Juno

2007, Commedia

La colonna sonora di Juno

Una soundtrack tra passato e presente per l'omonimo film di Jason Reitman, in cui i Velvet Underground vanno a braccetto con Cat Power e Buddy Holly.

Il motivo per il quale questa colonna sonora è riuscita a volare sino al numero uno nelle classifiche di vendita americane potrebbe sembrare un mistero.
Eppure Billboard parla chiaro, venerdì 1 Febbraio 2008 il soundtrack di Juno ha messo in fila colossi del calibro di Alicia Keys, Mary J. Blige e Radiohead, e lo ha fatto alla quarta settimana di presenza, quindi non grazie ad un boom imprevisto ma attraverso una costante crescita di consensi, dovuti presumibilmente al passa parola ed al successo che la pellicola sta ottenendo oltreoceano, dove continua ad incassare cifre stratosferiche guadagnandosi l'appellativo di Little Miss Sunshine della stagione in corso.
E' un'affermazione (quella del disco) dovuta anche al seguito che negli Stati Uniti continuano ad avere le inflessioni country folk, rivitalizzate negli ultimi anni grazie all'eccellente lavoro di artisti (i Wilco costituiscono solo la punta dell'iceberg) che le hanno sdoganate nel nuovo millennio.

La protagonista assoluta del soundtrack è Kimya Dawson, cantante e compositrice country - folk dall'approccio tradizionale, classe 1972, titolare di ben 5 tracce su 19, oltre ad una eseguita dai Moldy Peaches ("Anyone Else But You", ripetuta nel finale anche nella versione cantata dai due protagonisti Ellen Page e Michael Cera) e due dagli Antsy Pants ("Tree Hugger" e "Vampire"), entrambe band nelle quali la Dawson ha militato in passato.
Il regista Jason Reitman durante le riprese chiese alla protagonista del film Ellen Page che tipo di musica secondo lei avrebbe potuto ascoltare un personaggio come Juno. Ellen pensò ai Moldy Peaches ed il regista dopo aver ascoltato alcune canzoni della band se ne innamorò e subito contattò Kimya Dawson chiedendole di realizzare del materiale per il film.
Si tratta quindi per metà di un lavoro personale, al quale sono stati aggiunti degni contributi di diversa derivazione, che certamente fanno guadagnare punti ad una selezione che altrimenti si sarebbe rivelata troppo omologata verso un certo tipo di "americana".

Il paesaggio disegnato dalla compilation è a tinte prevalentemente tenui, tanto che ci si sorprende nel leggere fra le pieghe della tracklist la ragione sociale Sonic Youth: la loro esecuzione di "Superstar" conferma l'infallibilità della band newyorchese, qualsiasi sia la materia del contendere.
Il brano venne inserito nel 1994 in un album tributo ai Carpenters ed il suo ripescaggio è perfettamente in linea con la recente produzione di un Thurston Moore momentaneamente meno dedito al rumorismo sfrenato.
Contributo efficace ed estremamente caratterizzante è quello dato dai Belle and Sebastian, due fuoriclasse del neo-folk, grazie alla soffusa ballata "New York Catcher" ed alla più solare "Expectations".
Ad inizio disco è posta la filastrocca country "All I Want Is You" eseguita da Barry Louise Polisar, noto negli States in quanto autore di musiche per bambini e di parecchi children books; il brano nella pellicola viene utilizzato per gli opening credits.

Per attrarre interesse e curiosità non potevano mancare una manciata di all time classics, e così assistiamo ai meritati ripescaggi dei Mott The Hoople, buoni per tutte le stagioni con l'intramontabile "All The Yound Dudes" (qualora qualcuno ancora non lo sapesse venne "regalata" alla band di Ian Hunter da un generosissimo David Bowie, per sollevarne le sorti), e dei Velvet Underground, con un pezzo "minore" della propria discografia: "I'm Sticking With You", un outtake del loro terzo disco.
Ancora musica dal passato con "Dearest" di Buddy Holly, una delle prime icone del rock'n'roll prematuramente scomparso nella sciagurata tragedia aerea del 3 Febbraio 1959, e "A Well Respected Man", un singolo del 1965 dei The Kinks di Ray Davies.
Impeccabile come al solito la prova di Cat Power alle prese con "Sea Of Love", un estratto dal suo album Moon Pix risalente al 1999, ma in sintonia con le sue produzioni più recenti.

Soundtrack


La copertina di Juno
  • Juno
  • Data d'uscita: 15 gennaio 2008
  • Etichetta: Rhino Entertainment

1.
All I Want Is You
Barry Louis Polisar
2.
Rollercoaster (Juno Film Version)
Kimya Dawson
3.
A Well Respected Man
The Kinks
4.
Dearest
Buddy Holly
5.
Up the Spout
Mateo Messina
6.
Tire Swing
Kimya Dawson
7.
Piazza, New York Catcher
Belle and Sebastian
8.
Loose Lips
Kimya Dawson
9.
Superstar
Sonic Youth
10.
Sleep (Instrumental)
Kimya Dawson
11.
Expectations
Belle and Sebastian
12.
All the Young Dudes
Mott the Hoople
13.
So Nice So Smart
Kimya Dawson
14.
Sea of Love
Cat Power
15.
Tree Hugger
Kimya Dawson and Antsy Pants
16.
I'm Sticking With You
The Velvet Underground
17.
Anyone Else But You
The Moldy Peaches
18.
Vampire
Antsy Pants
19.
Anyone Else But You
Ellen Page and Michael Cera

La colonna sonora di Juno
Privacy Policy