Homeland: Commento all’episodio 4x03, Shalwar Kameez

Nel terzo episodio della nuova stagione di Homeland, Carrie Mathison prende il comando della base operativa della CIA in Pakistan, sotto l'ala protettiva del suo mentore Saul Berenson, mentre Peter Quinn è costretto ad affrontare una grave crisi personale.

Il plot

Homeland

2011 - .... – Drammatico
3.9 3.9

Carrie Mathison rientra ad Islamabad, dove prende il comando della sezione della CIA in Pakistan e ha una diatriba con il suo collega John Redmond; tuttavia lei e i suoi colleghi, per motivi di sicurezza, sono obbligati a rimanere nel territorio dell'ambasciata americana, su ordine dell'ambasciatrice Martha Boyd. Ma Carrie ha un piano di riserva: la donna, infatti, ha istituito una seconda base operativa fuori dall'ambasciata, e insieme all'analista Fara Sherazi, che si spaccia per una reporter, tenta di conquistare la fiducia di Aayan Ibrahim, il ragazzo testimone della strage provocata dal drone della CIA, il quale potebbe custodire delle informazioni di estrema importanza.

Nel frattempo, Peter Quinn viene indotto a parlare con una psicologa, ma durante il colloquio ha una reazione furiosa e decide di abbandonare l'Agenzia; il suo superiore Dar Adal si reca a fargli visita nel tentativo di dissuaderlo e per appurare se il giovane provi dei sentimenti per Carrie, ma Quinn lo respinge rabbiosamente. Quella sera, Peter trova su YouTube un video girato durante l'omicidio di Sandy Bachman, nel quale compare un uomo misterioso impegnato a coordinare l'assalto al loro veicolo: Quinn avverte immediatamente Carrie, e quest'ultima lo convince a raggiungerla e ad unirsi al suo team.

Commento all'episodio

Homeland: Claire Danes nell'episodio intitolato Shalwar Kameez

Dopo il doppio episodio della première, La regina dei droni e Una madre imperfetta, che avevano inevitabilmente la funzione di "resettare" il tessuto narrativo di Homeland per impostare le storyline della quarta stagione, Shalwar Kameez - il titolo indica l'abito lungo tradizionale di varie popolazioni asiatiche, simile a una tunica e indossato spesso anche da Carrie - ci riporta ad Islamabad, scenario dell'intrigo sul quale la coraggiosa agente della CIA impersonata da Claire Danes è impegnata a indagare.

Leggi il commento alla premiere della stagione 4

Homeland: l'attore Mandy Patinkin nell'episodio Shalwar Kameez

Rispetto alle frequenti crisi e alla divorante instabilità mentale delle precedenti stagioni, la "nuova Carrie", reduce dal lutto per la perdita di Nicholas Brody, appare come una donna molto più forte e solida: una valida stratega, in grado di gestire contemporaneamente due team operativi (uno ufficiale e l'altro ufficioso), ma anche una dirigente in grado di esigere il dovuto rispetto dai propri sottoposti, sfidando a testa alta ostilità e recriminazioni. L'episodio si sofferma inoltre, per qualche minuto, sul dialogo fra Carrie e Saul Berenson, il suo ex mentore, sempre protettivo nei suoi confronti, ma disposto pure a "far prendere il volo" alla propria allieva prediletta. L'altro personaggio chiave di Shalwar Kameez è, come già nella première, Peter Quinn. Con la scomparsa di Brody, l'agente interpretato dall'attore inglese Rupert Friend sta assumendo un ruolo sempre più centrale nella struttura di Homeland: nell'arco dei primi tre episodi il giovane ha messo in mostra le sue più intime fragilità e la tendenza a lasciarsi trasportare dall'ira, ma Quinn sta rivelando progressivamente anche un profondo attaccamento nei confronti di Carrie.

What's next?

Homeland: Claire Danes in una scena dell'episodio Shalwar Kameez

Proprio il succitato legame fra Quinn e Carrie potrebbe trasformarsi ben presto, come già viene lasciato intuire, in un autentico coinvolgimento sentimentale, con Quinn pronto a fare ritorno ad Islamabad e a lavorare ancora una volta accanto a Carrie; un percorso narrativo, quest'ultimo, piuttosto rischioso, soprattutto tenendo conto dell'immancabile 'confronto' che si instaurerebbe con la storia d'amore fra Carrie e Brody. Dal punto di vista dell'indagine della CIA, invece, la pista da seguire per Carrie e i suoi fedelissimi sembra passare per il giovane Aayan Ibrahim, che Carrie sta cercando di irretire allo scopo di ottenere le informazioni agognate, nella speranza di appurare le reali responsabilità dietro la morte di Bachman.

Conclusioni

Dopo l'alta tensione e le sequenze scioccanti dei due episodi iniziali della quarta stagione, Shalwar Kameez allenta in parte il ritmo dell'azione per soffermarsi invece sulla descrizione del contesto narrativo (il nuovo ambiente di lavoro di Carrie in Pakistan) e per esplorare la crisi personale di Quinn, promosso ad autentico co-protagonista della popolarissima serie targata Showtime.

Homeland: Commento all’episodio 4x03, Shalwar...
Stefano Lo Verme
Redattore
3.5 3.5
Privacy Policy