Il DVD di Bianca

Edizione sufficiente in tutti i reparti, per un film che avrebbe meritato di più.

Tancredi Marchionni

Disco a doppio strato, questo, senza infamia e senza lode. La grafica della copertina, grossolana e poco curata, ha la qualità di una fotocopia a colori. I menu sono fin troppo semplici, ma assolvono al loro scopo.

Il film viene proposto nel formato originale 1.85:1 e in anamorfico. Nonostante in copertina sia pubblicizzato il restauro della pellicola, il master non appare in ottime condizioni. Per tutta la visione, infatti, imperfezioni e spuntinature intervengono a disturbare il quadro, che a tratti accusa delle flessioni di luminosità. Il relativamente alto bit-rate di compressione (7,32 Mb/sec) non riesce a nascondere una certa granulosità dell'immagine, che contribuisce ad abbassare i livelli di dettaglio e di nitidezza, comunque accettabili per un film di questa età e dal budget non elevatissimo. I colori sono sufficientemente vivi e stabili, ma a tratti poco brillanti.

In merito all'audio, si può essere abbastanza soddisfatti, viste anche le pretese non eccessive per un film di questo genere. Oltre alla traccia originale italiana, in dual mono, c'è il remix multicanale 5.1 della stessa. In entrambi i casi i dialoghi sono discretamente riprodotti e ben comprensibili, con una maggior presenza e dinamica, in occasione degli interventi musicali, a favore della traccia rielaborata.

I contributi extra consistono in un'intervista di 32 minuti ad alcuni attori del film e a qualche addetto ai lavori (ma non al regista), nel trailer (di qualità medio-bassa), in bio-filmografie degli attori principali e del regista, e in una piccola galleria fotografica.

I sottotitoli, attivabili al volo durante la visione, sono disponibili solo in italiano.

totale 6
video 6
audio 6
extra 6

Il DVD di Bianca
Privacy Policy