La colonna sonora di Fino alla fine del mondo

Fino alla fine del mondo continueremo ad amare questo cinema e questo modo di fare musica; complimenti a Wim Wenders, maestro non solo davanti la cinepresa ma anche nell'assemblare una memorabile colonna sonora.

Quando il grande cinema chiama...
Wim Wenders è uno dei registi contemporanei che meglio riesce a coniugare pellicole d'autore a musica di primissimo ordine; il proprio stile documentaristico è da sempre accompagnato da tappeti sonori variegati e di grande qualità.

Per Fino alla fine del mondo si sono mobilitati pezzi da 90 del gotha musicale per dar vita ad una colonna sonora di cui Wenders può davvero andare orgoglioso, come scrive nelle succinte note di copertina.
I brani sono stati quasi tutti composti ad hoc o tenuti in serbo per l'occasione; ne scaturisce un soundtrack che brilla di luce propria a prescindere dal lavoro del regista. Forse solo Wenders poteva avere la personalità ed il carisma necessari per riunire tanti e tali nomi in una sola volta.
I quattro commenti sonori composti da Graeme Revell per il cello di David Darling non possono che inchinarsi ai protagonisti dell'evento: Revell ha genialmente ideato brevi instrumetals che non disturbano, non annoiano, bensì arricchiscono alcune tracce, come nel caso dell'intro che funge da preludio e si fonde alla perfezione con la superba prestazione dei Talking Heads di David Byrne, giunti al canto del cigno post-Naked ma ancora in grado di sfoderare acuti del calibro di Sex And Violins (attenzione, non "violence").

Strizza l'occhiolino ai migliori Yo La Tengo e non sarebbe dispiaciuta al Tarantino di Pulp Fiction la breve ed intensa Summer Kisses, Winter Tears disegnata da Angelo Badalamenti per la voce di Julee Cruise, entrambi freschi del successo ottenuto col tema portante di Twin Peaks.
Il dub di Neneh Cherry (quella di Manchild e Seven Seconds) dà vita a Move with Me, e l'invito a ballare non può essere rifiutato, sarebbe un'imperdonabile scortesia.

The Adversary di Crime & The City Solutions è inquietante e cavernosa, più Nick Cave dello stesso Nick Cave che pure è presente con i Bad Seeds in I'll Love till the End of the World.
Non è voluto mancare alla festa la leggenda Lou Reed con un'alternative version di What's Good, una delle sue migliori produzioni degli anni '90, già presente in Magic and Loss.
Dopo i tedeschi di culto Can con la notturna Last Night Sleep, sono pronti ad entrare in scena i R.E.M. che regalano a Wenders un outtake del pluridecorato Out Of Time: Fretless ospita (come già accaduto in Shiny Happy People) la voce della B 52's Kate Pierson[/PEOPLE].
Un fresco Elvis Costello non delude con l'orecchiabile Days e la poetessa del rock Patti Smith (in It Takes Time appare accanto al compianto marito Fred) rinnova i fasti di indiscussa guida spirituale delle nuove generazioni di cantautrici (chiedere a P.J. Harvey ed Ani Di Franco[/PEOPLE]).
I Depeche Mode sono in forma smagliante, vengono dal successone di Violator, di cui Death's Door ricalca le atmosfere: la porta a cui allude il titolo sarà quella che sta per spalancarsi sulla via di Dave Gahan?

C'è poi spazio per la coppia Jane Siberry / K.D. Lang, per le schitarrate blues di T-Bone Burnett e per uno dei primi esperimenti solisti firmati Daniel Lanois, produttore di uno degli album-faro dello scorso decennio: Achtung Baby degli U2.

Proprio da Achtung Baby è tratto (con una piccola variazione iniziale) il brano che chiude idealmente il disco e dà il titolo al film: Until the End of the World.
E fino alla fine del mondo continueremo ad amare questo cinema e questo modo di fare musica; complimenti a Wim Wenders, maestro non solo davanti la cinepresa ma anche nell'assemblare una memorabile colonna sonora.

Soundtrack


La copertina di Fino alla fine del mondo ST
  • Fino alla fine del mondo ST
  • Etichetta: Warner

1.
Opening Titles
David Darling
2.
Sax And Violins
Talking Heads
3.
Summer Kisses, Winter Tears
Julee Cruise
4.
Move With Me (Dub)
Neneh Cherry
5.
The Adversary
Crime & The City Solution
6.
What's Good
Lou Reed
7.
Last Night Sleep
Can
8.
Fretless
R.E.M.
9.
Days
Elvis Costello
10.
Claire's Theme
David Darling
11.
(I'll Love You) Till The End Of The World
Nick Cave & The Bad Seeds
12.
It Takes Time
Patti Smith & Fred Smith
13.
Death's Door
Depeche Mode
14.
Love Theme
David Darling
15.
Calling All Angels
Jane Siberry
16.
Humans From Earth
T-Bone Burnett
17.
Sleeping In The Devil's Bed
Daniel Lanois
18.
Until The End Of The World
U2
19.
Finale
David Darling
La colonna sonora di Fino alla fine del mondo
Privacy Policy