Homeland: Commento all’episodio 4x05, About a Boy

Carrie Mathison, sempre più subdola e spregiudicata, riesce a conquistarsi la fiducia di Aayan Ibrahim, nel tentativo di scoprire la verità su suo zio Haissam Haqqani, mentre Saul Berenson ha l'occasione di aiutare il team di Carrie, ma correndo un grave rischio personale.

Homeland: Commento all’episodio 4x05, About a Boy

Il plot

Homeland

2011 - .... – Drammatico
3.9 3.9

Dopo aver trascorso la notte con Aayan Ibrahim, Carrie Mathison continua la sua opera di manipolazione nei confronti del ragazzo al fine di conquistare completamente la sua fiducia; a tale scopo, Carrie gli parla della sua gravidanza e gli lascia intravedere le proprie fragilità. Nonostante i suoi numerosi dubbi, Aayan, irresistibilmente attratto dalla donna, abbassa le proprie difese e finisce per confessarle che suo zio, il leader terrorista Haissam Haqqani, in realtà è ancora vivo.

Intanto Peter Quinn e Fara Sherazi seguono in auto un seguace di Haqqani; il loro pedinamento si interrompe però ad un posto di blocco, e Peter se la prende con Carrie per non essersi resa raggiungibile per autarli. Saul Berenson, invece, è all'aeroporto in procinto di tornare negli Stati Uniti, ma per caso avvista Farhadi Ghazi e inizia a seguirlo; Saul, però, viene scoperto, drogato e sequestrato da due complici di Farhadi. Il professor Dennis Boyd, nel frattempo, si introduce di soppiatto nell'appartamento vuoto di Carrie per indagare sulla donna.

Commento all'episodio

Homeland: Claire Danes e Rupert Friend in una scena di About A Boy

È una Carrie Mathison sempre più ambigua e, in un certo senso, priva di scrupoli quella alla quale ci stiamo trovando di fronte nella quarta stagione di Homeland: animata da una ferrea determinazione accompagnata da una feroce spregiudicatezza, l'agente speciale della CIA continua a sfiorare limiti etici (quegli stessi limiti che Peter Quinn la accusa di aver oltrepassato) e ad agire spinta unicamente da una machiavellica risolutezza. A tal proposito, About a Boy prosegue sulla scia del precedente Il coordinatore nella messa in scena dell'abile manipolazione operata da Carrie nei confronti di Aayan Ibrahim: una manovra per la quale Carrie non esita a trasformarsi in una fascinosa seduttrice, ma soprattutto a sfruttare i propri punti deboli e il suo doloroso passato nell'intento di ottenere la verità dal ragazzo (qualcosa di molto simile rispetto a quanto era avvenuto anche con Nicholas Brody).

Contenuto pubblicitario
Homeland: l'attore Rupert Friend nella puntata About A Boy

Se la maggior parte della tensione narrativa del quinto episodio è generata pertanto dai "duetti" fra Carrie e Aayan, e in particolare dalle loro intime confessioni reciproche, About a Boy dedica comunque spazio anche agli altri subplot della serie, con un duplice pedinamento sia da parte di Quinn e Fara, sia da parte di Saul, che tuttavia finirà per ritrovarsi vittima dell'uomo che sta inseguendo. Si conferma una delle novità più interessanti di Homeland, invece, la storyline relativa a Dennis Boyd, il tormentato personaggio impersonato da Mark Moses, ai cui fallimenti personali (il matrimonio ormai alla deriva con l'ambasciatrice Martha Boyd) si affianca la segretissima attività di informatore di una misteriosa organizzazione.

What's next?

Homeland: Mandy Patinkin interpreta Saul nell'episodio intitolato About A Boy

La relazione fra Carrie e Aayan, uniti da un'intensa complicità e da una forte attrazione fisica, è destinata a deflagrare nell'arco di un paio di giorni, non appena il ragazzo si renderà conto che Carrie l'ha ingannato e che non lo metterà su un aereo per Londra come promesso. Mentre la donna prosegue dunque la sua corsa contro il tempo, Homeland pone un oscuro interrogativo sulla sorte di Saul Berenson, caduto nelle mani dei terroristi all'insaputa dei suoi stessi colleghi.

Conclusioni

About a Boy prosegue sul percorso dell'episodio precedente, approfondendo il rapporto fra Carrie e Aayan e continuando a mostrarci il "nuovo volto" della protagonista, sempre più subdola e spregiudicata, alle prese con un gioco pericoloso che potrebbe avere conseguenze devastanti: il risultato si presenta in efficace equilibrio fra introspezione, duello psicologico e momenti di suspense.

Stefano Lo Verme
Redattore
3.5 3.5
Privacy Policy