora piacevole e avvolgente. Solo tre contributi negli extra: Boots on the ground (9') è un dietro le quinte arricchito da interviste a regista e cast, Access granted (10') è uno sguardo alla vera storia alla base del film, mentre Pentagon Pie (3') è un contributo di animazione con due topi al posto dei personaggi.

DA NON PERDERE. Davvero super il video, che riproduce fedelmente il girato digitale e come detto varia con scioltezza e precisione palette cromatica a seconda degll ambienti, dalla luminosa Miami al sabbioso Medio oriente, dalla grigia Albania alla dorata Las Vegas. Il tutto mantenendo un dettaglio eccellente su tutti i piani con un contrasto accentuato ma mai esagerato, e un'immagine sempre precisa e vivace, che si avvale anche di una compressione ben gestita.

Arms and the Dudes: Jonah Hill e Miles Teller scatenati in auto

Se lo zio della fidanzata è il re del narcotraffico: Escobar

Locandina di Escobar
Totale 7.5
Video 7.5
Audio 8
Extra 7

IL FILM. A oltre due anni di distanza dalla sua uscita arriva in homevideo Escobar, l'esordio alla regia dell'attore italiano Andrea Di Stefano che si avvale di due star come Benicio Del Toro e Josh Hutcherson. Si racconta l'ascesa del re del narcotraffico colombiano in un modo particolare, ovvero attraverso gli occhi di un giovane surfista canadese che arriva in Colombia per raggiungere suo fratello, e si innamora della bella Maria. Quando la ragazza gli presenterà suo zio, appunto il potente capo del cartello della droga, resterà inevitabilmente intrappolato nella sua rete e la sua vita si trasformerà in un incubo.

IL BLU-RAY. Finalmente uscita in homevideo dunque per Escobar, proposto da CG Entertainment anche in alta definizione. Il blu-ray è di buon livello tecnico: il video è pulito, nitido e ben dettagliato, presenta un croma forte e febbrile come la location in cui è ambientato, e soffre di qualche flessione solo su alcuni fondali più pastosi e in certe scene scure, nelle quali il nero inghiotte un po' i particolari. Ancora meglio l'audio lossless mentre gli extra contengono il trailer e l'ottimo making of Catching Pablo, che dura 31 minuti e contiene interviste a cast e troupe con molti momenti sul set durante le riprese.

DA NON PERDERE. Il film ha parecchi momenti di estrema tensione, ben catturati dall'audio, che vanta il DTS HD 5.1 anche in italiano, oltre che nella traccia originale. I diffusori mostrano una costante effervescenza con un asse posteriore abile a supportare la scena non solo per la colonna sonora, ma anche nei molti effetti di ambienza. I dialoghi puliti completano un audio sicuramente coinvolgente.

Benicio Del Toro protagonista di Escobar: Paradise Lost

Se la reazione al bullismo diventa horror: L'odio che uccide

Locandina di Some Kind of Hate
Totale 7
Video 7
Audio 8
Extra 5

IL FILM. Un ragazzo vessato continuamente a scuola dai bulli reagisce violentemente e viene spedito in una strana comunità di recupero, dove però il problema si ripresenta. Nel tentativo di uscirne, il ragazzo evoca involontariamente l'entità di una ragazza morta e in passato vittima di atti atroci, che vuole aiutarlo nella vendetta. È il plot di L'odio che uccide, riflessione sul bullismo in chiave horror firmata da Adam Egypt Mortimer.

IL BLU-RAY. L'odio che uccide arriva direct to video anche in alta definizione con un blu-ray della collana Midnight Factory distribuito da Koch Media. Buono il video, che però sconta una sensazione di morbidezza, soprattutto in condizioni di oscurità, nelle quali il video è un po' pastoso. Per il resto il dettaglio è soddisfacente e soprattutto negli esterni il video è efficace. Più convincente l'audio mentre negli extra c'è solo il trailer, ma va ricordato che nell'edizione è presente anche un booklet.

DA NON PERDERE. Il DTS HD 5.1 presente sia in originale che in italiano consente di immergersi nelle atmosfere di tensione del film: i diffusori sono ben presenti e l'asse posteriore, oltre ad appoggiare discretamente l'ambienza, si esalta soprattutto nei momenti più tesi tra effetti e colonna sonora di sicuro impatto. Buona la presenza del sub.

Una scena de L'odio che uccide

L'ultimo film di Elio Petri, ancora inedito in DVD: Buone Notizie

Buone notizie: la locandina del film
Totale 7.5
Video 7.5
Audio 7
Extra 7.5

IL FILM. Arriva per la prima volta in homevideo Buone notizie, l'ultimo film di Elio Petri girato nel 1979, amara riflessione sulla società dello spettacolo con protagonista Giancarlo Giannini, nei panni di funzionario di un'azienda televisiva. L'uomo vive una routine di ufficio alienante, tra ossessioni sessuali e un rapporto spento con la moglie Fedora (Ángela Molina). Un giorno un vecchio amico si fa vivo con tanto di pistola per dirgli che qualcuno vuole ucciderlo. Il funzionario si fa trascinare dalla storia soprattutto perché attratto dalla bella moglie dell'amico.

IL DVD. L'inedito Buone notizie giunge dunque per la prima volta in homevideo grazie al DVD Mustang Entertainment distribuito da CG Entertainment. Fa piacere vedere un video che, seppur con qualche limite dovuto agli anni, sfodera un quadro nitido e un buon dettaglio. L'audio in dolby digital 2.0 presenta dialoghi puliti e dal buon timbro, cosa affatto scontata, anche se ovviamente è un po' chiuso sul centrale. Molto interessanti gli extra esclusivi presenti: Elio Petri, un ricordo è un'intervista al premio Oscar Ennio Morricone (7'), mentre Da non aprire è una featurette di 25 minuti con interviste attuali a Giancarlo Giannini, Paolo Bonacelli e Paola Petri. E' presente anche una galleria di foto di scena.

DA NON PERDERE. Per un film con quasi 40 anni sulle spalle comunque la bella notizia è di un video di buona qualità. A colpire è la grande pulizia del quadro, privo di graffi o sporco, e sempre compatto a parte qualche sgranatura. C'è qualche incertezza su alcuni fondali, anche un po' di grana congelata, ma nel complesso la resa è piacevole, con un dettaglio a tratti addirittura sorprendente, soprattutto sui primi piani, e un croma molto vivo e dai colori saturi e forti.

Giancarlo Giannini in una scena di Buone notizie

Sola su uno scoglio, attaccata da uno squalo: Paradise Beach: dentro l'incubo

Locandina di Paradise Beach - Dentro l'incubo
Totale 8
Video 8.5
Audio 8.5
Extra 7

IL FILM. Con la regia di Jaume Collet-Serra e Blake Lively come indiscussa protagonista, Paradise Beach - Dentro l'incubo racconta la terribile avventura di una ragazza che mentre fa surf da sola su un'isola esotica, viene attaccata da uno squalo e, ferita, riesce a rifugiarsi su uno scoglio. La spiaggia è vicina ma irraggiungibile. E soprattutto deserta. Comincerà una situazione da incubo ricca di tensione con scene anche spettacolari.

IL BLU-RAY. Paradise Beach - Dentro l'incubo è arrivato in homevideo anche in alta definizione con un ottimo blu-ray Sony distribuito da Universal. Il video è davvero eccezionale, con un dettaglio mozzafiato su tutti i piani, dalle ferite della protagonista ai paesaggi incredibili. Il croma lussureggiante è molto efficace sia per i colori della vegetazione dell'isola che per l'acqua, e anche il rosso del sangue è vibrante. Buona la resa anche delle scene notturne. Superlativo anche l'audio mentre negli extra troviamo tre scene eliminate (5'), Come costruire lo squalo (7') sulla progettazione e la creazione della creatura marina, Le riprese di Paradise Beach (6') sulle sfide vissute per girare un film quasi interamente in acqua e la preparazione di Blake Lively, Alla ricerca della spiaggia preferita (6') sulla location e Quando gli squali attaccano (7' e mezzo) che racconta cosa succede durante un attacco reale.

DA NON PERDERE. Il DTS HD 5.1 presente anche per la traccia italiana, oltre che per l'originale, consente di vivere tutti i momenti del surf tra le onde prima, e dell'attacco dello squalo poi, in maniera molto coinvolgente: tra musica ed effetti ambientali, lo spettatore si ritrova davvero quasi in acqua, circondato dall'attività frenetica e precisa di tutti i diffusori, con un sub a tratti molto aggressivo nel sottolineare i bassi.

Paradise Beach - Dentro l'incubo: Blake Lively nella prima immagine del film

Il nazismo e la resistenza interna silenziosa: Lettere da Berlino

Locandina di Lettere da Berlino
Totale 7
Video 7
Audio 7.5
Extra 6.5

IL FILM. Una pagina diversa del nazismo, quella narrata da Lettere da Berlino. Nel film di Vincent Perez in primo piano è la resistenza interna silenziosa: la decidono due coniugi quando il loro unico figlio muore in guerra nel 1940. Un evento che farà aprire gli occhi ai due, che decidono di diffondere di nascosto cartoline contro Hitler e il regime nazista in varie zone di Berlino: in due anni saranno in tutto 285, quasi tutte consegnate alla polizia. Ma un ispettore di polizia è sulle loro tracce. Magistrale la prova di Emma Thompson e Brendan Gleeson.

IL BLU-RAY. Lettere da Berlino è disponibile anche in alta definizione con un blu-ray Videa Cde di buona fattura tecnica e discreti contenuti speciali. Il video è di buon livello con un croma desaturato particolarmente adatto alle grigie atmosfere naziste e un dettaglio di medio livello, con un quadro piuttosto morbido. Qualche rumorosità di troppo nelle scene scure. Ottimo l'audio mentre gli extra comprendono trailer, photogallery e le interviste a Daniel Brühl (6'), Emma Thompson (5' e mezzo), Brendan Gleeson (5' e mezzo) e al regista Vincent Perez (6').

DA NON PERDERE. La presenza del DTS HD 5.1 sia in italiano che in inglese, consente un ottimo coinvolgimento nella vicenda: non si tratta di un film di azione, ma i rumori della fabbrica, quella degli esterni di Berlino e tutta l'ambienza è davvero ben curata con un significativo appoggio della scena da parte dell'asse posteriore e dislocazione perfetta degli effetti. Molto calda e avvolgente anche la resa della delicata colonna sonora.

Alone in Berlin: Daniel Brühl in una scena del film

Maggie Smith, irresistibile senzatetto inglese: The lady in the Van

The Lady in the Van: la nuova locandina
Totale 6.5
Video 6.5
Audio 6.5
Extra 7

IL FILM. Tratto dal libro autobiografico e dalla commedia di Alan Bennett, qui in veste di sceneggiatore, The Lady in the Van è il racconto di una strana amicizia nata nella Londra anni 70 tra uno scrittore e un'eccentrica senzatetto che per anni è vissuta in un furgone parcheggiato nel vialetto d'ingresso dell'abitazione dell'uomo. Ottimi Maggie Smith nei panni della protagonista e Alex Jennings in quelli di Bennett.

IL DVD. The Lady in the Van è arrivato in homevideo con un DVD targato Sony e distribuito da Universal. Soddisfacente il video, che propone un quadro pulito e compatto ma un po' pastoso e dal dettaglio solo discreto. Buono comunque il croma vivace. L'audio multicanale non decolla cause le tematiche tranquille del film, ma replica in modo fedele l'ambienza e soprattutto presenta dialoghi puliti e dall'ottimo timbro. preferibile ovviamente la traccia originale per apprezzare l'interpretazione dei protagonisti.

DA NON PERDERE. Non eccelso, circa mezz'ora di contributi, ma molto interessante il reparto degli extra, che tra l'altro si avvale anche del commento audio del regista Nicholas Hytner. Da seguire la featurette La donna nel furgone (7 minuti), che focalizza l'interpretazione di Maggie Smith nel ruolo di Miss Shepherd. La realizzazione di The Lady in the van (13') è un making of frizzante con interviste e momenti sul set, a chiudere Scene eliminate (4') ed Effetti visivi (6') sui trucchi per replicare Bennett in "duplice copia".

The Lady in the Van: Roger Allam e Maggie Smith in una scena del film

Una Rachel Weisz dalle tante identità: Complete Unknown

Locandina di Complete Unknown
Totale 6
Video 6.5
Audio 7
Extra 2

IL FILM. Direct to video per Complete Unknown, film di Joshua Marston che esplora il tema dell'identità e che vanta nel cast una coppia d'assi formata da Rachel Weisz e Michael Shannon. Mentre festeggia il suo compleanno con amici intimi, Tom vede ricomparire nella sua vita una sua ex di 15 anni prima, donna misteriosa e dal passato insolito, che era all'improvviso scomparsa. Durante la serata, lei gli confida di aver cambiato spesso nome, lavoro e vita in questi anni.

IL DVD. Se c'è finalmente la possibilità di scoprire Complete Unknown, lo si deve al DVD Sony distribuito da Universal, che si rivela tecnicamente discreto, ma assolutamente privo di qualsiasi extra.Il video soddisfa solo a tratti, con un buon dettaglio sui primi piani e una buona tenuta nelle scene ostiche, ma paga un quadro molto morbido e poco incisivo, che a tratti si fa pastoso e rumoroso.

DA NON PERDERE. Decisamente meglio l'audio multicanale: preferibile la traccia originale per apprezzare le interpretazioni, comunque anche il dolby digital italiano offre dialoghi chiari e una buona ambienza. Nonostante le poche occasioni per mettersi in mostra, l'audio risponde puntualmente alle chiamate nei momenti più avvolgenti della colonna sonora, aggiungendovi anche qualche interessante effetto nella serata dei due protagonisti.

Rachel Weisz in una scena di Complete Unknown

Tante risate e una strana caccia all'uovo: Prima di lunedì

Locandina di Prima di lunedì
Totale 6.5
Video 7.5
Audio 6.5
Extra 4

IL FILM. Non certo indimenticabile, ma comunque apprezzabile per la simpatia del personaggio di Vincenzo Salemme e per una Sandra Milo esuberante e autoironica, Prima di lunedì è una commedia diretta da Massimo Cappelli che vede protagonista un losco proprietario di una catena di supermercati che sta trafficando con un prezioso uovo di dinosauro. Dopo un incidente stradale, incarica due amici colpevoli dell'evento di portare l'uovo da Torino a Torre del Greco.

IL DVD. Prima di lunedì è uscito in homevideo con un DVD targato Koch Media di buon livello tecnico anche se quasi privo di extra (c'è solamente il trailer). Il video è certamente la parte migliore e presenta un quadro pulito e di livello eccelso, mentre l'audio multicanale, presente sia in dolby digital che in DTS, non sfrutta molto l'asse posteriore concentrandosi molto sui dialoghi del centrale e limitando l'apertura solo all'asse frontale.

DA NON PERDERE. Come accennato, il video è davvero di livello egregio, con un quadro molto ricco cromaticamente, sempre pulito e luminoso e soprattutto dotato di un buon dettaglio per il formato DVD. Anche i fondali restano quasi sempre compatti, pochi accenni di aliasing e lievi sgranature non inficiano un video di ottima qualità.

Prima di lunedì: Vincenzo Salemme in macchina in una scena del film
The Witch, Trafficanti, Escobar, L'odio che...
Trafficanti: Todd Phillips, Jonah Hill e la satira bellica
The Witch, il Male proviene dal bosco nell’horror di Robert Eggers
Privacy Policy