Fuoco Amico: Raoul Bova, “vi presento la mia fiction che racconta l’instabilità dei nostri tempi”

Stasera debutta su Canale 5 Fuoco Amico TF45 la nuova fiction di 8 puntate che segna il ritorno di Raoul Bova sul piccolo schermo come protagonista assoluto e produttore di questo "racconto- verità" targato Mediaset.

Fuoco Amico: Raoul Bova, “vi presento la mia...
Fuoco amico TF45 - Eroe per amore: Giorgia Sinicorni e Raoul Bova durante una scena

A due anni da Angeli - Una storia d'amore, Raoul Bova torna sul piccolo schermo con Fuoco amico TF45 - Eroe per amore la nuova fiction in 8 puntate di Canale 5. In quest'ultima fatica targata Mediaset diretta e da Beniamino Catena, che andrà in onda stasera a partire dalle 21,10, Bova interpreta Enea De Santis il capo di un reparto scelto della Task Force 45, gruppo di intervento speciale dell'esercito. Durante un'operazione, Enea conosce una giovane afghana, Samira, che presta servizio nell'ospedale di una organizzazione no profit fondata da suo padre, scomparso in circostanze misteriose tre anni prima. Tra i due nascerà un sentimento che si intreccerà e si scontrerà e con il fitto mistero della scomparsa del padre di De Santis.

In questo articolo

Raoul attore e produttore

Fuoco Amico TF45 è un'ambiziosa fiction di denuncia sociale che è stata fortemente voluta da Raoul Bova il quale, oltre ad esserne il protagonista, ne è anche il produttore. Lo stesso attore ha raccontato in conferenza stampa le difficoltà nel portare sul piccolo schermo un progetto così complesso: "All'inizio c'era un po' di scetticismo da parte degli investitori perché questa fiction costava troppo, così ho iniziato a cercare co-produttori" ammette Bova "Ma mi sono detto: siamo italiani, tiriamo fuori il nostro senso di sopravvivenza. L'esercito ci ha aiutato tantissimo. Siamo riusciti a portare a casa una serie di alto livello, una storia con grandi snodi. Ringrazio Beniamino Catena che ha fatto la differenza. Ci ha messo sentimento e modernità, è al livello di registi americani". Nonostante sia stato lo stesso Bova a produrre Fuoco Amico TF45 lui non è a suo agio in questa veste e, anzi, ha sottolineato "Non mi sento questa qualifica, io volevo solo che questa storia si raccontasse. Da Mediaset non ho avuto nessun tipo di resistenza c'era solo la classica preoccupazione che si ha davanti ad un progetto importante e che racconta fatti di persone umane, di salvaguardia di persone umane. Il nostro film parla di questo. di come riuscire a sconfiggere la corruzione e arrivare alla verità".

Contenuto pubblicitario

Leggi anche: La guerra sullo schermo: i 15 migliori film e miniserie bellici degli ultimi anni

L'uomo sotto la divisa

Fuoco amico TF45 - Eroe per amore: Davide Paganini e Raoul Bova in una scena della fiction

Raoul Bova nella sua carriera ha interpretato moltissimi personaggi in divisa come l'ormai iconico Sergio De Caprio di Ultimo, ma in Fuoco Amico TF45 c'è anche e soprattutto l'intento preciso di "Mostrare quello che c'è sotto l'uniforme, ossia l'uomo. Questa serie è improntata sugli ideali, sulla verità e sulla fedeltà verso la nostra patria" come svela lo stesso attore che è molto legato a questo complesso lavoro che rispecchia "La situazione precaria che stiamo vivendo, con i nostri figli a rischio, ci ha reso instabili. La fiction parla anche di armi batteriologiche che è una delle paure costanti dell'uomo. Il caso dell'Ebola ci ha creati un terrore incredibile. Mi sono chiesto come mai arrivano questi virus. Ne abbiamo discusso, abbiamo cercato di capire. Dietro i vaccini, ci sono realtà incredibili, cavie umane sottoposte a esperimenti. In questa fiction, raccontiamo l'ingiustizia di persone corrotte che usano la vita umana per soldi. Il mio ideale è la difesa della povera gente. Volevamo portare in televisione il sentimento di un soldato che rischia la vita perché non sa più chi è il nemico, dare un segnale ai giovani, dire che ci sono persone che lottano. Ci fa piacere credere che ci sono persone disposte a rischiare la nostra vita per noi".

Il ritorno di Pepa

Fuoco amico TF45 - Eroe per amore: Giorgina Sinicorni in una sequenza della fiction

A fianco dell'atto-produttore Raoul Bova oltre a volti storici della fiction di qualità all'italiana come Romina Mondello, Ugo Pagliai, Giordano De Plano e Andrea Sartoretti, spicca la splendida presenza femminile di Megan Montaner amatissima dal pubblico per essere la Pepa della nota soap opera argentina Il segreto. L'attrice interpreta Samira, ovvero colei che farà perdere la testa al protagonista Enea De Sanctis, è sembrata in conferenza stampa entusiasta di questa esperienza: "È stato un regalo per me lavorare con questa squadra fantastica e imparare tanto" ha infatti affermato la Montanet affatto restia, anche lei, a sottolineare senza mezzi termini "Abbiamo fatto una serie molto figa! È una serie che parla di guerra, di conflitti, ma anche di valori umani come l'onestà, la famiglia e la giustizia" e nel promettere "Vi piacerà molto!".

La guerra sullo schermo: i 15 migliori film e miniserie bellici degli ultimi anni
Zero Days: Alex Gibney ci spiega la guerra del futuro (e del presente)
Privacy Policy