How to Get Away with Murder: Commento all’episodio 1x07, He Deserved to Die

Nel settimo episodio della serie legal thriller della ABC si entra finalmente nel vivo del processo per l'omicidio di Lila Stangard: ad Annalise Keating e ai suoi tirocinanti spetta il compito di parare i colpi dell'accusa per sventare l'ipotesi di colpevolezza contro Rebecca Sutter.

Il plot

Le regole del delitto perfetto

2014 - .... – Thriller
3.3 3.3

Con l'inizio del processo per l'omicidio di Lila Stangard, l'avvocato di Griffin O'Reilly tenta di scaricare ogni responsabilità su Rebecca Sutter, scatenando i media contro la ragazza e chiedendo una riesumazione del cadavere di Lila per un'ulteriore autopsia. Annalise Keating ottiene dal giudice l'ordine di evitare qualunque rapporto con la stampa e nel frattempo si impegna a smentire la testimonianza del perito dell'avvocato di O'Reilly, secondo il quale alcuni tagli sul collo della vittima potrebbero essere i segni delle unghie di Lila; in tal senso, Annalise riceve l'aiuto insperato dell'avvocato dell'accusa.

Ma i tirocinanti di Annalise scoprono che in realtà il Pubblico Ministero e l'avvocato di O'Reilly hanno concordato un patteggiamento per far ricadere la colpa dell'omicidio su Lila: Annalise interviene, facendo rilasciare a Rebecca un'intervista in cui O'Reilly viene accusato di averla stuprata, in modo da compromettere l'accordo con il Pubblico Ministero. Un'ulteriore analisi sul corpo di Lila dimostra che quelle ferite dovrebbero essere punture di insetto, ma nel frattempo dalla nuova autopsia emerge anche un'altra, clamorosa verità...

Commento all'episodio

How To Get Away With Murder: Aja Naomi King e Dean Buchanan in una scena dell'episodio He Deserved to Die

Dopo sei episodi caratterizzati da un "caso della settimana" da affiancare alla storyline orizzontale della serie, con He Deserved to Die entriamo finalmente nel vivo del processo per l'omicidio di Lila Stangard, benché le modalità e gli equilibri di tale processo - per il quale sono imputati sia Rebecca Sutter sia il fidanzato della vittima, Griffin O'Reilly, nonostante le prove pressoché inesistenti a loro carico - lascino come minimo perplessi. Ma del resto, in quanto a precisione nei dettagli e a verosimiglianza in campo legale, How To Get Away With Murder è sempre stato lontano anni luce dal livello di credibilità di una serie come The Good Wife: e così, pure il processo contro Rebecca e Griffin si tramuta in una sorta di soap opera a base di dichiarazioni clamorose alla stampa (il fittizio stupro attribuito a O'Reilly, e le implicazioni morali di tale atto, sono gestiti con una superficialità imbarazzante), di complotti tutt'altro che convincenti fra i vari avvocati e perfino da una precedente autopsia che si era lasciata sfuggire un minuscolo dettaglio quale una gravidanza (davvero gli autori non avevano a disposizione alcun espediente più originale?).

How To Get Away With Murder: l'attrice Katie Findlay nella puntata intitolata He Deserved to Die

Se He Deserved to Die guadagna comunque in compattezza narrativa dal non dover perdere tempo con un "caso della settimana", concentrandosi invece sul plot principale, l'altro grave problema di How to Get Away with Murder, a livello di scrittura, rimane il personaggio di Rebecca Sutter: in teoria una pedina fondamentale nel giallo al cuore della trama, sospesa fra l'immagine della "fanciulla in pericolo" e quella della femme fatale pronta a sedurre l'ingenuo Wes Gibbins; in pratica un concentrato di cliché privo di una personalità ben definita, al punto da risultare - comprensibilmente - odiosa a tutti gli altri personaggi della serie (nonché, presumiamo, a tutti gli spettatori). Al di là della natura da guilty pleasure del prodotto, l'episodio in questione incappa in diversi scivoloni a livello di contenuti e di messa in scena (il peggiore in assoluto, il montaggio alternato di inarrivabile cattivo gusto fra la scena di sesso fra Wes e Rebecca e la nuova autopsia al cadavere di Lila) e continua a soffrire di una sceneggiatura che non riesce a conferire reale sostanza ed umanità ai vari personaggi.

What's next

How To Get Away With Murder: Aja Naomi King insieme a Dean Buchanan nella puntata intitolata He Deserved to Die

La rivelazione (banalissima, manco a dirlo) della gravidanza di Lila getta ovviamente una nuova minaccia su Annalise e sul suo infido marito Sam, il quale potrebbe ancora ritrovarsi invischiato nelle indagini sulla morte della ragazza; nella seconda metà della stagione, How to Get Away with Murder dovrà assolvere il non facile compito di tenere alta la suspense sul caso Stangard, possibilmente introducendo qualche elemento di maggior interesse rispetto a quanto visto finora.

Conclusioni

Pur traendo beneficio dalla sua struttura narrativa, che gli permette di dedicarsi interamente alla storyline principale della serie, ovvero il processo per la morte di Lila Stangard, senza perdersi in inutili divagazioni, l'episodio He Deserved to Die mostra in maniera quanto mai evidente i difetti congeniti di How to Get Away with Murder, a partire dalla superficialità nel disegno dei personaggi (Rebecca in testa) passando per i vari buchi di sceneggiatura e i risvolti tutt'altro che verosimili di una trama che si fatica fin troppo a prendere sul serio.

How to Get Away with Murder: Commento...
Stefano Lo Verme
Redattore
2.5 2.5
Privacy Policy