Il Blu-ray di The Blues Brothers

Il cult con John Belushi e Dan Aykroyd approda in alta definizione con una buonissima resa audio-video. Positivo anche il reparto extra.

totale 8
video 8
audio 8
extra 7
Cult per eccellenza, The Blues Brothers ha raccolto negli anni milioni di fans in tutto il mondo, che ora possono tirare un sospiro di sollievo per l'atteso approdo in alta definizione: il leggendario film di John Landis, con John Belushi e Dan Aykroyd al loro meglio, è stato infatti trattato piuttosto bene, con un blu-ray Universal che soddisfa le attese, a parte l'assenza dell'extended cut.

Il ritmo forsennato della coppia Belushi-Aykroid che interpretano Jake ed Elwood, la loro comicità surreale, le eccezionali performance musicali dei tanti artisti presenti (da James Brown a Ray Charles, ad Aretha Franklyn, senza dimenticare tutti i componenti della banda), gli incredibili inseguimenti e la valanga di auto della polizia sfasciate sono entrate nella storia del cinema, e ben venga dunque questo blu-ray tecnicamente riuscito, il cui unico neo, come detto, è quello di non presentare anche la versione extended cut, più lunga di circa 15 minuti e che era regolamente presente nel DVD con audio originale e sottotitoli italiani.

totale 8
video 8
audio 8
extra 7
Ci si può consolare subito però con la qualità video, che evidenzia nel complesso un netto miglioramento rispetto al passato e seppur altalenante mostra una qualità media elevata. In alcuni momenti il dettaglio è molto buono, con un quadro nitido e perfino tagliente, mentre in altre occasioni diventa più morbido o talvolta addirittura un po' confuso, come in qualche scena più scura dove il particolare fa fatica ad emergere. Ma per il resto i parametri sono tutti positivi: la pulizia della pellicola, la costante sensazione di compattezza del quadro, il croma brillante, la profondità del nero, la porosità dei primi piani e dulcis in fundo una grana a volte anche consistente ma sempre naturale e dovuta al girato, a conferma che non si sono utilizzati filtri anti-rumore per manipolare il video.

Per quanto riguarda l'audio, stavolta la traccia originale è proposta in un DTS 5.1 normale, comunque più corposo e dinamico della traccia italiana presentata con la stessa codifica, che anch'essa fa un discreto salto di qualità rispetto alle edizioni DVD con un remix convincente che pur non raggiungendo timbro e calore delle tracce più recenti, soddisfa pienamente l'ascolto. In particolare per le musiche scatenate, riprodotte con un adeguato brio, e per gli effetti delle numerose scene automobilistiche, dove gli inseguimenti fanno lavorare a pieno ritmo asse posteriore e sub. L'aspetto meno convincente è quello dei dialoghi, un po' chiusi e poco fragranti, ma la resa comlessiva resta comunque una bella sorpresa.

Nel settore dedicato agli extra ritroviamo i discreti contributi già visti in passato, ovvero un corposo e interessante making of di quasi un'ora diviso in quattordici parti, che racconta genesi, produzione e lavorazione del film con aneddoti e il parere di tanti protagonisti. A completare il reparto una featurette sulla musica e la nascita della banda di circa un quarto d'ora con interviste ancora più recenti e infine un contributo-omaggio a John Belushi di una decina di minuti.

Il Blu-ray di The Blues Brothers
Privacy Policy