Future Film Festival 2010 - Lo stato dell'arte della Motion Graphics

La settima edizione del Festival si chiude con l'anteprima di 'Gamer' e le versioni 3D dei primi due capitoli di 'Toy Story'.

Giunge al termine la decima edizione del Future Film Festival, che culminerà in serata con l'assegnazione del premio Platinum Grand Prize e dei riconoscimenti dedicati ai cortometraggi: Future Film Short - Premio del pubblico Groupama e Premio della Giuria - Provincia di Bologna. Nell'attesa del verdetto finale, sono ancora tanti però gli appuntamenti interessanti della giornata, ad iniziare con l'anteprima di Gamer di Mark Neveldine e Brian Taylor, che vede protagonista il rude Gerald Butler: in un prossimo futuro, il gioco più in voga consiste nel controllare persone in carne e ossa, pescate dalle celle di detenzione, e combattere con loro in un'arena reale; chi vincerà trenta incontri riceverà un consistente premio in denaro, e il suo guerriero riconquisterà la libertà.

Una scena di Toy Story 2
Nell'ambito dell'approfondimento dedicato alla tecnologia stereoscopica, verranno proiettate in anteprima assoluta le versioni 3d di Toy Story 1 e 2, un'occasione per testare le future potenzialità del terzo episodio. Due delle pellicole fuori concorso completeranno il programma giornaliero delle proiezioni: McDull: Kung Fu Kindergarden ed Eureka Seven - Good Night, Sleep Tight, Young Lover.
Il 31 gennaio è però anche il grande giorno della motion graphic. Tanti saranno infatti i contributi dedicati a questa affascinante forma d'arte, prima fra tutti la rassegna curata dal sito Motionographer.com, a cui seguiranno gli incontri con due maestri del genere: Rob Chiu, che presenterà una selezione dei propri lavori di suggestione urbana, e Mischa Rozema, celebre regista di spot pubblicitari. Proseguirà il tributo a Saul Bass con la seconda parte della sua antologia di cortometraggi.

Durante il pomeriggio, ci sarà l'occasione per approfondire un momento della storia recente della Disney attraverso il documentario Waking Sleeping Beauty, in cui il regista Don Hahn e lo sceneggiatore Patrich Pacheco ripercorrono il momento di crisi degli anni Ottanta, da cui la casa si risollevò grazie ad un'escalation di grandi successi, ottenuti grazie al lavoro di Michael Eisner e Jeffrey Katzenberg.
Ultimo appuntamento anche per la sezione SeriesMania, con Mazinger Edition Z: The Impact!, una declinazione contemporanea del celebre universo creato da Go Nagai.

Future Film Festival 2010 - Lo stato dell'arte...
Privacy Policy