Girls: commento all'episodio 3x06, Free Snacks

Girls compie finalmente un passo avanti grazie a questo episodio, il migliore della terza stagione, che vede i protagonisti dello show, divisi come di consuetudine tra dilemmi sentimentali e problemi lavorativi.

Il plot
Hannah inizia a lavorare per GQ ma da subito è investita da una paura recondita e comune a molti aspiranti scrittori: cimentandosi con la scrittura pubblicitaria, la sua vena artistica potrebbe risentirne. Circondata da colleghi la cui carriera di scrittori è finita male a causa degli impegni lavorativi di tutti i giorni, Hannah si licenzia dopo un paio di giorni appena, per ripensarci subito dopo e farsi riassumere.
Parallelamente, Adam riesce a farsi scritturare come attore dopo numerosi provini finiti male. Mentre Marnie e Ray, tra battibecchi e litigate proseguono nella loro bizzarra relazione, Shoshanna si rende conto che è arrivato il momento di mettere la testa a posto e trovare un ragazzo affidabile con cui costruire una relazione duratura.

Cosa ci è piaciuto di questo episodio
Per colpa di un lavoro tutto sommato invidiabile a cui molti aspirerebbero, ma che non la soddisfa, Hannah vive l'ennesima crisi d'identità. Stavolta però, la crisi è più concreta, più "vera" e, soprattutto, comune a molti giovani di oggi.
Un lavoro di tutto rispetto, con colleghi simpatici e disponibili e pranzo gratis tutti i giorni, non basta a soddisfare l'ego della Horvath: lei vuole di più.
Vuole scrivere un romanzo, vuole uscire fuori dall'anonimato. Dopo anni di studio, di bei voti e di sacrifici, Hannah vuole un'opportunità vera e propria, non un contentino che le riempia il conto in banca.
E come biasimarla del resto? I sogni sono fatti per essere vissuti davvero, e nonostante il suo cinismo e la sua arroganza, Hannah ci trasmette totalmente la sua determinazione in ogni puntata della serie.

Girls: una scena dell'episodio Free Snacks della terza stagione
Cosa non ci è piaciuto di questo episodio
L'unica pecca di questo episodio è stata la mancanza di Jessa, relegata a vendere vestiti per bambini in un negozietto di Soho. Lasciarla in rehab forse avrebbe avuto più senso. Il suo personaggio, troppo sacrificato negli ultimi episodi, potrebbe davvero regalare alla serie quel valore aggiunto di cui, in alcuni passaggi, sembra aver bisogno.

Note a margine
La scelta della Dunham di puntare i riflettori, senza troppi peli sulla lingua, sulla redazione di una delle più prestigiose riviste al mondo è stata davvero coraggiosa. Approfondire le dinamiche interne di un'azienda così celebre, senza risparmiarsi su cinismo e battute al vetriolo, alimentano ancor di più il talento della sceneggiatrice, sempre più convincente proprio perché fuori dagli schemi.

What's Next
Il crollo di Shoshanna è nell'aria da un paio di episodi. Nella prossima puntata, la giovane protagonista non esiterà a confrontarsi con le sue amiche, durante un weekend di relax al mare che di rilassante, alla fine, avrà davvero poco.

Girls: commento all'episodio 3x06, Free Snacks
Privacy Policy