Il Blu-ray di Blind

Audio eccezionale e ottimo video per questo teso film coreano ricco di tensione tutto da scoprire in alta definizione. Buoni anche gli extra.

La collana Far East si arricchisce di un altro prodotto di qualità: Blind, diretto dal coreano Ahn Sang-hoon, è infatti un thriller teso, avvincente e di buona qualità, per certi versi vicino a certi canoni hollywoodiani, anche se a tratti forse un po' troppo tendente al melò.
La vicenda è quella di una ragazza orfana, riuscita ad entrare nell'accademia di polizia, che rimane coinvolta assieme al fratello minore in un incidente stradale: lui muore, lei invece resta cieca e si sentirà sempre responsabile per quanto accaduto. Qualche tempo dopo finisce per imbattersi in un serial killer: lei crede di montare su un taxi, in realtà finisce nell'auto dell'omicida. Riuscirà a sfuggire alla sua furia, e da quel momento sarà comunque autilissima alla polizia per scoprire l'identità del serial killer. Durante l'indagine, fa conoscenza con un ragazzo, anch'esso orfano, testimone di quanto le era successo. Il ragazzo prima la tratta male, poi quando entrambi sono in pericolo si instaurerà un rapporto di grande affetto. Nel cast Kim Ha-neul, Yoo Seung-ho, Yang Young-jo, Jo Hee-bong, Kim Mi-gyeong e Park Bo-geom.

tecnico 8
artistico 7
extra 7
Blind arriva in alta definizione con un blu-ray come detto appartenente alla collana Far East e distribuito da CG Home Video. L'edizione è di pregevole fattura tecnica. Il video è nitido e cristallino, totalmente privo di grana e rivela la sua natura digitale con una lucentezza che a tratti rende il quadro un po' soft e in qualche modo artificiale. Ma il dettaglio è incisivo, la pulizia delle immagini notevole. Semmai, in alcune delle scene più scure, c'è da fare i conti con un nero un pelo alto, mentre nell'oscurità illuminata da un accendino nel finale si fa strada qualche fenomeno di banding. Poca cosa in un contesto ottimo.

Ma a stupire è soprattutto l'audio. Anche la traccia italiana è disponibile in un DTS HD multicanale davvero esplosivo. La scena iniziale dell'incidente, il panico della ragazza cieca nel traffico, la pioggia battente in occasione del falso taxi: già tutte queste scene della prima parte rivelano un audio stupefacente per potenza, microprecisione del dettaglio e soprattutto per la perfetta separazione dei canali, con un apporto dell'asse posteriore continuo non solo nei numerosi effetti, ma anche durante la bella colonna sonora. Ottima anche la spazialità laterale e corposo l'intervento del sub, muscolare ma mai invasivo.

Soddisfacente il reparto dei contenuti speciali. Troviamo un'intervista a Stefano Locati denominata "Tra Hollywood e la Corea" di circa 20 minuti. Seguono interviste ai protagonisti Kim Ha-neul e Yoo Seung-ho, e al regista Ahn Sang-hoon, per un totale di quasi 9 minuti. A seguire un breve making of con riprese sul set di 3 minuti e mezzo e sedici trailer della linea Far East.

Per questa recensione la redazione di Movieplayer.it ha utilizzato TV Philips 55PFL8007K e la SoundBar Home Theater Philips HTS 9140 con Ambisound e lettore Blu-Ray 3D

Il Blu-ray di Blind
Privacy Policy