I 15 film più attesi dell'estate americana 2014

Il pubblico americano non fa la fila per spalmarsi sotto l'ombellone, ma per godersi i blockbuster più attesi della stagione calda. Scopriamone insieme i titoli.

I 15 film più attesi dell'estate americana 2014

La calda estate cinematografica a stelle e strisce ha preso il via da un pezzo. Per evitare l'eccessiva concentrazione di titoli dal forte potenziale economico nei mesi di luglio e agosto, c'è chi ha giocato la carta dell'anticipo. Giugno ci ha regalato la release di Edge of Tomorrow - Senza domani. Tom Cruise ed Emily Blunt hanno attraversato tre continenti in un giorno solo per fornire la necessaria spinta propulsiva al blockbuster fantascientifico che vede per l'ennesima volta l'eterno action man Cruise nei panni dell'eroe di turno.

Accoglienza fredda in patria, ma per fortuna il resto del mondo ha risposto bene all'arrivo del film. Sono già nelle sale anche 22 Jump Street, sequel dell'hit interpretato da Channing Tatum e Jonah Hill che rilegge in chiave demenziale la serie tv poliziesca anni '80 che lanciò la carriera di Johnny Depp, e Jersey Boys, prima incursione del veterano Clint Eastwood nel genere musical. Adesso entriamo nei mesi più caldi, in ogni senso.
Scopriamo insieme in una rapida carrellata le pellicole più attese di questa rovente estate cinematografica americana e i successi che infiammeranno il box office a stelle e strisce.

15. Planes 2 - Missione Antincendio

Planes 2 - Missione Antincendio: una scena del film d'animazione

Anche con un film minore e senza il marchio creativo di Pixar, Disney riesce comunque a catturare l'attenzione del pubblico. A breve scopriremo se anche stavolta il leggendario studio farà centro con Planes 2. In un primo tempo Planes, spinoff di Cars - motori ruggenti, come spesso accade alle produzioni DisneyToon Studios, era destinato alla distribuzione direct to video, ma l'interesse del pubblico ha convinto i produttori a far uscire il film al cinema e a progettare una trilogia. Protagonista del capitolo n. 2 è ancora una volta il volitivo Dusty, aeroplanino che sogna in grande. Dopo che il suo motore viene danneggiato in una gara, il campione rischia di non poter più gareggiare e decide di entrare nel mondo dei coraggiosi aerei antincendio che proteggono il Parco Nazionale di Piston Peak. Dusty unisce le forze con Blade Ranger, un elicottero con una lunga esperienza nel soccorso antincendio, e con la sua squadra per domare un terribile rogo. Il film uscirà nelle sale italiane il 20 agosto, a ruota degli USA, ma sono previste anteprime nelle località balneari il 13 agosto.

14. Magic In The Moonlight

Che Woody Allen, in patria, non sia apprezzato come in Europa è cosa nota. Midnight in Paris ha segnato, però, un'inversione di tendenza confermandosi il maggiore incasso nella carriera del regista newyorkese e raccogliendo 56 milioni di dollari al box office americano, a fronte di 17 milioni di budget. Segno che i tempi cambiano? Woody ora ci riprova con una nuova pellicola francese ambientata, stavolta, in Costa Azzurra e impreziosita da un cast importante. Riusciranno l'ingenua Emma Stone, presunta medium, e il razionale Colin Firth, illusionista inglese senza scrupoli chiamato a smascherarla finendo, però, per esserne ammaliato, a riscaldare nuovamente i cuori del pubblico americano? Per fare il bis Woody avrà senza dubbio bisogno di un pizzico di magia.

13. Liberaci dal male

Deliver Us From Evil: un preoccupato primo piano di Eric Bana

Brividi d'estate. Uscirà il 2 luglio (in Italia il 20 agosto) il nuovo thriller soprannaturale diretto da quel Scott Derrickson che, dopo l'ingaggio di Marvel che gli ha affidato la regia di Doctor Strange, è uno dei registi di genere più quotati. Esperto di horror, Derrickson ha tradotto per lo schermo il romanzo di Ralph Sarchie e Lisa Collier. Nel corso della sua carriera Sarchie, agente del dipartimento di polizia di New York, si è trovato di fronte a una serie di casi più vicini al soprannaturale che al crimine tradizionale e li ha raccolti nel best-seller Beware the Night. A interpretarlo sul grande schermo sarà la star di Troy Eric Bana, affiancato dall'ottimo Edgar Ramirez, salito alla ribalta grazie a Carlos di Olivier Assayas, e da Olivia Munn. Visto che la tradizionale abbuffata horror estiva quest'anno lascia a desiderare, prevediamo che gli appassionati del genere si concentreranno su questo titolo.

12. Tammy

Campionessa di audience sul piccolo schermo, campionessa di incassi su quello grande con l'esilarante perfomance in Le amiche della sposa, Melissa McCarthy ci riprova con una nuova commedia on the road realizzata con la complicità del marito Ben Falcone. La star di Una mamma per amica e Mike and Molly fa il suo debutto in veste di produttrice e sceneggiatrice per raccontare una vivace storia al femminile, circondandosi di un cast alla star a partire dalla nonna, interpretata da Susan Sarandon. Tammy è una donna che, dopo aver perso, nello stesso giorno, il lavoro al fast food e il marito - colto sul fatto mentre era impegnato in effusioni con la vicina di casa - si mette in viaggio insieme alla nonna alcolista e diabetica per raggiungere le Cascate del Niagara. Nel corso del tragitto incapperà in una serie di personaggi interpretati da Toni Collette, Dan Aykroyd, Sandra Oh, Allison Janney, Kathy Bates e Gary Cole. Appuntamento al cinema il 2 luglio.

Tammy: Susan Sarandon e Melissa McCarthy litigano con due ragazzini

11. Sex Tape - Finiti in rete

Appetitosa, sulla carta, la commedia scollacciata interpretata dalla bionda e autoironica Cameron Diaz e dal comico Jason Segel. Entrambi gli attori hanno alle spalle grandi hit al box office ed entrambi possiedono la giusta carica di simpatia per rendere piacevole la piccante pellicola che mette il dito tra moglie e marito. Sotto la direzione di Jake Kasdan, le due star interpretano una coppia che, per metter pepe nel matrimonio e riaccendere la passione sopita dalla routine, decide di riprendersi mentre fa sesso. Purtroppo il video scompare e i due, temendo che qualcuno possa renderlo pubblico, si mettono alla sua disperata ricerca. Nel cast troviamo, inoltre, il mattatore Jack Black e il bel Rob Lowe. La speranza di Warner Bros. è quella di bissare il successo di Bad Teacher: una cattiva maestra, altra commedia pepata interpretata dalla Diaz che ha infiammato il botteghino dell'estate 2011.

10. A Most Wanted Man

A Most Wanted Man: Philip Seymour Hoffman e Rachel McAdams nella prima immagine del film

Uno dopo l'altro, tutti i lavori più recenti del compianto Philip Seymour Hoffman stanno trovando la via del grande schermo. Tra i più attesi vi è sicuramente A Most Wanted Man, diretto dal fotografo e regista di culto Anton Corbijn. La pellicola, una coproduzione anglo-tedesco-americana, è tratta da uno dei romanzi chiave del genere spionistico - Yissa il buono di John Le Carré - e vanta un cast internazionale composto da Rachel McAdams, Nina Hoss, Robin Wright, Willem Dafoe e Daniel Brühl. Oltre a far leva sulla presenza di Hoffman, che veste i panni di un agente segreto anti-terrorismo, il film potrebbe incanalarsi nella scia del successo de La talpa, che ha fatto da apripista al ritorno del genere spy politico. La presenza di temi come il terrorismo islamico, l'immigrazione, la temperatura politica post-11 settembre, sommati al cast importante impiegato per l'adattamento e all'ambientazione europea (la storia si svolge nella suggestiva Amburgo), cattureranno l'attenzione del grande pubblico.

Contenuto pubblicitario

9. Hercules - Il Guerriero

Hercules - Il Guerriero: l'urlo di Dwayne Johnson in catene

Un blockbuster nel vero senso del termine. Abbiamo in ballo un eroe mitologico, rivisto naturalmente in chiave moderna, una produzione da 110 milioni di dollari, gran parte dei quali impiegati per gli effetti speciali e per il 3D, un eroe muscoloso come The Rock che infiamma gli animi del pubblico in ogni pellicola a cui partecipa, e un plot epico. Pare che per calarsi nei panni del semidio Ercole, Dwayne Johnson si sia allenato duramente per più di otto mesi per scolpire un fisico che, a prima vista, non necessita di grandi interventi. Sul set europeo (per abbattere i costi Hercules - Il Guerriero è stato girato quasi interamente a Budapest con qualche puntata in Croazia) The Rock ha scelto di vivere da solo autoisolandosi per tutti i sei mesi di lavorazione così da comprendere a fondo il mood del suo personaggio, eroe costretto a superare prove inimmaginabili per sconfiggere il signore della guerra che minaccia il Re di Tracia. Al tema epico si intreccia una visione energetica e spettacolare che deriva dall'opera alla base del film, la graphic novel Radical Comics di Steve Moore Hercules: The Thracian Wars. A condividere questa leggendaria avventura con Johnson troviamo Joseph Fiennes, attore assai apprezzato dalle giovani donne, e i mostri sacri John Hurt e Peter Mullan. Gli ingredienti per far bene ci sono tutti. Unico neo, l'altra pellicola su Ercole uscita a gennaio, Hercules: La leggenda ha inizio, è risultata un flop. Ma Kellan Lutz non è Dwayne Johnson. Mai sottovalutare il potere di The Rock.

8. Lucy

Luc Besson è il più americano tra i registi europei. Il suo amore per le donne e la sua capacità di creare eroine forti, coraggiose e al tempo stesso femminili ha convinto Scarlett Johansson ad affidarsi alle cure dell'autore francese nella sua nuova creazione, prodotta con l'ex divo Christophe Lambert. Lucy è una giovane donna disperata che sbarca il lunario nel sottobosco di Taipei spacciando droga per conto della mafia. Per sopravvivere Lucy è costretta a delinquere, ma a seguito di una consegna finita in malora assume involontariamente della droga. La sostanza entrata in circolo nel suo corpo non la uccide, bensì le dona poteri sovrumani, trasformandola in una supereroina in grado di usare ben più del 10% del proprio cervello. Vedremo, così, Lucy capace di assorbire istantaneamente nuove conoscenze, di muovere gli oggetti con il pensiero, di non sentire dolore né fatica. Una bella sfida per Scarlett 'Black Widow' Johansson, affiancata dal premio Oscar Morgan Freeman e dalla star coreana Choi Min-sik. Lucy arriverà in Italia solo il 25 settembre, ma prima, vista la passione del pubblico per la bella Scarlett, se va come previsto, dovrebbe riscaldare il box office americano a partire dal 6 agosto.

Lucy: un primo piano di Scarlett Johansson attraverso un vetro

7. Tartarughe Ninja

Il despota hitleriano Michael Bay e la sua vittima Megan Fox hanno fatto pace. Dopo le dichiarazioni di fuoco che causarono la sua uscita di scena nel Transformers franchise, l'attrice torna a collaborare con il mogul del cinema fracassone hollywoodiano calandosi nei panni di April O'Neil, giornalista alle prese col fenomeno Tartarughe Ninja. Le quattro creature dotate di nomi altisonanti e di incredibili abilità atletiche tornano in versione rinnovata sfruttando i progressi tecnologici del motion capture in un reboot la cui uscita è programmata in occasione del trentesimo anniversario del fumetto originale. Visto che il film si innesta in una saga di successo che vanta action figures, libri, serie tv, film live action e animazione, i grandi incassi sono assicurati, soprattutto tra il pubblico dei giovanissimi. Poco importa che a dirigere il film non sia Michael Bay in persona, ma Jonathan Liebesman. L'inossidabile Bay ha supervisionato l'intera lavorazione del film e da tempo tutto quello che tocca si trasforma in oro.

6. The Giver - Il mondo di Jonas

The Giver: il character poster di Meryl Streep

Neppure quest'estate poteva mancare il teen movie fantasy ispirato all'ennesima opera letteraria young adult di turno. Stavolta si tratta di The Giver, primo capitolo della tetralogia distopica dell'hawaiana Lois Lowry. La storia è ambientata in una società futuristica pacificata e depurata di ogni cattivo sentimento. Non esistono dolore, amarezza né differenze sociali; ogni evento viene scandito secondo il volere della comuntà. Solo a una persona viene affidato il compito di proteggere i ricordi del dolore e della sofferenza, si tratta del Custode delle Memorie dell'Umanità che viene istruito dal Donatore tramandando di generazione in generazione il passato dell'umanità. Toccherà al giovane Jonas, prescelto per ricevere l'eredità del Donatore, scoprire la verità sul mondo in cui vive. Trama intrigante e un supercast che vede in un ruolo inedito la diva Meryl Streep. Già questo è motivo di interesse per un pubblico più variegato rispetto ai canonici fan dei vari Twilight, Hunger Games e Divergent. Se poi si aggiunge la presenza di Jeff Bridges, Katie Holmes e della star di True Blood Alexander Skarsgård, la curiosità è assicurata.

5. I mercenari 3 - The Expendables

I mercenari 3 - The Expendables: il team dei mercenari al completo

Inossidabili i mercenari di Sylvester Stallone. La saga dei vecchi action men incapaci di posare le armi continua a mietere successi. Il primo I mercenari - The Expendables ha incassato quasi 255 milioni di dollari, il secondo è arrivato a quota 305. Impossibile non completare la trilogia con un nuovo capitolo che mescola volti vecchi e nuovi. Stallone ha sentito il bisogno di iniettare nuove energie nel franchise chiamando all'appello giovani interpreti come Liam Hemsworth e Kellan Lutz e ingaggiando volti nuovi come Antonio Banderas, che proprio giovane non è, ma ha il merito di portare nella saga una ventata di energia tutta latina. Stallone procede per accumulazione riunendo le star del grande cinema action anni '80 Arnold Schwarzenegger, Harrison Ford, Chuck Norris, Dolph Lundgren e il collerico Mel Gibson, ormai riciclatosi nel ruolo dell villain pazzerello di turno. A mancare all'appello è Bruce Willis, inizialmente ingaggiato da Sly e poi rispedito al mittente, sostituito da Harrison Ford, a causa delle sue esose richieste economiche. Finora la formula si è rivelata vincente tanto che all'orizzonte si profila un quarto sequel.

4. Sin City - Una donna per cui uccidere

Dopo quasi dieci anni di traversie produttive Robert Rodriguez e Frank Miller hanno mantenuto la promessa fatta al pubblico confezionando un sequel dell'hit Sin City. Per la gioia dei fan la nuova pellicola hard boiled rispetta in tutto e per tutto le atmosfere dark, il look stilizzato e il mood disperato che anima l'universo fumettistico nato dalla matita di Miller. A partire dal 22 agosto il pubblico americano ritroverà Marv, Gale, Nancy, Dwight e John Hartigan in un turbine di sangue, orrore, crimini, sparatorie, sesso e violenza grafica. Nel nuovo elegantissimo capitolo realizzato ancora una volta in un abbacinante bianco e nero scopriremo la ragione per cui Dwight, interpretato da Clive Owen, ha assunto adesso le fattezze di Josh Brolin; faremo la conoscenza del baro Johnny (Joseph Gordon-Levitt) e della femme fatale Ava Lord, bella e spietata 'donna per cui uccidere'. Con queste premesse è facile capire perché Sin City - Una donna per cui uccidere sia uno dei film più attesi della stagione.

3. Transformers 4: L'era dell'estinzione

Michael Bay. Sempre lui. Stanco delle beffe della critica, minaccia di abbandonare la saga dei Transformers per sempre. Poi ci ripensa e torna alla guida del quarto capitolo cambiando tutto. Nuovi interpreti, nuovo plot, robot rinnovati nel look e nelle abilità. Ma stesso hype da parte del pubblico che solo pochi giorni fa, nel corso della sontuosa premiere mondiale tenutasi a Hong Kong, ha accolto con incredibile entusiasmo la star Mark Wahlberg e i semisconosciuti Nicola Peltz e Jack Reynor. Dopo averlo diretto in Pain & Gain - Muscoli e Denaro, Michael Bay ha deciso di affidare al veterano Wahlberg il ruolo centrale, quello di un esperto meccanico che, in un'America post-distruzione di Chicago in cui, per non ripetere l'esperienza, sono stati banditi i Trasnformers, rinviene tra i rottami un camion e decide di ripararlo. Il campion non è altri se non Optimus Prime, leader degli Autobots. Possiamo immaginare il dispendio di effetti speciali, scene d'azione fracassone e scontri tra sofisticate creature robotiche che ne seguiranno. Va detto, però, che Bay si starebbe abituando ai 'low budget' visto che, con i suoi 165 milioni di budget, Transformers 4 è la seconda pellicola meno costosa del franchise dopo il primo episodio. Vista la risposta del pubblico, questo non le impedirà di incassare denaro a palate neppure stavolta.

Transformers: Age of Extinction: Mark Wahlberg, Nicola Peltz e Jack Reynor in una scena

2. Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie

Apes Revolution - Il Pianeta delle Scimmie: una scena del film

Nonostante i difetti narrativi, L'alba del pianeta delle scimmie si è rivelato un enorme successo al box office arrivando a incassare 482 milioni nel mondo. Un risultato strepitoso che ha spinto i produttori a mettere subito in cantiere un sequel. La saga delle scimmie prosegue con un nuovo episodio che, dalle premesse, si rivela piuttosto appetitoso. La partenza di James Franco ha deluso i fan dell'attore, ma il vuoto creatosi nel cast ha permesso l'ingaggio di interpreti di talento come Jason Clarke e Gary Oldman. Ma Apes Revolution è soprattutto il trionfo di Caesar, la scimmia intelligente a capo della ribellione interpretata dal mago della motion capture Andy Serkis e i fan di The Hobbit, che sanno bene di cosa sia capace, sono pronti a rivederlo in azione. Avvicendamento anche dietro la macchina da presa. Rupert Wyatt ha ceduto il posto al mago della suspence Matt Reeves e la differenza si vede. I trailer anticipano un universo cupo, ferino e angosciante in cui i pochi superstiti si muovono tra le rovina della civiltà umana circondati da scimmie minacciose, e altre bestie feroci. Il tutto in un'atmosfera sospesa, preludio a scontri epici per la sopravvivenza. La guerra tra scimmie e umani comincia dall'11 luglio (in Italia dal 30 luglio). Le armate di spettatori sono già pronte per l'assalto delle sale.

1. Guardiani della Galassia

In testa alla classifica delle pellicole più attese dell'estate svettano ancora una volta i Marvel Studios. Fin dalla comparsa del primo trailer di Guardiani della Galassia, la dissacrante ironia di Star-Lord, lo scalcagnato team dei Guardiani e il loro improbabile look, accompagnato dalla travolgente Hooked on a Feeling dei Blue Swede, lasciavano presagire qualcosa di diverso dal solito blockbuster con supereoi. Supereroi che, nel caso specifico, sono un ladruncolo dalla lingua sciolta, un ferocissimo procione, un albero umanoide, un'assassina verde e un forzuto. Bradley Cooper e Vin Diesel sacrificano la loro immagine prestando voce e movimenti a Rocket Raccoon e Groot, ma i motivi per cui questa pellicola è attesa da orde di fan sono comunque molteplici. Vuoi per la presenza di star di talento come Benicio Del Toro, Glenn Close e John C. Reilly in ruoli per loro inediti e sorprendenti, vuoi per la ricomparsa di Thanos (che avrà la voce di John Brolin), vuoi per le molteplici connessioni e i numerosi indizi sparsi dai Marvel Studios nel corpus che conducono a questo film, l'attesa è alle stelle. E allora avanti tutta con gli sgangherati Guardiani alla conquista del box office estivo a stelle e strisce, aspettando il 22 ottobre quando finalmente il blockbuster arriverà anche in Italia.

Privacy Policy