Il Blu-ray di Wolverine: L'immortale

Un video super e un ottimo audio per il film con Hugh Jackman in alta definizione. Discreto il reparto degli extra.

Il Blu-ray di Wolverine: L'immortale

Come già facilmente intuibile dal titolo, Wolverine: L'immortale è un film che estrapola in qualche modo dagli X-Men il personaggio interpretato da Hugh Jackman e ne fa il protagonista assoluto. Nel film diretto da James Mangold, dopo aver ricordato come nacque l'amicizia fra Logan e un amico giapponese, vediamo il protagonista recarsi in Giappone per rivedere una vecchia fiamma ma anche al capezzale del vecchio amico. Wolverine è in crisi, l'immortalità comincia a pesargli, ma proprio il vecchio morente sembra avere una soluzione per lui. Non mancano ovviamente scene spettacolari, azione ed effetti speciali. Nel cast anche Hiroyuki Sanada, Famke Janssen e Will Yun Lee.

totale 8
video 9
audio 8
extra 7
Wolverine: L'immortale arriva in homevideo con varie edizioni distribuite da Fox. Noi prendiamo in esame il blu-ray 2D nella sua versione cinematografica, un prodotto di altissimo livello tecnico. Il video infatti è ottimo, con una piacevole grana tutta naturale, che regala una sensazione tipicamente cinematografica davvero efficace. Il dettaglio è sempre altissimo, sia negli elementi sullo sfondo che nei primi piani, con incarnati stupefacenti per la cura dei particolari. Il quadro è nitido e dotato di un buon senso di profondità, neppure le scene più scure mostrano flessioni sul piano della definizione. Il croma è perfetto e fedele alla fotografia originale, il nero è compatto come poche altre volte è capitato di vedere, la compressione gestita in modo mirabile.

Contenuto pubblicitario

Per quanto concerne il discorso audio, l'audio italiano è presentato in DTS 5.1 half-rate, una traccia che seppur buona non può competere con il DTS-HD Master Audio 7.1 inglese, davvero devastante in certi momenti per potenza, dettaglio e impatto complessivo. Anche la traccia italiana consente comunque un buon coinvolgimento, basti ascoltare la scena iniziale della bomba decisamente notevole per impatto (in originale però ha un'altra marcia), ma anche le altre sequenze più movimentate lungo il film (ad esempio quella eccezionale dei protagonisti sul tetto del treno in corsa) rivelano un adeguato supporto dell'asse posteriore, panning puntuali e un sub dalla presenza robusta, anche se non al top.

Buoni, ma non travolgenti gli extra. troviamo una corposa sezione denominata Il sentiero di un Ronin che contiene cinque featurette. Si parte con l'ispirazione per il film (11 minuti), a seguire la progettazione e il lavoro che hanno portato dal fumetto al prodotto cinematografico (16') e quindi l'analisi della composizione della squadra omicida incaricata dell'esecuzione (19'). A chiudere la sezione il lavoro di Hugh Jackman per rivestire i panni del mutante (6') e una breve carrellata sull'evoluzione del personaggio Wolverine (2'). A completare gli extra il trailer, un finale alternativo di un minuto e mezzo e uno sguardo sul set con Bryan Singer al prossimo X-Men: Giorni di un futuro passato (3').

Per questa recensione la redazione di Movieplayer.it ha utilizzato TV Philips 55PFL8007K e la SoundBar Home Theater Philips HTS 9140 con Ambisound e lettore Blu-Ray 3D

Privacy Policy