Intervista a Jessica Szohr: 'Girl' che non ama il Gossip

L'esotica e radiosa Jessica Szohr - la bella ma povera Vanessa di Gossip Girl - ha rappresentato la serie teen più intrigante, alla moda e capricciosa del piccolo schermo al 50° Festival della Televisione di Monte-Carlo. "Interrogata" sul suo rapporto con la moda, i fan, i colleghi e il futuro di Vanessa, non ha esitato a dire la sua sulle sceneggiature e a suggerire il percorso che il suo personaggio dovrebbe prendere.

I lineamenti inintellegibili del volto e lo sguardo ammaliante di Jessica Szohr quasi stonano con l'affabilità e la risata argentina con cui chiosa ogni sua risposta. L'interprete della intraprendente e squattrinata Vanessa, uno dei personaggi dall'altra parte della barricata rispetto ai ricchi e viziatissimi ragazzi dell'Upper East Side newyorchese, è una fanciulla del Wisconsin giunta a Los Angeles senza sapere bene cosa fare del proprio futuro. Un po' come la ragazza a cui presta il volto, è ambiziosa e desiderosa di fare carriera senza perdere la sua normalità e le sue passioni, come la moda vintage e gli accessori di Hello Kitty... pericolosissimi se sei una star di Gossip Girl. Ne scoprirete le insidie in questa intervista.

Qual è la parte più divertente dell'interpretare Vanessa?

Vanessa Abrams (Jessica Szohr) in una scena dell'episodio The Freshman di Gossip Girl
Non lo dico perché è il mio personaggio, ma Vanessa è la figura più realistica della serie. La percentuale di persone che possono permettersi di vivere nell'Upper East Side è veramente piccola: quando guardi Gossip Girl ti viene offerta l'opportunità di non pensare per un'oretta ai drammi della tua vita, distraendoti con le pazzie e i momenti scioccanti della serie. Tuttavia gli sceneggiatori fanno un ottimo lavoro nell'inserire elementi realistici, come la perdita dei genitori, o avere il cuore spezzato per amore, o litigare con i tuoi amici, portando in scena esperienze che possono accadere a tutti e con cui ci si può relazionare, e non solo cose un po' folli tipiche di Gossip Girl. Incredibilmente, esistono veramente persone che vivono così, che vanno a scuola accompagnate dall'autista o che ricevono in regalo borsette da 5000 dollari per il diploma. Vanessa mi piace proprio perché ha un lavoro e una vita normali, come tanti.

Hai dichiarato che interpretare Vanessa è divertente. Puoi dirci se la parte ti offre anche delle sfide?

Quando interpreti un personaggio televisivo, questo si costruisce lentamente man mano che lo interpreti; quando giri un film, dopo che hai ricevuto il copione hai un paio di mesi per entrare nel personaggio e decidere come farlo. Con Vanessa mi è capitato di vederle fare cose che non sapevo come giustificare e mi dicevo: "Ehi, ma Vanessa non si comporterebbe così!" Ma il copione era quello e così dovevo trovarmi una spiegazione plausibile e farmene una ragione.

Hai girato una scena con Hillary Duff e Penn Badgley che si può considerare molto hot per una serie come Gossip Girl: cosa ne hai pensato?

Una scena dell'episodio The Lady Vanished di Gossip Girl con Penn Badgley e Jessica Szohr
Quando ho letto la sceneggiatura sono rimasta abbastanza allibita, non pensavo che Vanessa fosse il tipo di persona interessata a esplorare certi aspetti della sessualità, ma in fondo si è trovata di fronte a un tipo di tentazione che attrae molti ragazzi. Ho pensato che per Vanessa fosse una sfida perché era una cosa che usciva di molto dal suo "perimetro di sicurezza".

È stata difficile da girare?

Personalmente mi sono trovata bene, io e Penn ci conosciamo da un bel po' ormai ed è un piacere recitare con Hillary. Abbiamo parlato, ci siamo confrontati e ci siamo messi a nostro agio, ed è andato tutto bene.

Com'è essere un modello per le ragazze che seguono la serie, ne senti la responsabilità?

Noi del cast ci rendiamo conto di avere delle responsabilità quando affrontiamo determinati argomenti, sappiamo che in molti ci guardano e si ispirano a quello che facciamo, ma siamo esseri umani anche noi e non siamo immuni dai problemi. Apprezzo veramente questa dedizione, ma contemporaneamente sento la responsabilità di quello che faccio sapendo in quanti guardano al nostro comportamento.

In Gossip Girl si vede ogni tipo di lusso. Cos'è il lusso per te?

La mia definizione di lusso nella vita vera... credo che sia poter passare del tempo con la mia famiglia, potermi concedere il lusso di stare con loro.

Jessica Szohr di Gossip Girl all'edizione 2010 del Television Festival di Montecarlo
Sappiamo che ci saranno un paio di episodi ambientati a Parigi, cosa ci puoi anticipare?

Francamente dubito che Vanessa, a meno che non vinca la lotteria, possa permettersi di fare una vacanza a Parigi. Non so quali personaggi saranno coinvolti, e non so cosa succederà al ritorno dalle vacanze estive o e chi sarà ancora amico di chi, spiacente!

Com'è la relazione con le altre ragazze del cast? Nella serie i rapporti tra Vanessa, Blair, Serena sono abbastanza complicati, come vi trovate tra di voi nella realtà?

Siamo attrici ventenni che si sono trasferite a New York senza che nessuna di noi avesse vissuto lì prima di quel momento, senza sapere quanto sarebbe durata la serie e per quanto saremmo rimaste, per cui ci siamo avvicinate molto; ora è davvero bello poter lavorare tra amici, l'atmosfera è piacevole e andiamo d'accordo!

Qual è il tu look preferito tra quello delle ragazze di Gossip Girl?

Direi che per il mio stile e i miei gusti, preferisco quello di Jenny Humphrey, non so quale preferiscano gli altri ma secondo me Serena è troppo sofisticata, troppo glamour in ogni occasione, mentre Blair è troppo perfettina e Vanessa troppo funky. Jenny, invece, ha questo look da rockstar all'ultimo grido e contemporaneamente trasmette l'impressione di non sforzarsi troppo. Ovviamente perché lei è una fashion designer, e riesce a essere femminile senza sembrare troppo ragazzina.

Com'è possibile che Vanessa, che a differenza delle altre ragazze di Gossip Girl non ha grandi disponibilità economiche, vesta con abiti firmati?

Me ne stupisco anche io, quando vado in camerino trovo capi di Mark Jacobs e mi chiedo come fa Vanessa a permettersi questi vestiti.

La star di Gossip Girl Jessica Szohr all'edizione 2010 del Television Festival di Montecarlo
Il trucco per un make-up da gala?

Arricciare le ciglia, perché gli occhi sembrano più grandi. Da non dimenticare anche per il look di tutti i giorni.

Qual è il gossip o la notizia più assurda che hai sentito su te stessa?

Un paio di anni fa ho scoperto che mi era sposata a Las Vegas! In realtà cerco di non farci caso e comunque, con le tecnologie odierne, con internet, Facebook e Twitter, i pettegolezzi non fanno che aumentare. Per inciso, non ho una pagina di Facebook né di Twitter, se le trovate, sono false! Escono notizie vere, false, buone, cattive... ma io mi limito a ignorarle e cerco di saperne il meno possibile, o mi condurrebbero alla follia!

Quali sono le difficoltà di portare avanti una relazione sentimentale sotto gli occhi di tutti? Visto che Gossip Girl è una delle serie più seguite dalla fascia teen deve essere molto difficile mantenere una vita privata.

Come la mantengo? Non ne parlo!

Qual è stato il momento in cui hai realizzato la portata del successo di Gossip Girl?

Come ho accennato, io non ero nel cast dal primo episodio, e niente a livello di popolarità si era ancora mosso quando sono arrivata a New York, perché la serie non era ancora andata in onda. Quando sono scesa dall'aereo e sono arrivata in città ho notato cartelloni immensi e manifesti pubblicitari un po' ovunque e ho pensato che fosse folle visto che Gossip Girl non era ancora partita con la prima stagione. Quando ho raggiunto il set, mi hanno assegnato la roulotte, dato da leggere il copione e mi hanno anche presentato un tipo enorme, muscolosissimo e alto più di due metri e io non riuscivo a capire quale parte potesse mai avere nella serie. È saltato fuori che era una guardia del corpo e ci sono rimasta di stucco: abbiamo bisogno di guardie del corpo?! E poi mi sono resa conto che da ogni angolo spuntavano ragazzine che mi venivano dietro, mi conoscevano e sapevano il mio nome...

Jessica Szohr, star di Gossip Girl, all'edizione 2010 del Television Festival di Montecarlo
Riesci a vivere una vita normale in quel di New York o sei sottoposta a delle limitazioni, come girare con la guardia del corpo, o a obblighi mondani?

Dipende dalla situazione e dalle varie occasioni. Io sono una persona con i piedi per terra, che tu sia un grande attore o il membro di un grande show sempre che... ti infili i pantaloni come tutti gli altri. Vivo una vita normale, sono il tipo di persona che ama stare a casa e guardarmi un film sul divano. Amo fare shopping e uscire con le amiche come qualsiasi ragazza di 25 anni che vive a New York, amo divertirmi e avere una vita sociale come tutti.

Quali sono le serie che segui?

Californication, Glee e The Office sono le mie preferite.

Ci racconti qualcosa del tuo background? Sei in parte afroamericana e in parte ungherese, è corretto?

Esatto, però non ho mai visitato l'Ungheria. Ma è un viaggio che ho in mente di realizzare.

Guardi Gossip Girl o ti limiti a girarla?

No no, non la guardo!

È perché non ti piace vederti sullo schermo?

Dopo le riprese ci capita di rivedere certe scene appena girate. Rarissimamente mi capita di sdraiarmi sul divano e vederne un po', ma è come guardare una partita che hai già giocato: ti ritrovi ad arrovellarti sul motivo per cui a un certo punto non hai passato la palla o non hai tirato. È difficile godere dell'intrattenimento offerto da uno show quando ne fai parte: io mi ritrovo a interrogarmi sui motivi per cui ho girato una scena in un modo e non nell'altro o a criticare i miei capelli.

Un'immagine di Piranha 3D di Alexandre Aja
Prossimi progetti, soprattutto cinematografici?

Un film che si chiama Piranha 3D che negli Stari Uniti è appena uscito: è girato in Arizona e diretto dal mio amico Alexandre Aja, un regista francese. Poi ho terminato le riprese di una commedia romantica che si chiama Love, Wedding, Marriage, un genere che non avevo mai affrontato e che ha rappresentato una bella sfida.

Cosa pensi del futuro di Vanessa: è destinata ad avere successo nella carriera ma a essere sfortunata in amore?

Non lo so, non so se Vanessa si ripresenterà con un nuovo ragazzo oppure se si trasferirà o se diventerà come Blair. Purtroppo non ho la più pallida idea di cosa abbiano in mente gli sceneggiatori per il suo futuro. So quello che vorrei per lei ma non so se coincide con quello che accadrà!

Cosa vorresti che accadesse?

Vorrei che prendesse un po' le distanza da quelli dell'Upper East Side, perché ormai è uscita con tutti ed è ora che finalmente frequentasse un ragazzo di Brooklyn, tanto per cambiare. Sono contenta che si trovi bene al college e nel nuovo ambiente e sono eccitata all'idea di sapere come reagirà all'sms di Nate dal quale è venuta a sapere che Dan e Serena hanno ripreso a uscire insieme dopo che lei se ne è andata. Spero che non torni e combini qualche casino...

Intervista a Jessica Szohr: 'Girl' che non ama il...
Privacy Policy