Il Blu-ray di New York, New York

Il film di Scorsese approda in alta definizione con una soddisfacente resa tecnica. Peccato per la mancanza dei sottotitoli su gran parte dei contenuti speciali.

Anche per un altro dei grandi film di Martin Scorsese è arrivata l'ora dell'alta definizione. Ad approdare in blu-ray è New York, New York, ritratto del mondo dello spettacolo e degli artisti, soprattutto la difficile conciliazione delle loro ambizioni con la vita privata.
La storia inizia quando gli Stati Uniti festeggiano la vittoria nella Seconda guerra mondiale: il suonatore di sax Jimmy (Roberto De Niro) incontra la cantante Francine (Liza Minnelli), sarà una storia d'amore tormentata, soprattutto dopo la nascita di un figlio. Strepitosa la colonna sonora, ottima la regia di Scorsese con alcune invenzioni visive davvero suggestive.

totale 7
video 7
audio 7
extra 6
Il blu-ray di New York, New York soddisfa sul piano tecnico, mentre gli extra dell'edizione italiana lasciano un po' l'amaro in bocca. Il video è caratterizzato da una fitta grana, che appare però in gran parte naturale e cinematografica e non toglie smalto al dettaglio. Forse qualcuno potrà storcere il naso preferendo un quadro più pulito e levigato, ma proprio l'abbondanza di grana assicura che non sono stati utilizzati filtri e la lavorazione non ha alterato questo particolare aspetto della pellicola, che comunque non è mai invasivo o tale da rovinare la visione. Anche la pulizia è buona, pochi i graffi e i segni. Convincente anche il croma, senza saturazioni o sbavature, e anche le scene meno luminose, pur particolarmente rumorose, riescono a conservare una discreta definizione. In alcuni momenti il quadro appare più morbido e un po' sfocato, ma questo non è imputabile al riversamento in blu-ray, Insomma non una resa strepitosa come in produzioni più recenti, ma un riversamento corretto. E soprattutto un netto divario rispetto al DVD.

Per quanto riguarda l'audio, a parte i dialoghi che suonano puliti ma un po' secchi. il DTS 5.1 si fa valere, anche se resta inferiore alla resa del DTS-HD originale. L'asse posteriore accompagna discretamente la scena nell'ambienza e nelle riproduzioni musicali, ma resta sempre un po' timido, visto che il grosso del lavoro lo fa comunque l'asse anteriore. La scena gode di una soddisfacente spazialità, anche se il dettaglio nella separazione dei canali non è così elevato,. Un ascolto piacevole, ma non eclatante.

Gli extra sono corposi, peccato che siano però poco usufruibili dalla maggioranza degli utenti per la mancanza dei sottotitoli italiani su gran parte del materiale. Troviamo infatti la regolare sottotitolazione solo per i 20 minuti di scene eliminate o estese. Niente da fare su tutto il resto, ovvero il commento del regista Martin Scorsese e del critico cinematografico Carrie Rickey, l'introduzione dello stesso regista (5 minuti), il lungo documentario di oltre 50' sul film diviso in due parti, la featurette su Liza Minnelli (22') e il commento ad alcune scene di Laszlo Kovacs (10').

Il Blu-ray di New York, New York
Privacy Policy