The Tournament, Naked e gli altri consigli homevideo della settimana

Un direct to video nel quale un violentissimo gioco vinci o muori è oggetto di scommesse, e la riscoperta di un bel film di Mike Leigh sono al centro delle nostre proposte della settimana. Ma largo anche al divertimento con Un milione di modi per morire nel West e all'arrivo in HD di A proposito di Schmidt con Jack Nicholson.

The Tournament, Naked e gli altri consigli...
Ving Rhames in The Tournament

Come sempre variegata la proposta settimanale di titoli homevideo da scoprire. Va innanzitutto segnalata l'arrivo direct to video di The Tournament, film del 2009 mai uscito prima in Italia su un violentissimo gioco nel quale partecipano spietati assassini e dove vince solamente chi sopravvive. Nuova edizione DVD invece per Naked - Nudo, bel film di Mike Leigh di oltre vent'anni fa che valse un riconoscimento a Cannes per il protagonista David Thewlis.

Ma c'è spazio anche per la risata con lo scatenato Seth MacFarlane che trasferisce la sua vena dissacrante nel genere western, arruola un super cast (fra cui Charlize Theron) e confeziona Un milione di modi per morire nel West. E per finire, ecco l'arrivo in alta definizione di A proposito di Schmidt, film grazie al quale Jack Nicholson vinse il Golden Globe nel 2003.

Reality show vinci o muori: The Tournament

Ving Rhames in The Tournament

A sei anni dalla sua uscita del 2009, arriva in Italia direttamente in homevideo grazie a Koch Media The Tournament, spettacolare film d'azione britannico con vari sconfinamenti nell'horror-splatter diretto da Scott Mann. Interessante la premessa, che ricorda un po' i reality show ma in versione violenta, o anche il futuro distopico di Hunger Games: in pratica ogni sette anni in una parte diversa del mondo si organizza un gioco che dura 24 ore del tipo vinci o muori. A partecipare infatti sono 30 assassini che devono uccidersi fra loro, e all'unico che sopravvive va un enorme premio in denaro: a tutti sono stati impiantate delle microspie per controllarli e ogni partecipante possiede un piccolo schermo che indica l'avvicinarsi degli avversari. Sul tremendo gioco si accettano scommesse. Il film, dopo un breve prologo con il finale della gara precedente vinta da Joshua Harlow, racconta la gara seguente sette anni dopo, che si svolge in Inghilterra. Violenza, spari, lotte e un mare di sangue. Nel cast Robert Carlyle, Kelly Hu, Liam Cunningham e Ving Rhames.

Locandina di The Tournament
Totale 7
Video 7
Audio 8.5
Extra 4

The Tournament come detto è arrivato in homevideo grazie a Koch Media, anche in alta definizione, con un blu-ray che fa dell'audio il suo pezzo forte. Per quanto riguarda il video, la resa è soddisfacente ma piuttosto altalenante. In certi frangenti infatti il quadro è un po' rumoroso ma soprattutto molto morbido, in altri invece il dettaglio spicca in maniera più netta con incarnati porosi e particolari bene in rilievo. Forse anche a causa della fotografia, gli stessi incarnati a tratti sono innaturali, ma per il resto la visione è molto piacevole e l'alta definizione emerge quasi sempre con buona nitidezza. Molto più convincente però l'audio, anche grazie al fatto che la traccia italiana può beneficiare di un DTS HD, proprio come quella originale. E una traccia lossless è il modo migliore per esaltare la tantissima azione che c'è nel film, che fra combattimenti e sparatorie chiama continuamente in causa l'asse posteriore, che da parte sua risponde in maniera puntuale e aggressiva. Di ottimo impatto anche il sub, che ha varie occasioni di far sentire i suoi muscoli con bassi profondi e potenti. I dialoghi in mezzo al trambusto restano percepibili e puliti, comunque lo spettatore sarà sicuramente soddisfatto per il costante senso di violento coinvolgimento che trasuda da tutti i diffusori. Unico reparto sottotono quello dei contenuti speciali, che presenta solamente il trailer.

MacFarlane fa il cow-boy: Un milione di modi per morire nel west

Charlize Theron in una scena di Un milione di modi per morire nel West con Seth MacFarlane

La vena dissacrante e politicamente scorretta di Seth MacFarlane sbarca nel western. Dopo lo sboccato orsacchiotto Ted, il comico ha scritto, diretto e interpretato Un milione di modi per morire nel West, raccogliendo attorno a sé un cast prestigioso (Charlize Theron, Liam Neeson, Amanda Seyfried e Giovanni Ribisi), ma non rinunciando alla sua rituale irriverenza. Il film si svolge nell'Arizona del 1882 e MacFarlane interpreta l'allevatore Albert, timoroso di fronte alle difficoltà di sopravvivere nel Far West, che dopo essersi ritirato da un duello viene lasciato dalla sua ragazza Louise per il baffuto parrucchiere del villaggio. Ma in città arriva la bellissima quanto misteriosa Anna, in realtà moglie di un temibile bandito. I due però si innamorano e sarà proprio lei a dargli il coraggio necessario per affrontare non solo il marito fuorilegge in cerca di vendetta, ma anche vincere finalmente le sue paure. Non manca qualche gag davvero divertente, ma il film soffre anche di momenti di stanca e talune volgarità sembrano fini a se stesse. Decisamente spassosi invece alcuni brevi camei.

Contenuto pubblicitario
Un milione di modi per morire nel West: la locandina italiana
Totale 7.5
Video 8
Audio 7.5
Extra 7

Un milione di modi per morire nel West è arrivato in homevideo anche in alta definizione con un blu-ray targato Universal di notevole qualità tecnica e discreto negli extra. Il video è nitido e ben dettagliato, a parte un paio di momenti più morbidi, ma il quadro assicura una piacevole profondità di campo e una resa complessiva di valore. Il croma è abbastanza naturale e sobrio, per diventare un po' più acceso nella sequenza delle allucinazioni del protagoniste. Insomma un video ottimo, paradossalmente quello che lascia perplessi è proprio l'eccessiva nitidezza e quasi artificiosità del girato in digitale, che stride con l'ambiente western, tradizionalmente polveroso e più sporco dal punto di vista cinematografico. Ma qui si toccano altri aspetti e la bontà del riversamento non c'entra nulla. Molto buono anche l'audio, anche se il DTS italiano, pur valido, non riesce a eguagliare il DTS HD inglese per dinamica e precisione del dettaglio più fine. In ogni caso l'ascolto è molto ricco, ci sono parecchi effetti sonori anche improvvisi durante il film e i diffusori sono tutti molto attivi, con grande cura della direzionalità e della separazione dei canali. Buon impatto anche del sub, mentre la colonna sonora che richiama toni epici western avvolge in modo efficace lo spettatore. Discreti gli extra. Oltre al commento audio, è presente un inizio alternativo (3' e mezzo), un breve finale alternativo, alcune scene eliminate o estese (11'), papere sul set (6') e quindi due featurette, entrambe di 10 minuti, con dietro le quinte, interviste, sguardi alle location, ai costumi e alla colonna sonora.

Il vagabondo filosofo di Mike Leigh: Naked - Nudo

Una scena di Naked - Nudo

Un Mike Leigh di oltre vent'anni fa tutto da scoprire quello arrivato in homevideo in una nuova edizione: il film è Naked - Nudo e narra le avventure tragicomiche del vagabondo Johnny, interpretato da uno straordinario David Thewlis che per questa interpretazione venne premiato a Cannes. Johnny da Manchester va a Londra per trovare l'ex fidanzata Louise (Lesley Sharp). Incontra dapprima solo Sophie (Katrin Cartlidge), che si concede presto alle sue proposte amorose, poi esce e nella notte incontra una serie di personaggi ai margini della società, con cui filosofeggia sulla sua visione della vita. Verrà anche aggredito da dei teppisti, e quando cerca ricovero ritornando a casa di Louise, trova Jeremy (Greg Cruttwell), un ricco squilibrato e sadico che scoprirà essere il fidanzato di una terza inquilina della casa, l'infermiera Sondra (Claire Skinner). In mezzo a un pessimismo piuttosto marcato, che permea le esistenze di personaggi emarginati, emerge prepotente la tagliente ironia del protagonista, che con le sue battute fra cinismo e autodistruzione colpisce indubbiamente nel segno.

La locandina di Naked - Nudo
Totale 6.5
Video 7.5
Audio 6.5
Extra 4

Naked - Nudo è arrivato in DVD con un'edizione targata CG Entertainment proveniente da un nuovo master HD. E pur con i limiti fisiologici del formato DVD, va detto che la qualità che emerge dal video è decisamente apprezzabile. Innanzitutto va sottolineata la pulizia del quadro, privo di segni o graffi, inoltre le immagini conservano una discreta compattezza anche in condizioni oggettivamente difficili, considerato che gran parte del film si svolge di notte o in ambienti piuttosto cupi. Certo, soprattutto sui fondali c'è qualche sgranatura e a tratti il nero affoga i particolari con il dettaglio che fatica a emergere, ma il risultato complessivo è davvero buono e alcuni momenti sono indubbiamente efficaci. Più che sufficiente l'audio, un dolby digital 2.0 sia per la traccia italiana che per quella inglese, che consente un ascolto corretto con dialoghi puliti, ma offre una scena sonora notevolmente chiusa e dal timbro un po' secco. Naturalmente preferibile la traccia originale, soprattutto per apprezzare l'interpretazione di David Thewlis. Negli extra è presente solamente il trailer.

Una scena di Naked - Nudo

Un Jack Nicholson da Golden Globe: A proposito di Schmidt

Jack Nicholson in una scena del film A proposito di Schmidt

Due Golden Globe, uno per Jack Nicholson e un altro per la sceneggiatura, oltre a due nomination agli Oscar: nel 2003 A proposito di Schmidt non passò certo inosservato e confermò le qualità del regista Alexander Payne. Protagonista assoluto il grande Jack Nicholson nei panni di Warren Schmidt, afflitto da depressione dopo l'entrata in pensione e una vita scialba e grigia. Per giunta la moglie (June Squibb) muore all'improvviso e Warren, dopo aver adottato un bambino a distanza, decide di darsi una scossa mettendosi alla guida del suo gigantesco camper e intraprendere un lungo viaggio verso Denver per il matrimonio della figlia (Hope Davis), che sta per sposarsi con un uomo (Dermot Mulroney) che lui reputa non adatto. Gli capiteranno parecchie cose, soprattutto l'incontro con la vulcanica e disinibita mamma del genero, interpretata da Kathy Bates.

La locandina di A proposito di Schmidt
Totale 7
Video 7
Audio 7.5
Extra 6.5

A proposito di Schmidt, a dodici anni di distanza dalla sua uscita, è arrivato in homevideo anche in alta definizione, con un blu-ray targato Warner tecnicamente discreto. In effetti il video, pur soddisfacente, non incanta: ovviamente va tenuto in conto lo stile sobrio di Payne e le scelte fotografiche, con luce naturale e colori realistici che danno al quadro una sensazione un po' piatta con un croma non certo esuberante. Ma a parte questo il dettaglio colpisce positivamente solamente su incarnati ed elementi in primo piano, mentre fondali ed elementi sullo sfondo appaiono leggermente impastati. Sembrano esserci anche un paio di oscillazioni del quadro, per il resto il video è pulito e solido. Sul fronte audio il dolby digital italiano fa il suo dovere, per una commedia molto tranquilla sul piano sonoro: dialoghi puliti, voce fuori campo potente e chiara, bella resa della colonna sonora ed effetti di ambienza sparsi qua e là sui diffusori, anche se sotto questo aspetto il DTS HD inglese si dimostra più incisivo e preciso. Per quanto riguarda gli extra, troviamo innanzitutto dei brevi corti con tanto di introduzione sulle sequenze introduttive della torre dove ha lavorato Schmidt. Per il resto, oltre al trailer, troviamo nove scene eliminate per un totale di ben 30 minuti, tutte introdotto da una nota testuale.

Le prossime uscite: Una folle passione e Under the Skin

Il 18 marzo Eagle Pictures propone Joe, Big Bad Wolves e soprattutto Una folle passione con Jennifer Lawrence e Bradley Cooper e per 01 Distribution. Il 19 marzo tante le uscite targate 01 Distribution, a partire dal Pasolini di Abel Ferrara, per poi andare a Posh e la commedia italiana Fratelli unici con Luca Argentero e Raoul Bova. Sempre il 19 marzo usciranno anche Under the Skin di Jonathan Glazer, con una conturbante Scarlett Johansson in versione aliena, e Un fantasma per amico.

Privacy Policy