Cannes: arrivano Coppola e i primi film in concorso

In gara il britannico Fish Tank e il cinese Spring Fever, ma il vero evento della giornata è l'apertura della Quinzaine des réalisateurs con l'autobiografico Tetro del regista de Il padrino.

Dopo i colori e i festeggiamenti per la trionfale apertura con Up della giornata di ieri, il festival è entrato oggi nel vivo della competizione con i primi due film in gara, il cinese Spring Fever, malinconico e tragico traingolo amoroso di cui abbiamo detto ieri nel nostro resoconto, e l'inglese Fish Tank, narra della solitudine, dei sogni e delle amarezze di una ragazzina di quindici anni che vive in un misero angolo della provincia inglese. Il film, che s'inserisce nella scuola britannica di Mike Leigh e Ken Loach, che la regista Andrea Arnold arricchisce di sensibilità femminile, ha convinto la stampa che gli ha tributato un lungo applauso. Qui potete trovare la nostra recensione.

Vincent Gallo in una scena di Tetro, diretto da Francis Ford Coppola
A catalizzare l'attenzione dei media, tuttavia, è stato principalmente un evento parallelo, ovvero la presentazione di Tetro, il nuovo film del leggendrio Francis Ford Coppola, in apertura della Quinzaine des réalisateurs. Come è noto, il film era stato invitato a fare parte della selezione principale, ma lo stesso Coppola ha ribadito oggi che è estremamente lieto di aver optato per la più "modesta" Quinzaine e per una presentazione intima e pertanto in linea con lo spirito del film, il suo lavoro più personale, per il quale ha goduto di una libertà di espressione pressocché assoluta. Tetro, ambientato in un quartiere di Buenos Aires, è la storia di una coppia di fratelli emigrati dall'Italia che si trovano a fare i conti con il proprio passato e le proprie origini. Nel ruolo principale c'è Vincent Gallo che però, fedele alla sua nomea di antidivo, diserta la Croisette, che ha calcato l'ultima volta per la presentazione del suo controverso The Brown Bunny.

Da segnalare per la giornata di oggi anche l'inaugurazione della rassegna Un certain régard, che vede il nostro Paolo Sorrentino impegnato come presidente della giuria. Il regista napoletano ha dichiarato di essere felice di questo onore e della possibilità di assistere ai film in cartellone senza le pressioni dei suoi due precedenti passaggi a Cannes, con due film in gara.

Una immagine promozionale del film Air Doll (2009)
E i primi due film che Sorrentino sarà chiamato a giudicare sono stati proiettati proprio oggi: si tratta dell'inaugurale Nobody Knows About The Persian Cats, dedicato alle tribolazioni di una giovane band indie rock iraniana che deve confrontarsi con le dure leggi del proprio paese, e del bizzarro e poetico Air Doll di Hirokazu Koreeda, film giapponese tratto da un famoso manga che racconta la storia di una bambola gonfiabile che prende vita e diventa sempre più umana fino ad iarrivare ad amare e a soffire.

Cannes: arrivano Coppola e i primi film in...
Privacy Policy