La Disney vola alto con Planes, e Micaela Ramazzotti con Azzurra

In attesa di vederlo aprire ufficialmente la sezione Alice nella città l'8 novembre, gli Studios hanno presentato in esclusiva i primi trenta minuti di Planes con il contributo di Micaela Ramazzotti, voce dell'aereo italiano Azzurra.

La Disney vola alto con Planes, e Micaela...

Un nuovo progetto Disney sta prendendo il volo e questa volta non in modo figurato, visto che l'ultima creatura animata ha come protagonisti degli impavidi aerei da competizione. Diretto da Klay Hall e prodotto da Traci Balthazor, Planes arriverà nelle sale italiane l'8 novembre dopo aver inaugurato ufficialmente la sezione Alice nella città durante il prossimo festival di Roma. In questo modo la nuova animazione firmata Disney Studios prova a far sua l'eredità del successo ottenuto l'anno scorso con Ralph Spaccatutto attraverso l'impresa sportiva e personale di Dusty, un piccolo aereo agricolo dal cuore grande e con il sogno di partecipare a gare ad alta quota. Dai trenta minuti mostrati in esclusiva alla stampa, si comprende perfettamente come il mondo di Planes tragga origine e ispirazione da quello ben noto di Cars - motori ruggenti. Una affiliazione visibile e dichiarata dagli stessi creatori che, ai conquistatori del cielo, affiancano personaggi a quattro ruote portatori della ben nota filosofia dei buoni sentimenti. In questo modo gli Studios definiscono una narrazione volta ai più giovani dove l'individuo viene spinto a perseguire i propri sogni andando contro ogni apparente limitazione, ma continuando sempre ad avere rispetto per sé stesso e i suoi avversari. Così, a guidare la mano del regista è stata non solo la passione giovanile per gli aerei ereditata dal padre pilota, ma soprattutto la volontà di raccontare l'evoluzione di uno svantaggiato, dimostrando quanto, credendo nelle proprie possibilità e abbandonando le incertezze che ci trattengono, è possibile ottenere qualsiasi risultato desiderato.

Planes: una scena del film animato della Disney
A dimostrare questo principio, oltre al piccolo e inadeguato Dusty, è il vecchio aviatore militare Skipper, che lo aiuta nella preparazione per sfidare Ripslinger, il campione in carica. Accanto a lui ci saranno altri contendenti blasonati come El Chupacabra dal Messico, il britannico Bulldog e l'italiana Azzurra. Cromato con delle striature tricolori, questo aereo snello e leggiadro ha la voce di Micaela Ramazzotti, fino ad ora impegnata in ruoli decisamente diversi e approdata per la prima volta nel mondo dell'animazione. "E' un'esperienza che volevo fare - spiega l'attrice - prima di tutto perché, avendo un bambino piccolo, vedo moltissimi film Disney e poi perché mio figlio impazzisce letteralmente per gli aeroplani. Sarò molto curiosa di osservare la sua reazione durante la proiezione ufficiale al festival di Roma. Ora ha più di tre anni, quindi credo proprio che non rinunceremo al 3D." _Azzurra è la campionessa italiana che, insieme ad altri fuori classe internazionali del volo prende parte a questa prestigiosa gara intorno al mondo, diventando oggetto delle attenzioni del fascinoso El Chupacabra e guardando con un certo affetto l'ingenua inesperienza del nostro eroe. " Lei mi ha conquistato immediatamente_ - continua la Ramazzotti - sarà che porta l'eye liner come me. A parte gli scherzi, però, trovarsi da sola in cabina di doppiaggio non è facile. Mi avevano consigliato di utilizzare la mia voce originale senza variazione, ma ho preferito comunque un altro tono più profondo e sexy. Mi sembrava migliore visto la sua forma sinuosa."

Planes: Dusty, l'aeroplanino agricolo protagonista del film, in una scena
Così, dopo la partecipazione di Sophia Loren in Cars 2, anche Planes si avvale della presenza di una protagonista del cinema italiano d'autore. Però, dopo Tutta la vita davanti, La prima cosa bella, Anni felici e il prossimo Più buio di mezzanotte non può fare la Ramazzotti si dichiara ben felice di aver preso parte ad un progetto caratterizzato da leggerezza e sogno. Probabilmente a spingerla verso l'esperienza è stato il ricordo di un'infanzia trascorsa tra i classici della Disney come Biancaneve e i sette nani, Cenerentola, Gli Aristogatti e Il libro della Giungla, per cui nutre una vera passione. " Quale film d'animazione mi sarebbe piaciuto doppiare? Probabilmente Aladdin e La Sirenetta. Anche se desidererei veramente molto che venisse riproposto Pinocchio attraverso le nuove tecnologie. Immaginate la scena della balena. Grazie al 3D vederlo entrare nella sua bocca potrebbe essere un'esperienza indimenticabile."

Privacy Policy