Il trono di spade: Maisie Williams e Sophie Turner a Milano

Le due giovani attrici hanno trascorso qualche giorno a Milano e ci hanno descritto il loro punto di vista circa la quarta stagione, appena partita su HBO, de Il trono di spade.

Sono due sorelle profondamente diverse Arya, la piccola Lady Oscar, e l'aggraziata Sansa, tra le poche sopravvissute della famiglia Stark, che dopo la spregevole morte del padre Ned e quella di madre e fratello alla fine della terza stagione sono rimaste tra i pochi sopravvissuti della casata. La minuta e pallida Arya e la spilungona dai capelli rossi Sansa sono state separate dagli eventi: la maggiore si trova ad Approdo del Re, mentre la spadaccina adolescente vaga per i Sette Regni. Nella realtà le interpreti delle ragazze Stark, Maisie Williams e Sophie Turner, viaggiano spesso insieme; come in occasione del tour europeo (gli attori di Il trono di spade hanno presentato la quarta stagione a Dublino, Londra e Parigi) per la promozione della serie fantasy. Noi le abbiamo incontrate a Milano dove le due ragazze hanno trascorso un paio di giorni per mostrarsi alla serata d'inaugurazione di Sky Atlantic (all'evento era presente anche Liam Cunningham, leggi la nostra intervista all'attore) e incontrare pochi membri della stampa. Maisie e Sophie, molto affiatate, hanno detto loro sulla quarta stagione che parte il 9 aprile in originale e il 18 doppiato in italiano sul canale pay.

Maisie, qual è l'aspetto se ti piace di più di Il trono di spade, sia che questo riguardi le riprese, oppure un momento della serie, oppure qualcos'altro? Maisie Williams: Adoro guardare le scene in cui sono contemplati effetti speciali, confrontando prima e dopo: ci sono le sequenze girate con il green screen, quelle con i draghi o le ombre. Mi piace vedere il risultato dopo che sono state montate e sono stati inseriti gli effetti speciali, mi piace poter ammirare la differenza tra la scena appena girata e quello che poi verrà mostrato al pubblico. E poi, ovviamente, mi piace vedere cosa succede agli altri personaggi, visto che ognuno ha la propria storyline e abbiamo tanti set sparsi in luoghi molto lontani tra loro.

Maisie Williams in una scena dell'episorio The Ponity End della prima stagione di Game of Thrones
Masie, a te non è mai capitato di girare scene con effetti speciali?
Mi piacerebbe, non sono fortunata come altri attori; invidio tantissimo l'interprete di Bran, Isaac Hempstead-Wright, che mi ha raccontato delle sue peripezie con le scene in cui deve interagire con il suo metalupo. Per lo più sono scene completamente in digitale, quindi si ritrova a interagire con una pallina da tennis infilata su un bastoncino e sperare di sembrare plausibile mentre finge di parlare con l'animale o l'accarezza.

Sophie, come andranno le cose nella quarta stagione ad Approdo del Re? Ci sarà un po' di tranquillità oppure no? Sophie Turner: Non mi risulta che vengano messi in scena matrimoni dagli esiti felici in Il trono di spade. Sappiamo che Re Joffrey si è infatuato di Margaery Tyrell, e ha deciso di prendere in sposa lei al posto di Sansa. Questa cerimonia di nozze prima o poi si dovrà tenere e quindi immagino che potrete vederne delle belle.

Sophie, quale personaggio ti piacerebbe interpretare se potessi scegliere di essere qualcun altro nella serie?
Credo proprio che vorrei essere Joffrey: sì, proprio l'aguzzino di Sansa, perché è un personaggio talmente detestato da qualsiasi spettatore che vorrei provare anch'io cosa significa interpretare un essere così odioso e poi andarmene in giro e assistere alle reazioni della gente. All'inizio, posso dire, tuttavia, di aver sperimentato qualcosa del genere perché la Sansa della prima stagione non piaceva a nessuno: io avevo tredici anni o poco più ed ero un po' invidiosa di Maisie e di altri miei coetanei membri del cast che riscuotevano successo e avevano tanti fan mentre io... non ero propriamente popolare.

Maisie, cosa puoi dirmi dell'evoluzione del tuo personaggio, che pare diventerà più oscuro?
Esatto, nella quarta stagione Arya subirà l'influenza di una figura sanguinaria come quella del Mastino, un uomo che ha fatto della violenza e della morte una professione. Come Arya ha imparato l'uso della spada dal suo maestro di scherma Syrio Forel durante la sua permanenza ad Approdo del Re, anche da Clegane assorbirà molti insegnamenti che le saranno utili per portare avanti la sua vendetta.

Game of Thrones:  Sophie Turner nell'episodio Garden of Bones
Sophie, se dipendesse da te come vorresti che finisse l'avventura di Sansa in Il trono di spade?
Tutti i membri del cast sperano che il proprio personaggio non muoia, di essere abbastanza fortunati da poter dire che George R.R. Martin ha scelto di non ammazzare in qualche modo truculento proprio chi interpretano loro. Io invece ho un sogno particolare: mi piacerebbe tantissimo che Sansa morisse nell'ultimo episodio, nell'ultima scena, all'ultimo secondo della serie e questo accadesse in modo sconvolgente!

Il trono di spade: Maisie Williams e Sophie...
Privacy Policy