Il DVD de L'ingorgo - Una storia impossibile

Edizione insufficiente per il film di Luigi Comencini: a pesare sul giudizio un video piuttosto deteriorato e la mancanza totale di extra

Il film di Luigi Comencini ha quasi trent'anni sulle spalle, ma mantiene intatta la forza e la corrosività dell'acido ritratto che il regista offre, grazie allo stratagemma del gigantesco ingorgo nella periferia romana, sul triste campionario dei comportamenti umani.
L'edizione digitale purtroppo è meno convincente del film, soprattutto a causa di un reparto video deteriorato e per l'assoluta mancanza di extra.
Il grande problema del video, presentato nel formato 1.85:1 in anamorfico, riguarda la pulizia della pellicola, in alcuni momenti martoriata da una selva di graffi e spuntinature francamente imbarazzanti, che rivelano un'assoluta mancanza di restauro. Peccato, perché in realtà la trasposizione digitale è su livelli discreti, con un rumore video appena accennato, un croma sufficiente e livelli di definizione e contrasto decisamente soddisfacenti per un film piuttosto datato. Ma i parecchi momenti critici riguardanti la pulizia del quadro, purtroppo, vanificano gli elementi positivi.

totale 5
video 5
audio 6
extra 3
Sufficiente l'audio, una traccia monofonica che non ha molto da dare essendo il film incentrato quasi interamente sui dialoghi, restituiti dal centrale con una buona pulizia, anche se a tratti assumono toni troppo alti e leggermente fastidiosi rispetto al resto del film. Discreta la riproduzione delle musiche.
Assolutamente deludente invece il reparto extra, che è totalmente assente, senza traccia nemmeno di un misero trailer. E in un film così pieno zeppo di attori di grido, la cosa è imperdonabile.

Il DVD de L'ingorgo - Una storia impossibile
Privacy Policy