Frozen Fever: il nuovo corto Disney che farà impazzire i bambini

In attesa dell'immancabile sequel di questo nuovo classico Disney, ad accompagnare nelle sale cinematografiche la Cenerentola di Kenneth Branagh arriva questo cortometraggio in cui si ritrova tutto il team di Frozen; e con Olaf si moltiplicherà anche la gioia negli occhi dei giovani spettatori.

Frozen Fever: il nuovo corto Disney che farà...
Frozen Fever

2015 – Corto
3.1 3.1

La Frozen mania dilaga. Se avete figli, nipoti, fratellini o sorelline di certo non vi stiamo dicendo nulla di nuovo, l'avrete scoperto da soli durante le feste di compleanno o quelle di carnevale appena passate: le bambine vogliono essere come le due sorelle principesse Elsa e Anna, i maschietti vanno pazzi per il buffo Olaf e il coraggioso Kristoff (senza dimenticare l'immancabile renna Sven), e tutti, proprio tutti (anche voi adulti, ammettetelo) cantano le canzoni a memoria.

Frozen Fever: Elsa e Anna in una scena del corto

Se già così questa passione per Frozen, a più di un anno dalla sua uscita in sala e del suo enorme successo al botteghino (quasi 1 miliardo e 300 milioni di dollari in tutto il mondo, quinto maggior incasso di sempre e primo, di molte lunghezze, tra i film d'animazione), non accenna a diminuire, state pur certi che di sicuro non accadrà dopo la visione di questo Frozen Fever, cortometraggio della durata di poco più di 7 minuti che verrà mostrato al cinema subito prima del nuovo film Disney, il live action Cenerentola, a partire dal prossimo 12 marzo.

Leggi anche: Recensione Frozen - Il regno di ghiaccio

Un compleanno da ricordare

Frozen Fever: una scena del corto

Lo spunto per una nuova storia ambientata nel magico regno di Arendelle parte dal compleanno della giovane Anna, che come sempre però è addormentata nel suo letto, completamente ignara del fatto che sua sorella e i suoi amici le stanno preparando una splendida festa, con regali, festoni, una bellissima torta ed ovviamente tante decorazioni fatte di ghiaccio.

Contenuto pubblicitario

Elsa ha deciso infatti di farsi perdonare per il difficile passato e regalare alla sorella un compleanno che sia davvero memorabile, e tutto sembra essere davvero perfetto, nonostante gli inevitabili pasticci combinati da Olaf, il pupazzo di neve. Ma qualcosa deve pur andare storto, no? Ed è così che Elsa, la regina dei ghiacci, si prende un brutto raffreddore e poi la febbre richiamata dal titolo, ma soprattutto dovrà fare i conti con un simpatico effetto collaterale della sua magia, ovvero ogni qual volta che starnutisce finisce col creare da nulla dei minuscoli pupazzi di neve, dei "cuginetti" di Olaf, che sono tanto adorabili quanto dispettosi e tenaci. Soprattutto nel cercare di divorare la torta di Anna.

Frozen Fever: i mini Olaf!

Un sequel in miniatura

Una scena di Frozen Fever

Nell'attesa quindi dell'ufficializzazione di quel sequel vero e proprio che tutti attendono, questo Frozen Fever è quanto di meglio possa esserci per regalare ai fan (piccoli e grandi) di questo nuovo classico Disney un piccolo assaggio di quello che potrebbe essere il futuro del franchise, con una Elsa ormai in grado di controllare perfettamente il suo potere ma che comunque deve sempre fare i conti con gli inevitabili e imprevedibili effetti collaterali.

Oltre a questo, rimangono inalterati tutti gli elementi che hanno fatto la fortuna del film: l'ironia, la grande cura per i dettagli (ci sono anche nuovi abiti per le due principesse), CGI e interpretazioni vocali di altissimo livello ed ovviamente le canzoni. Anzi una sola nuova canzone a dire il vero, Un giorno perfetto (Making Today A Perfect Day), che insieme alla grande novità dei mini-Olaf (che i bambini adoreranno e ci/vi faranno comprare in tutte le versioni fin da subito, preparatevi) rappresenta sicuramente l'aspetto più interessante e vincente di questo nuovo, piccolo gioiello per famiglie.

Squadra che vince non si cambia

Se il risultato è all'altezza della aspettative il merito è della Disney che è riuscita a confermare al 100% l'intera squadra di Frozen - Il regno di ghiaccio. Ritornano infatti tutti i Premi Oscar: Chris Buck e Jennifer Lee alla regia, e la coppia Kristen Anderson-Lopez/Robert Lopez come autori della canzone. Ed ovviamente l'intero cast, sia originale che quello italiano: Idina Menzel come Elsa (doppiata da Serena Autieri), Kristen Bell come Anna (Serena Rossi), Jonathan Groff per Kristoff (Paolo De Santis) e Josh Gad (Enrico Brignano) per Olaf.

Ma nel caso non vi bastassero, beh, sappiate che sul finale ci sono anche altri due (brevisssimi) inattesi ritorni, perché se si tratta di festeggiare Anna ed il grande fenomeno che è Frozen è giusto che non manchi proprio nessuno. E siamo certi che, bambini o no, lo stesso sarà anche per tutti voi.

Luca Liguori
Redattore
3.5 3.5
Frozen: Idina Menzel conferma il sequel
C’erano una volta i cattivi Disney
Privacy Policy