I personaggi de Il trono di spade: House Stark

Conclusasi la quinta stagione dello show con eventi più tragici e sorprendenti che mai, ricomincia l'attesa per il prossimo ciclo di episodi, la prossima primavera. Nel frattempo aggiorniamo la nostra serie di articoli dedicata ai personaggi dello show HBO. Riprendiamo dunque il viaggio nel freddo nord di Westeros, con gli Stark di Grande Inverno, facendo il punto sulla situazione sui protagonisti sopravvissuti e per fornire qualche elemento di backstory martiniana.

I personaggi de Il trono di spade: House Stark

Si è chiusa da pochi settimane, con uno sconvolgente cliffhanger riguardante Jon Snow, la quinta stagione dello show creato da David Benioff e D.B. Weiss e inspirato al ciclo di romanzi di George R.R. Martin noti in Italia come Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire in originale). Mentre le riprese stanno per iniziare in varie location europee (la Spagna sembra farla da padrona quest'anno, ma il quartier generale è sempre a Belfast, in Irlanda del nord), noi torniamo ad aggiornare la nostra ambiziosa esplorazione dell'ampio parco di personaggi che popolano i libri e il serial, anche per fare il punto della situazione sui frangenti in cui li abbiamo al termine dell'ultimo trionfale ciclo di episodi.

Per quanto riguarda i riferimenti al futuro dei personaggi che abbiamo voluto inserire come "valore aggiunto", un disclaimer doveroso: si tratta per lo più del frutto di congetture sul possibile proseguimento della saga, in quanto a questo punto, con il materiale degli ultimi due romanzi pubblicati, A Feast for Crows e A Dance with Dragons, praticamente del tutto esaurito, i lettori della saga si trovano nelle stesse condizioni di chi segue soltanto la serie - fatta salva l'ipotesi improbabile di una pubblicazione del sesto romanzo, The Winds of Winter, su cui George R.R. Martin è ancora al lavoro, prima della messa in onda della sesta stagione. In ogni caso, s volete evitare qualsiasi rischio di spoiler (nel caso azzeccassimo qualche previsione) vi invitiamo a saltare i capoversi relativi al futuro dei personaggi.

Cominciamo dunque con la dinastia più popolare, e più sfortunata, dell'epos martiniano: discendenti dei Primi Uomini e di una stirpe di re inchinatisi soltanto ai Targaryen dopo la conquista dei Sette Regni conseguita da Aegon e dalla sue sorelle, gli Stark sono la famiglia più antica e nobile della regione settentrionale di Westeros. La loro dimora ancestrale è il castello di Grande Inverno, una fortezza ricca di misteri nelle cui imponenti mura scorrono le acque ribollenti della fonte calda su cui è costruito, che lo rendono abitabile e accogliente. Loro, i signori di Grande Inverno, sono un po' come il loro castello: all'apparenza freddi e granitici, figure alte e sottili dai capelli scuri e dagli algidi occhi grigi, gli Stark sono in realtà dotati di cuore, compassione, e onore. Nel loro stemma è rappresentato un metalupo grigio su sfondo bianco ghiaccio; il loro motto, per i pochissimi che ancora non lo sapessero, è "L'inverno sta arrivando."

l personaggi de Il trono di spade: House Lannister
I personaggi de Il trono di spade: House Targaryen
I personaggi de Il trono di spade: House Baratheon
I personaggi de Il trono di spade: la Guardia della Notte e il Popolo Libero
I personaggi de Il trono di spade: i membri del Concilio ristretto

Eddard Stark (Sean Bean)

Sean Bean nell'episodio The Wolf and the Lion di Game of Thrones

E' con il suo punto di vista che si apre l'epopea delle Cronache del ghiaccio e del fuoco e della sua riduzione televisiva, Il trono di spade. Il patriarca di Grande Inverno è un uomo pallido e silenzioso, profondamente innamorato della moglie, fermo eppure affettuoso con i figli, equanime e generoso con i suoi vassalli. Ma Ned è anche un amico e un suddito leale per Re Robert Baratheon, l'uomo che ha aiutato, quindici anni prima, a conquistare l'Iron Throne di Approdo del re, e non può negarsi al dovere quando questi gli chiede di seguirlo nella Capitale per assumere il ruolo di Primo Cavaliere del Re. Il tratto che lo caratterizza più di ogni altro è il suo forte senso dell'onore, che gli ha fatto difetto in un'unica, cospicua occasione, quando ha dato i natali ad un figlio illegittimo, Jon Snow.

Status
Decapitato per ordine di Re Joffrey Baratheon nell'episodio La confessione (1x09, Baelor)

Il futuro
Giustiziato pubblicamente nella parte finale della prima stagione dello show e nel primo romanzo della saga, A Game of Thrones, Ned Stark è sempre presente nella memoria dei suoi cari e dei suoi nemici nel proseguimento della saga. La struttura narrativa adottata da Martin e dalla serie TV non prevede l'uso di veri e propri flashback, ma la possibilità che torni in scena nelle visioni di qualche personaggio dotato di poteri particolari (si può anche dire ormai: suo figlio Bran) naturalmente non è esclusa.

Brandon Stark

Il fratello maggiore di Eddard era un uomo diverso da lui, più fiero, aggressivo e testardo. A lui era promessa in sposa Catelyn Tully, ma Brandon perì, assieme al padre, a causa della furia del Re Folle Aerys Targaryen, e quindi la primogenita di Delta delle Acque andò in sposa a Eddard.

Status
Defunto da oltre 15 anni.

Benjen Stark (Joseph Mawle)

Il trono di spade: Joseph Mawle in una scena dell'episodio Lord Snow

Fratello minore di Eddard, ha preso il nero in giovane età, diventando uno dei ranger più validi al servizio del Comandante Jeor Mormont. Poco dopo l'arrivo di Jon Snow a Castello Nero, parte per una missione di ricognizione a nord della Barriera, per non fare più ritorno.

Status
Attualmente disperso oltre la Barriera, non si hanno sua notizie da mesi e i suoi compagni di spedizione sono stati ritrovati zombificati dagli Estranei.

Il futuro
Il suo destino è in sospeso da tempo, ma ci risulta difficile credere che, in qualche maniera e in qualche forma, non reincontreremo Benjen oltre la Barriera prima della fine de Il trono di spade.

Lyanna Stark

Lyanna

Sorella minore di Brandon e Eddard, poco più grande di Benjen, Lyanna era una giovane bellissima, volitiva e coraggiosa, un'abile cavallerizza con un carattere più vicino a quello del fratello più grande che a quello di Ned. Non aveva 16 anni quando, promessa in sposa all'amico fraterno di Ned, Robert Baratheon, fu rapita dal principe Rhaegar Targayen, gesto che innescò la "Ribellione di Robert". Il fratello la ritrova morente nella Torre della Gioia, nelle montagne di Dorne, dove Rhaegar, impegnato in battaglia contro Robert, l'aveva lasciata in custodia alla sua Guardia Reale, che Ned è costretto ad affrontare per liberare la sorella. Nel romanzo A Game of Thrones, uno degli ultimi pensieri di Eddard Stark è per lei, e per la misteriosa promessa che, pochi istanti prima di morire, Lyanna gli ha strappato. Dopo la morte di Ned, soltanto una persona nei Sette Regni rimane a parte di questo segreto, Howland Reed, il signore di Torre delle Acque Grigie, unico sopravvissuto, insieme a Ned, della battaglia alla Torre della Gioia.

Status
Defunta da quasi vent'anni.

Il futuro
Siamo abbastanza fiduciosi che in qualche modo, prima o poi, scopriremo qualcosa in più su Lyanna e il suo segreto.

Catelyn Tully - Lady Stark (Michelle Fairley)

Michelle Fairley nell'episodio The Kingsroad di Game of Thrones

La splendida figlia maggiore di Hoster Tully era, come detto, promessa in sposa a Brandon Stark, per siglare l'alleanza tra due delle casate più importanti dei Sette Regni. Dopo la morte di Brandon, i Tully decidono di darla comunque in sposa in casa Stark, e quindi al secondogenito Eddard. Nonostante questa incerta unione, con il tempo Cat e Ned imparano ad amarsi profondamente; l'unica cosa che lei non riesce a perdonargli è la sua insistenza a tenere il bastardo Jon Snow, che lei odia, a Grande Inverno, per crescerlo con i suoi figli. Catelyn è una donna passionale, molto intelligente, non digiuna di strategia, ma a volte, per amore dei figli, è indotta a prendere decisioni avventate e potenzialmente pericolose: la cattura di Tyrion Lannister, la promessa di matrimonio a Walder Fey, la liberazione di Jaime Lannister sono tra queste.

Status
Cade vittima, insieme al figlio Robb e a centinaia di valorosi uomini del Nord, dell'agguato organizzato da Tywin Lannister, Walder Frey e Roose Bolton, durante il matrimonio di suo fratello Edmure, le cosiddette Nozze Rosse (ep. 3x09, Le piogge di Castamere.

Il futuro
La speranza di rivederla è purtroppo tramontata per una delle scelte di adattamento che più sono spiaciutea George R.R. Martin (se volete sapere tutto, cercare "Lady Stoneheart" su Google).

Robb Stark (Richard Madden)

Un primo piano di Richard Madden nella sere tv Game of Thrones

Il primogenito di Ned e Cat è un ragazzo molto promettente, con la bellezza dei Tully e la fierezza degli Stark. Costretto a muovere guerra ai Lannister dopo la cattura e l'omicidio del padre, Robb si dimostra immediatamente un leader carismatico e uno stratega sorprendentemente abile, capace di sconfiggere e fare prigioniero Jaime Lannister e di avanzare, vittoria dopo vittoria, nel territorio di Lord Tywin. I suoi vassalli lo proclamano "Re del Nord", incoraggiandolo a rivendicare l'indipendenza della regione dal trono di Approdo del Re. Come i suoi fratelli, ha un metalupo, Vento Grigio.

Status
Viene ucciso alla Torri Gemelle insieme a sua madre, a Vento Grigio, ai suoi uomini e (nella serie TV) alla giovane moglie incinta Talisa.

Il futuro
Ahinoi, il Giovane Lupo è una leggenda che appartiene al passato. Come suo padre prima di lui, Robb diventerà un simbolo che incoraggerà alla lotta i vassalli del Nord rimasti fedeli agli Stark.

Jon Snow (Kit Harington)

Game of Thrones: Kit Harington nell'episodio The Ghost of Harrenhal

Il bastardo di Ned Stark è un giovane valoroso e versato nelle armi quanto suo fratello Robb, ma rispetto a lui è più timido e gentile d'animo. Dei piccoli Stark, quella a cui Jon è più legato è Arya, che, oltre ad avere come lui i tratti tipici della stirpe di Grande Inverno, laddove Robb, Sansa, Bran e Rickon hanno tutti il ricco colorito dei Tully, è l'unica che non gli faccia mai pesare le sue origini illegittime. A neanche quindici anni (ma nella show HBO è più grande, come tutti gli altri giovani personaggi), però, Jon deve separarsi da lei per partire verso la Barriera dove, assieme allo zio Benjen, dedicherà la sua vita a proteggere i Sette Regni dalle minacce che incombono dall'estremo settentrione. Come i suoi fratelli, Jon ha un metalupo, ma il suo è albino, e porta il nome di Spettro.
Jon non conosce nemmeno il nome di sua madre; Ned, alla partenza per Approdo del Re, gli aveva promesso di rivelarglielo al suo ritorno, ma, come sappiamo, i Lannister l'hanno fatto tacere per sempre; George R.R. Martin, tuttavia, sembra fornire nei romanzi diversi indizi sulle origini di Jon, e buona parte dei lettori delle Cronache, inclusa quella impegnata nella stesura di questo articolo, sono convinti di aver mangiato la foglia. Tra l'altro i creatori dello show David Benioff e D.B. Weiss raccontano che, nel decidere se affidare loro l'adattamento televisivo della saga, George R.R. Martin li mise alla prova, chiedendo chi fosse, secondo loro, la madre di Jon. Il test fu passato, ma i candidati, ovviamente, non hanno divulgato la risposta!

Status
Divenuto Lord COmandante della Gurdia della Notte e aver toccato con mano l'inarrestabile minaccia degli Estranei e del loro esercito di non-morti ad Aspra Dimona, Jon inizia a prendere decisioni sempre più impopolari che gli cosano molto care. Alla fine della quinta stagione, infatti, lo vediamo cadere sotto i colpi di Ser Alliser, di Olly e di altri "congiurati": la sua morte unisce il sangue, il ghiaccio e l'oscurità.

Il futuro
E qui viene il bello. Jon è morto davvero. Sembrerebbe di sì. Tornerà lo stesso? Noi ne siamo convinti. Il ritorno di Melisandre a Castello Nero, dopo la disfatta di Stannis, potrebbe servire proprio a questo...

Leggi anche:
Il trono di spade: 10 teorie per la sessta stagione, Jon Snow e altri misteri

Sansa Stark (Sophie Turner)

Game of Thrones:  Sophie Turner nell'episodio Garden of Bones

Sansa è una perfetta nobildonna in miniatura che ha ereditato la fulgida bellezza materna e sogna di diventare regina: il suo desiderio sembra a un passo dal diventare realtà quando suo padre accetta di darla in matrimonio a Joffrey Baratheon, l'erede al trono di Re Robert. Ma durante il viaggio verso Approdo del Re Sansa, proprio a causa di Joffrey, perde il suo metalupo Lady, e finisce nelle grinfie dell'ambiziosa e manipolatrice madre del suo promesso sposo, Cersei, che la metterà contro suo padre. Sansa, tuttavia, non è una ragazza stupida, e con il tempo dimostrerà coraggio, acume e capacità di adattamento alle situazioni più difficili.

Contenuto pubblicitario

Status
Prigioniera e vittima ancora una volta, e per giunta dell'unico uomo peggiore di Joffrey Baratheon dei Sette Regni, Ramsay Bolton, Sansa abbraccia l'ultima speranza saltando con Theon/ Reek dalle mura di Grande Inverno, probabilmente diretta verso l'ennesima terrificante avventura.

Il futuro
La vicenda di Sansa ha preso una piega molto diversa da quanto narrato negli ultimi romanzi. Sfuggita ai Bolton, potrebbe dirigersi verso l'unico luogo dove spera di poter trovare aiuto, ovvero Castello Nero, affrontando l'inverno che avanza...

Arya Stark (Maisie Williams)

Maisie Williams in una scena dell'episodio Baelor di Game of Thrones

Anche per contrasto con sua sorella Sansa, sempre elegante e ineccepibile, Arya cresce selvaggia e incontrollabile, sognando di potersi esercitare nell'uso delle armi come fanno Robb, Jon e Bran. Simile a sua sua zia Lyanna sia fisicamente che nella personalità, Arya ha chiamato il suo metalupo Nymeria, in onore della leggendaria regina guerriera dei Rhoynar che attraversò il Mare Stretto e conquistò la regione di Dorne dopo essersi alleata con la casata dei Martell. Arya è costretta a separarsi dall'animale, che fugge nei boschi, quando Nymeria attacca Joffrey Baratheon per difendere la sua padroncina. Non potendo fare uccidere Nymeria, la regina Cersei impone che venga messa a morte Lady, creando una ulteriore frattura tra le due sorelle Stark.
Per volere di Ned, Arya ha preso lezioni di scherma con Syrio Forel, ma, dopo la morte di suo padre, la bambina si trova da sola in un mondo ostile, e inizia ben presto a fare mostra di una tempra incredibile e di eccezionali qualità di piccola combattente. Ma Arya è anche molto vendicativa, e ogni sera, prima di dormire, ripete i nomi delle persone a cui farà pagare caro ciò che hanno inflitto alla sua famiglia.

Status
Impegnata nel suo addestramento come "Uomo senza volto" nella Casa del Bianco e del Nero di Braavos, Arya ha appena cancellato il nome di Ser Meryn Trant dalla sua lista. Ottenendo, come punizione, un'improvvisa e inspegabile cecità.

Il futuro
La sua nuova condizione sarà l'ennesimo strumetno per trasformare la minore delle sorelle Stark in un'assassina sempre più inesorabile. Ma poi Arya andrà avanti...

Bran Stark (Isaac Hempstead-Wright)

Il trono di spade: Isaac Hempstead-Wright in una scena dell'episodio Dark Wings, Dark Words

Il più introverso e solitario dei piccoli Stark, Bran ama sopra ogni cosa esplorare Grande Inverno e arrampicarsi sui suoi antichi torrioni. Una passione che, come sappiamo, gli costa cara, perché fa sì che colga Cersei e Jaime Lannister in flagranza d'incesto; di conseguenza, quest'ultimo lo spinge giù da un'altezza notevole per ucciderlo. Dal coma Bran si risveglia senza l'uso delle gambe, ma con nuove, straordinarie facoltà; tutti i giovani Stark hanno, infatti, qualcosa del warg, e un legame misterioso con i loro metalupi. Ma il legame tra Bran e il suo Estate è il più forte e prodigioso, e prelude a un misterioso destino che attende il ragazzo a nord della Barriera.

Status
Dopo il lungo viaggio affrontato grazie all'aiuto di Hodor e dei due figli adolescenti di Howland Reed, Meera e Jojen, Bran è arrivato finalmente al cospetto del Corvo con tre occhi, che si rivela essere un uomo vecchissimo che vive nel cuore di un albero-diga, assistito dai membri di un popolo creduto estindo da centinaia di anni, i Figli della Foresta.

Il futuro
Il corvo con tre occhi è l'ultimo Veggente Verde, e Bran Stark, con ogni probabilità, è il suo successore. E' in questo senso che il ragazzo non tornerà mai a camminare, ma potrà volare. Nel tempo e nello spazio, aprendo nuove possibilità e scenari per le ultime due stagioni dello show.

Rickon Stark (Art Parkinson)

Game of Thrones: un momento dell'episodio Valar Morghulis

Il piccolo di casa Stark ha (nei romanzi) appena tre anni quando il disastro travolge la sua famiglia. Di lui sappiamo due cose: è toccato dai doni profetici di Bran, perché sogna il padre morto prima ancora che la notizia dell'esecuzione di Eddard arrivi a Grande Inverno, ed è un bambino particolarmente rabbioso, cosa che si riflette sul suo metalupo Cagnaccio, più aggressivo e difficile da controllare rispetto ai suoi fratelli Vento Grigio, Lady, Nymeria, Estate e Spettro.

Status
Rickon, separatosi da Bran, è in viaggio in incognito verso L'Ultimo Focolare, il castello degli Umber, protetto dalla scaltra bruta Osha e dalla persuasione pressoché universale che lui e suo fratello siano stati uccisi da Theon Grejoy dopo il sacco di Grande Inverno. Non lo abbiamo visto comparire nella quarta stagione de Il trono di spade.

Il futuro
Quando i feudatari fedeli agli Stark scopriranno che Rickon è vivo, si prodigheranno per proteggerlo, e il progetto di Tywin Lannister per la conquista del Nord incontrerà nuovi e notevoli ostacoli.

Non sono membri della famiglia, ma sono importanti accoliti degli Stark e personaggi che hanno un certo rilievo nella vicenda, quindi aggiungiamo a questa lista:

Hodor (Kristian Nairn)

Un'anima semplice, in grado di prounciare una sola parola ("Hodor" , quando il suo nome, in realtà, sarebbe Walder), Hodor è da sempre l'addetto alle stalle di Grande Inverno prima che le calamità inizino ad abbattersi sugli Stark. Data la sua stazza e la sua docilità, Hodor viene incaricato di trasportare Bran dopo il suo incidente, e, dopo l'incendio del castello, lo accompagna nel suo viaggio verso Nord.

Status
Nel finale della quarta stagione Bran ha imparato a prendere il controllo del corpo di Hodor con una certa facilità. L'uomo, infatti, è giunto con Bran alla caverna del Corvo con tre occhi.

Il futuro
Il destino di Bran è volare senza bisogno di muoversi: Hodor, però, potrebbe essergli ancora d'aiuto per qualche tempo.

Osha (Natalia Tena)

Osha

Membro di un gruppo di Bruti scesi a sud della Barriera che attaccò il piccolo Bran per derubarlo, Osha fu risparmiata da Robb Stark e presa a servizio (in catene) a Grande Inverno. In seguito, la giovane donna, che è forte, coraggiosa e intelligente, matura un certo legame con la famiglia, e la sua devozione per Bran e Rickon la spinge a proteggerli e ad accompagnarli verso nord, anche quando ormai potrebbe fuggire: Osha non parla molto di ciò che la terrorizza oltre la Barriera, ma è indubbiamente sollevata quando (nella serie TV, perché nei libri questo passaggio è appena accennato) Bran decide di proseguire verso nord con i Reed, Hodor e Estate, e chiede a lei di portare Rickon e Cagnaccio all'Ultimo Focolare.

Status
E' in viaggio in cerca di approdo sicuro per il piccolo Rickon Stark. Durante la quarta stagione non siamo stati aggiornati sulla loro situazione.

Il futuro
E' diventata una paladina per i piccoli Stark, e non c'è ragione di pensare che possa tradire Rickon.

Meera Reed (Ellie Kendrick)

Il trono di spade: Thomas Sangster ed Ellie Kendrick in una scena dell'episodio The Climb

La figlia maggiore di Howland Reed, fedelissimo e grande amico di Eddard Stark, a sedici anni è già una guerriera e cacciatrice provetta. E' lei, grazie al suo arco, a procurare il cibo a suo fratello Jojen e a Bran durante il lungo e durissimo viaggio verso nord.

Status
Giunta insieme a Bran alla caverna del Corvo con tre occhi, Meera ha appena visto morire suo fratello.

Il futuro
Consegnato Bran al suo destino, perduto Jojen, il suo ruolo nel futuro della storia potrebbe esaurirsi presto.

Jojen Reed (Thomas Sangster)

Il più giovane dei Reed è un ragazzo introverso, piuttosto cagionevole di salute, ma molto intelligente, oltre che dotato della capacità di fare sogni profetici. Le sue visioni e la lealtà della sua famiglia nei confronti degli Stark lo inducono ad aiutare Bran nella sua misteriosa missione.

Status
Indebolito dal freddo e dagli stenti, Jojen è arrivato già allo stremo delle forze alla caverna del Corvo con tre occhi, e soccombe all'attacco dei non-morti che soltanto la magia dei Figli della Foresta riesce ad arginare.

Il futuro
Jojen potrebbe continuare ad essere, anche da morto, una sorta di guida spirituale per Bran.

E qui finisce la nostra pagina dedicata alla casata degli Stark, alla fine della quinta stagione. L'idea è quella di continuare ad aggiornarla in seguito ai nuovi sviluppi che porterà con sé la prossima quindi, se volete, tornate a trovarci a Grande Inverno il prossimo anno, dopo la fine delle trasmissioni della sesta stagione de Il trono di spade.

I personaggi de Il trono di spade: House Lannister
I personaggi de Il trono di spade: House Targaryen
I personaggi de Il trono di spade: House Baratheon
I personaggi de Il trono di spade: la Guardia della Notte e il Popolo Libero
I personaggi de Il trono di spade: i membri del Concilio ristretto

Valar Morghulis: Le morti più significative ne Il trono di spade
Il trono di spade: la nostra guida ai personaggi
Privacy Policy