Il DVD di Hiruko the Goblin

Edizione apprezzabile per il delirante horror di Tsukamoto Hiruko the Goblin. Buono l'audio, discreto il video, sufficiente il comparto degli extra.

Non è un segreto che nella produzione di Tsukamoto Hiruko The Goblin rappresenti un momento minore e indubbiamente abbastanza estraneo all'estetica del grande regista di Tetsuo e Vital, nonostante la ricorrenza della tematica legata alle ghost-story e il persistente tema della mutazione. Non che questa estraneità qualifichi necessariamente Hiruko come un film non riuscito, nonostante la scarsa fortuna critica che lo connatura. Bizzarra commistione tra slapstick e splatter, sulla falsariga di Ghostbuster Hiruko The Goblin è il primo film di Tsukamoto per una major ed è tratto dal manga di Daijiro che ha per protagonista l'archeologo Hieda specializzato in mostri, demoni e spiriti della tradizione giapponese. Un'opera dall'impronta meno caratterizzante e viscerale, ma non priva di uno sguardo mai banale sul genere e soprattutto portatrice di una libertà narrativa assoluta e probabilmente ostica per un pubblico poco pronto a accettare la stralunata carica eversiva del plot. Ad ogni modo una buona occasione per rivedere il film di Tsukamoto in attesa dell'uscita del suo ultimo Nightmare Detective.

totale 7
video 6
audio 7
extra 6
La Raro Video (che di Tsukamoto ha pubblicato tutte le sue opere più caratterizzanti) dedica al film un'edizione dvd a singolo disco di apprezzabile livello. Il video è un anamorfico 1.85:1 con una compressione non particolarmente invasiva. Buoni, nonostante qualche sgranatura, i livelli di contrasto e luminosità, un po' eccessivo il rumore video. Migliorano le cose per ciò che concerne l'audio Dolby Digital 2.0, essenziale ma nitido, bene equilibrato e avvolgente. Extra nella media: presente il trailer, un'intervista un po' troppo breve a Tsukamoto e un'intervento di Enrico Ghezzi nel suo inconfondibile stile ellittico.

Il DVD di Hiruko the Goblin
Privacy Policy