Il DVD de La terra dei morti viventi - Director's

L'ultimo capitolo sugli zombie firmato Romero sbarca in digitale con un'edizione DVD che non fa rimpiangere l'attesa.

Domenico Di Basilio

Confezione in amaray semplice a singolo disco, ma comunque molto ricca di extra, per l'ultimo capitolo sugli zombi firmato Romero. Il video si presenta con un bit rate medio di circa 6.5 Mb/s e formato anamorfico 2.35:1. Anche se la compressione non è così alta e il film è stato creato praticamente al buio, non si notano difetti degni di nota. Nessun artefatto nemmeno nelle zone poco illuminate, soltanto un leggero effetto di grana intorno alle luci notturne e nel cielo nelle scene diurne, forse dovuto a una poca pulizia del master, anche se il film è nuovissimo. Per il resto, i contorni dei protagonisti sono ben stagliati, forse leggermente impastati nei colori più scuri, ma la cosa non disturba.

L'audio purtroppo non è nulla di eclatante, DD 5.1 per italiano e inglese e sottotitoli per entrambe le lingue. I diffusori si comportano molto bene nella divisione, ma essendo un film ricreato sulla suspense, il sonoro è reso molto bene soltanto dal subwoofer e dal parlato che nella maggior parte delle volte però viene sovrastato dai suoni dell'ambiente circostante e risulta basso rispetto a questi ultimi.

Per quanto riguarda gli extra, anche se si trovano sull'unico disco disponibile, sono molti e interessanti: il solito ed interessante commento audio del regista per tutta la durata del film, le consuete (ed esplicative) scene eliminate e ben cinque dietro le quinte tra cui un 'making of', due featurette sulla creazione degli zombie, sul loro make up, sul casting ed ancora uno speciale sull'uso del computer nella creazione dei morti viventi, che dimostra quanto gli attori digitali siano indistinguibili da quelli reali. Chiude il tutto una divertente intervista tra Shaun, il protagonista di L'alba dei morti dementi - Shaun of the Dead e George A. Romero.

totale 8
video 8
audio 7
extra 9

Il DVD de La terra dei morti viventi - Director's
Privacy Policy