La Corrispondenza: amore, arte e morte secondo Tornatore, Irons e Kurylenko

In occasione dell'anteprima stampa di La Corrispondenza, nuovo film del premio Oscar Giuseppe Tornatore, abbiamo avuto modo di parlare di amore, morte e arte con il regista e i suoi due protagonisti, Jeremy Irons e Olga Kurylenko. In sala dal 14 gennaio.

La Corrispondenza: amore, arte e morte secondo...
La corrispondenza

2015 – Drammatico
3.0 3.0

Esce oggi in sala La corrispondenza, nuovo film del premio Oscar Giuseppe Tornatore, che, a tre anni da La migliore offerta, torna a raccontare una storia d'amore a distanza tra un uomo maturo e una donna più giovane: nel suo nuovo film il regista racconta la relazione di Amy (Olga Kurylenko), studentessa di astrofisica dal passato tormentato che si sottopone a prove fisiche estreme lavorando come stuntwoman, cercando di espiare il suo senso di colpa, ed Ed (Jeremy Irons), professore di astrofisica che ha però una famiglia e può vedere Amy soltanto per periodi limitati di tempo.

La corrispondenza: Olga Kurylenko e Jeremy Irons in un momento di passione

Per sopperire alla distanza, i due si sentono su Skype, fino a quando Ed non architetta un complicato sistema di corrispondenza, fatto di lettere, regali e filmati, una sorta di caccia al tesoro, per rimanere più tempo possibile con la donna che ama.
In occasione dell'anteprima stampa di La Corrispondenza abbiamo intervistato il regista Giuseppe Tornatore e i suoi protagonisti, Olga Kurylenko e Jeremy Irons.

Leggi anche: La corrispondenza: per Giuseppe Tornatore "l'amore è misterioso e inafferrabile"

Giuseppe Tornatore dirige e scrive La corrispondenza

Una volta un mio produttore mi disse: ricordati, quando un giorno farai un film che non avrà successo ma di cui certi cultori diranno che è il tuo migliore, tra un secolo, quando te ne andrai, quello diventerà il film più rappresentativo, ripescheranno quello.

Olga Kurylenko interpreta la studentessa e stuntwoman Amy

Non sono una persona ossessionata da quello che succederà dopo la morte: per me la cosa più importante è qui e ora.

Jeremy Irons è il professor Ed Phoerum

Credo che l'amore possa superare qualsiasi cosa: è il potere più grande che abbiamo. Auguro a tutti di averlo, usarlo e donarlo.

La corrispondenza: per Giuseppe Tornatore "l'amore è misterioso e inafferrabile"
I film più attesi del 2016: tra i tanti cinecomics e blockbuster ritornano i grandi autori!
Privacy Policy