Gimme the Loot

2012, Poliziesco

Recensione Gimme the Loot (2012)

L'opera prima e low budget di Adam Leon può contare su due simpatici protagonisti che costituiscono una coppia platonica piacevolmente fresca e spontanea.

Bomb the Apple

Malcolm e Sofia sono due teenager del Bronx con il sogno di diventare i più famosi graffiti artist del quartiere, ma quando un bel giorno una delle loro "firme" viene scarabocchiata da una gang di writer rivali, decidono di fare sul serio e progettano un nuovo, bizzarro piano, ovvero vandalizzare la grande Mela simbolo dello stadio dei New York Mets. L'unico problema è che prima ancora di poter mettere in atto il piano, bisogna racimolare i 500 dollari necessari per poter pagare la security dello stadio, ed è così che per i due ragazzi ha inizio una lunga giornata fatta di piccoli furti, marijuana, inseguimenti e amori pronti a sbocciare.

Gimme the Loot: una scena tratta dal film
Nel momento in cui le strade dei due ragazzi si dividono temporaneamente, il film diventa quasi una parodia della vita da strada, un racconto delle disavventure di due ragazzi troppi buoni ed ingenui per poter effettivamente riuscire in quella che è una vera e proprio giungla d'asfalto popolata da ladruncoli, imbroglioni, approfittatori: Malcolm prima si innamora e poi cerca di rapinare una ragazza ricca e viziata in cerca di erba, Sophie cerca di rivendere oggetti rubati ma finisce costantemente con le tasche svuotate. E anche quando le cose non vanno come previsto, i due ragazzi non si lamentano né si scoraggiano: sono consapevoli del loro posto in società e delle difficolta e delle ingiustizia che si trovano ad affrontare; trovato un ostacolo insuperabile semplicemente cercano un nuovo modo per poter raggiungere il loro obiettivo, facendosi forza l'uno con l'altro.

Gimme the Loot: Tashi Washington e Ty Hickson in una scena del film
Opera prima e low budget di Adam Leon, questo Gimme the Loot ha riscosso un discreto successo in diversi festival indipendenti statunitensi prima di approdare a Cannes nella sezione Un Certain Regard, ed è il perché appare piuttosto evidente: sebbene manchino idee particolarmente forti ed originali (la stessa Mela da vandalizzare si rivelerà nulla più che un MacGuffin) o un intreccio degno di questo nome, il film può contare su due simpatici protagonisti (gli esordienti Tysheeb Hickson e Tashiana R. Washington) che costituiscono una coppia platonica piacevolmente fresca e spontanea, che nel finale della pellicola regala anche alcuni irresistibili attimi di tenerezza.

Recensione Gimme the Loot (2012)
Luca Liguori
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy