Il DVD di Body Language

In homevideo con un discreto video e un ottimo audio il film su un gruppo di ballerini che diventa una squadra per caso.

Il DVD di Body Language

Balliamo sul mondo
Variante del genere di film basati soprattutto sul ballo e sulle competizioni apparentemente impossibili, il film del 2011 Body Language è approdato adesso in homevideo. Diretto da Jeffrey Elmont, Body Language racconta le gesta di un gruppo di ballerini olandesi che si trova per puro caso assieme a un concorso da tenersi a New York. Poco prima di partire, infatti, i numerosi gruppi partecipanti apprendono che il volo gratuito messo a loro disposizione è stato annullato, ma una manciata di ragazzi decide di partire a proprie spese. Appartengono a realtà diverse, ognuno ha le proprie storie e difficoltà, ma non si perdono d'animo e uniranno le forze per partecipare comunque alla gara newyorchese. Coreografie spettacolari, musiche e balli che faranno la gioia degli appassionati del genere, anche se va messa in conto la solita dose di sentimenti e prevedibilità tipica di questi prodotti. Nel cast Floris Bosveld, Lorenzo van Velzen Bottazzi, Chandler Bullock, Luciano Hiwat, Ingrid Jansen e Sigourney Korper.

totale 7
video 7
audio 9
extra 4
Video soddisfacente con qualche flessione
Body Language è arrivato in homevideo con un DVD targato Koch Media dalla soddisfacente resa tecnica, ma quasi totalmente privo di extra. Il video è discreto e presenta un dettaglio buono sui primi piani, meno sui fondali che risultano un po' pastosi e frastagliati sui contorni, con vari accenni di aliasing. Però il quadro resta sempre molto pulito, con un bel croma vivido e colori saturi per dare corpo e intensità ai ritmi forsennati dei balli. Le scene più scure risultano più rumorose e granulose, ma hanno nel complesso una discreta tenuta.

Contenuto pubblicitario

Audio brillante e scatenato, extra quasi assenti
Di tutt'altro spessore l'audio, con un DTS italiano che risulta davvero scatenato e sorprendente per corposità, brio e potenza. I diffusori sono indiavolati durante i tanti momenti musicali o comunque movimentati, con un asse posteriore molto incisivo e presente a sottolineare la colonna sonora ma anche gli effetti direzionali con grande precisione. Ma è proprio l'impatto complessivo a colpire nel segno, con un sub muscolare e poderoso a esaltare i tanti bassi dei momenti musicali, per una traccia nel complesso superlativa per coinvolgimento e sensazione di profondità. Di buon livello la traccia originale, che risulta comunque preferibile solo nei dialoghi, più chiari e naturali.
Quasi vuoto invece il reparto dei contenuti speciali, dove troviamo solamente il trailer.

Per questa recensione la redazione di Movieplayer.it ha utilizzato TV Philips 55PFL8007K e la SoundBar Home Theater Philips HTS 9140 con Ambisound e lettore Blu-Ray 3D

Privacy Policy