Doctor Who e Il trono di spade: due mondi incrociati

In occasione di un'ospitata particolare nella celebre serie di fantascienza britannica, rievochiamo le altre volte in cui il mondo del Dottore ha incontrato quello di Westeros, in termini di cast.

Doctor Who e Il trono di spade: due mondi...
Un'immagine del TARDIS dall'episodio Amy's Choice di Doctor Who

Sono entrambi serial di genere, seguiti da una schiera nutritissima di fan: uno è Doctor Who nato nel 1963 e reinventato nel 2005, attualmente sotto l'egida creativa dello showrunner Steven Moffat (anche co-autore di Sherlock e creatore di Coupling); l'altro è Il trono di spade, adattamento dei romanzi di George R.R. Martin che continua a mietere successi, compresa la vittoria agli Emmy un paio di mesi fa. In entrambi i casi si tratta di prodotti dal sapore squisitamente britannico, soprattutto a livello di recitazione, e capita, di tanto in tanto, che un attore o un'attrice visiti entrambi gli universi, in modo più o meno significativo. In questa sede vogliamo ricordare alcuni esempi maggiori, partendo proprio da colei che ha ispirato questo articolo...

In questo articolo

1. Maisie Williams

Nel giro di pochi anni, la giovanissima Williams (ha compiuto 18 anni lo scorso aprile) è diventata un volto riconosciutissimo in ambito televisivo grazie al suo ruolo ne Il trono di spade, dove interpreta Arya Stark, figlia precoce e vendicativa del malcapitato Ned (Sean Bean). Nel 2015 ha potuto aggiungere al suo curriculum una parte tutt'altro che banale in Doctor Who, per un totale di quattro episodi (gli orari del suo lavoro principale non permettono di più). La prima volta la ritroviamo in territori più o meno familiari, in un villaggio di stampo vichingo, mentre le sue apparizioni successive, complice un'inaspettata immortalità, hanno luogo in epoche successive. Come già nei panni di Arya, la Williams dà alla giovane Ashildr un'anima che combina spirito d'avventura e una profonda, neanche tanto velata tristezza.

Leggi anche: Moffat's Masochists: Steven Moffat incontra i fan di Doctor Who

Maisie Williams in Doctor Who e Il trono di spade

2. Iain Glen

Emilia Clarke e Iain Glen in una scena dell'episodio Your Win or You Die di Game of Thrones

Per i fan di genere sarà sempre Jorah Mormont, uomo fin troppo devoto a Daenerys Targaryen (Emilia Clarke), con tanto di soprannome poco fine ma piuttosto azzeccato nel circolo degli appassionati, ossia "Lord Friendzone". Parliamo ovviamente dello scozzese Iain Glen, che vanta anche partecipazioni a Downton Abbey e un film italiano di non poco conto, Prendimi l'anima di Roberto Faenza, dove interpretava Carl Jung. Nel suo curriculum c'è anche Doctor Who, per l'esattezza il dittico costituito da Il tempo degli Angeli e Carne e pietra, dove è uno dei soldati coinvolti in uno scontro letale con gli Angeli piangenti. Un ruolo piccolo ma altamente memorabile, da riscoprire alla luce della nuova popolarità di Glen.

Iain Glen in Doctor Who e Il trono di spade

3. Julian Glover

Julian Glover in una foto della serie Il trono di spade

Il suo ruolo nel mondo di Westeros non è dei più notevoli sulla carta, ma Maester Pycelle, presente dal terzo episodio della serie, ha una funzione fondamentale in quanto uno dei consiglieri della famiglia reale. Pycelle è interpretato dall'ottantenne Julian Glover, noto ai più per essere stato Walter Donovan in Indiana Jones e l'ultima crociata, ma anche uno degli avversari più memorabili del Dottore. Per l'esattezza, Glover è apparso nella serie originale di Doctor Who, nell'episodio in quattro parti City of Death, scritto da Douglas Adams (il Dottore aveva le fattezze di Tom Baker). Il suo personaggio, Scaroth dei Jagaroth, è stato spaccato in quattro, esistendo contemporaneamente in epoche diverse, e ne approfitta per accumulare una fortuna che la sua incarnazione più recente vuole usare per scopi nefasti. Inoltre, Glover è apparso al fianco del primo Dottore, William Hartnell, nel 1965, questa volta nei panni di Riccardo Cuor di leone.

Julian Glover in Doctor Who e Il trono di spade

4. Thomas Sangster

Eternamente giovane (non sembra invecchiato tanto dai tempi di Love Actually - L'amore davvero, girato quando era ancora un ragazzino), Sangster fa parte del cast de Il trono di spade dal 2013, nei panni di uno degli alleati del fuggitivo Bran Stark. Ma prima di vedersela con i pericoli di Westeros, l'attore era stato coinvolto in una delle avventure del Dottore, dandogli una mano nel dittico Natura umana - 1 parte - Natura umana - 2 parte scritto da Paul Cornell.

Thomas Sangster in Doctor Who e Il trono di spade

5. Harry Lloyd

Tra i cattivi del suddetto dittico di Cornell, una storia non poco inquietante, c'era un certo Harry Lloyd, per sempre nel cuore dei fan di George R.R. Martin per essere stato protagonista di una delle scene più memorabili della prima stagione de Il trono di spade: quella in cui il suo odiosissimo personaggio, Viserys Targaryen, viene "incoronato" da Khan Drogo, con risultati alquanto bollenti. Se la cava appena un pochino meglio con il Dottore, che lo condanna a passare il resto della sua esistenza assolutamente immobile, come uno spaventapasseri.

Leggi anche: Valar Morghulis: Le morti più significative ne Il trono di spade

Harry Lloyd in Doctor Who e Il trono di spade

6. Liam Cunningham

Liam Cunningham e Matt Smith in un'immagine dell'episodio Cold War, settima stagione di Doctor Who

Davos Seaworth, fedele alleato di Stannis Baratheon, è un ruolo perfetto per l'irlandese Cunningham, armato di charme e determinazione. Tra una stagione e l'altra de Il trono di spade l'attore, che ha lavorato anche per Dario Argento (ne Il cartaio), ha trovato il tempo per apparire insieme al Dottore di Matt Smith, nell'episodio Guerra fredda. In questa occasione, Cunningham interpreta il comandante di un sottomarino sovietico, minacciato da una presenza aliena. Al suo fianco, nel medesimo episodio, c'è anche David Warner, che ad oggi non è ancora apparso nel mondo di Westeros pur avendo il carisma - e , volendo, la cattiveria - da perfetto abitante del sanguinolento universo degli Stark e dei Lannister. E anche un'altra presenza...

Contenuto pubblicitario
Liam Cunningham in Doctor Who e Il trono di spade

7. Tobias Menzies

I più lo ricordano per essere stato Bruto nella serie Roma, ma oggi fa parte del clan televisivo de Il trono di spade, dove interpreta Edmure Tully. Per quanto concerne Doctor Who, anche'egli è apparso in Guerra fredda, al fianco di Cunningham.

Tobias Menzies in Doctor Who e Il trono di spade

8. Paul Kaye

Celebre attore comico inglese, noto per il personaggio di Dennis Pennis, Kaye si è concesso una parentesi più drammatica con Game of Thrones, interpretando nella terza stagione il sacerdote mistico Thoros di Myr. Due anni dopo, ha visitato l'universo di Doctor Who, per l'esattezza nella nona stagione, negli episodi Sotto il lago e Prima del diluvio.

Paul Kaye in Doctor Who e Il trono di spade

9. Burn Gorman

Americano di nascita, inglese d'adozione, Gorman è un volto noto della televisione britannica, soprattutto grazie a Torchwood, lo spin-off di Doctor Who, dove ha interpretato per due stagioni il medico Owen Harper. Per quanto riguarda il mondo di Westeros, è apparso in quattro episodi de Il trono di spade (stagioni 3 e 4) nel ruolo di Karl Tanner, un membro del Night's Watch che entra inevitabilmente in conflitto con Jon Snow.

Burn Gorman in Doctor Who e Il trono di spade

10. David Bradley

Per alcuni sarà sempre e solo Gazza, il burbero custode di Hogwarts nella saga di Harry Potter. Per altri, il professor Setrakian in The Strain. Per i fan de Il trono di spade, David Bradley è Walder Frey, malefico artefice del famigerato Red Wedding che costò la vita ad alcuni dei nostri personaggi preferiti. Se l'è cavata un po' meglio nel mondo di Doctor Who, anche se non nella serie principale, dove ha interpretato un'altra carogna. No, parliamo dello speciale An Adventure in Space and Time, incentrato sulla genesi del serial di fantascienza più longevo della televisione. In questa sede, Bradley regala una performance toccante nei panni di William Hartnell, il primo attore scelto per interpretare il Dottore.

David Bradley in Doctor Who e Il trono di spade

11. Mark Gatiss

Noto per lo più come sceneggiatore e co-showrunner di Sherlock, dove interpreta anche Mycroft Holmes, Mark Gatiss fa parte del gruppo creativo di Doctor Who dal 2005, e ha firmato, ad oggi, otto episodi della serie. Nel 2007 si è concesso un'apparizione come attore, nei panni dell'omonimo professore ne L'esperimento Lazarus. Nel mondo di Westeros è invece il banchiere Tycho Nestoris, apparso per la prima volta nella quarta stagione.

Mark Gatiss in Doctor Who e Il trono di spade

12. Diana Rigg

Il trono di spade: Dina Rigg interpreta Olenna Tyrell nell'episodio Le Serpi delle Sabbie

L'indimenticabile Emma Peel (e moglie di James Bond in Agente 007, al servizio segreto di sua maestà) ha attirato una nuova generazione di fan grazie al suo ruolo ne Il trono di spade: Olenna Tyrell, figura matriarcale e temibile, soprattutto per il suo talento nel proferire insulti. In Doctor Who è stata invece una cattiva di non poco conto, nell'episodio The Crimson Horror. Da notare soprattutto che in tale occasione ha recitato al fianco della vera figlia Rachael Stirling, trattandola malissimo (nella finzione televisiva, ovviamente), e ispirato una delle battute più esilaranti di Matt Smith: "Io sono il Dottore, tu sei fuori di testa, e ti fermerò."

Diana Rigg in Doctor Who e Il trono di spade

13. Donald Sumpter

Assente ormai da alcuni anni, Sumpter ha comunque giocato una parte fondamentale nelle prime due stagioni de Il trono di spade nei panni di Maester Luwin, fidato consigliere della famiglia Stark. Un uomo saggio ed amabile, l'esatto opposto della recente incursione di Sumpter nel mondo di Doctor Who: è stato infatti chiamato a sostituire Timothy Dalton nel ruolo di Rassilon, celebre antagonista del Dottore, nell'episodio Piegato dall'Inferno.

Donald Sumpter in Doctor Who e Il trono di spade

14. Robert Pugh

Il trono di spade: Robert Pugh è il Bruto Craster

Grande caratterista inglese, Robert Pugh interpreta uno dei personaggi più ripugnanti de Il trono di spade, il famigerato Craster che tanti problemi ha creato a Jon Snow e i suoi amici, ma anche alle figlie con cui ha rapporti incestuosi. Decisamente più amabile il suo personaggio in Doctor Who, in un dittico incentrato sul ritorno dei Siluriani, razza ibrida (umano-rettile) che vive nelle viscere del nostro pianeta. Sicuramente più simpatici dei White Walkers, con cui Craster ha un accordo strano. E già che si parla di questi zombie medievali...

Leggi anche: Il trono di spade: 10 teorie per la sesta stagione, Jon Snow e altri misteri

Robert Pugh in Doctor Who e Il trono di spade

15. Ross Mullan

Il nome non dice molto, ma la sua presenza ne Il trono di spade è impossibile da dimenticare: Mullan è infatti, dal 2012, l'interprete ufficiale del leader dei White Walkers, misteriosa razza di morti viventi la cui presenza al di là del Muro genera timore da anni. Mullan si è per certi versi specializzato in ruoli mostruosi, dato che in Doctor Who ha avuto l'onore di prestare il corpo a uno dei membri del Silenzio, ordine religioso che vuole eliminare il Dottore. Altra presenza memorabile, sebbene il suo personaggio abbia il potere di farci dimenticare la sua esistenza...

Ross Mullan in Doctor Who e Il trono di spade
Il trono di spade: 10 teorie per la sesta stagione, Jon Snow e altri misteri
Doctor Who: Moffat dirà addio alla serie, Chibnall nuovo showrunner
Privacy Policy