Benvenuti a Zombieland

2009, Commedia

Benvenuti a Sitges, l'incantevole Zombieland di Spagna

Movieplayer.it vi racconta il suo tranquillo weekend di paura spagnolo a Sitges, cittadina sulla Costa del Garraf che ha ospitato l'anteprima europea di Benvenuti a Zombieland, esilarante commedia on-the-road targata Sony con protagonista Woody Harrelson nei panni di uno zombie-Terminator destinato a lasciare il segno.

Rimane un mistero il perchè si sia scelta Sitges, paradisiaca cittadina turistica a una trentina di chilometri da Barcellona, come luogo in cui ospitare per 42 anni un festival cinematografico fanta-horror popolato di zombie, vampiri, mostri e creature delle più spaventose mai viste. Sta di fatto che la splendida perla architettonica della Catalogna, baciata dal sole, accarezzata dal vento marino e dalle onde cristalline del Mediterraneo, ha ospitato anche quest'anno per la seconda volta consecutiva quello che sembra diventato ormai un appuntamento immancabile per abitanti del luogo, turisti e addetti ai lavori: la Zombie Walk. Chiunque a Sitges nel giorno della zombie walk può diventare un morto vivente, basta infilarsi una maglietta strappata, un jeans scolorito, un vestito bizzarro, spettinarsi un po' e mettersi in coda per farsi conciare per la 'festa' dai make-up artists più bravi d'Europa, pronti a squarciare i volti degli avventori (quello della sottoscritta compreso) con buchi, ferite, lividi e morsi sanguinolenti grondanti sangue finto.

Il cast di Benvenuti a Zombieland in conferenza Festival internazionale del cinema fantastico, Sitges '09
Il tutto nel bel mezzo della manifestazione cinematografica che ha reso Sitges famosa nel mondo, il Festival Internazionale del Cinema Fantastico di Catalogna che si tiene nella località dal cielo più limpido di Spagna da ormai 42 anni. E' questo lo straordinario contesto nel mezzo del quale Sony Pictures Releasing ha deciso di organizzare l'anteprima internazionale di Benvenuti a Zombieland (in originale Zombieland), la zombie-comedy che in una sola settimana ha già incassato negli USA l'equivalente del budget stanziato per la produzione. Interpretato da un gigantesco Woody Harrelson insieme alla piccola Little Miss Sunshine Abigail Breslin al ricciolino di Adventureland Jesse Eisenberg e alla bellissima eroina anti-zombie Emma Stone. Benvenuti a Zombieland tutto sembra fuorchè un film diretto da un regista esordiente. Dietro la macchina da presa infatti, la mano sicura di Ruben Fleischer, _filmaker _proveniente dalla fabbrica di talenti di MTV che ha iniziato la sua carriera piuttosto casualmente come assistente alla regia di Miguel Arteta in Chuck & Buck e The Good Girl per poi cambiare genere e fare il grande passo verso Hollywood e gli zombie.
Logo Sitges 2009 - Festival Internacional de Cinema Fantastic de Catalunya

Invasa da cinefili, orrorofili, turisti, non-morti e giornalisti provenienti da tutto il mondo, Sitges ha ospitato per questi primi dieci giorni d'ottobre alcuni tra i più grandi nomi del cinema mondiale, da Viggo Mortensen e il suo The Road a Ivan Reitman, che ha accompagnato i suoi Ghostbusters - Acchiappafantasmi (omaggiati in modo delizioso ed estremamente cult da Fleischer nel film) durante il revival fantasy anni '80 organizzato dal festival, da Neil Marshall ad Amanda Plummer (entrambi in giuria) e ancora, nell'edizione che festeggia i trent'anni di Alien, il festival ha ospitato le proiezioni dei Director's Cut della saga a partire da quello di Ridley Scott, la Masterclass di Shinya Tsukamoto, gli omaggi a George Romero, Wes Craven, Terry Gilliam, Takashi Miike e persino uno dei giovani attori protagonisti di New Moon, il secondo capitolo della saga di Twilight.

Non c'era Woody Harrelson ma tutti gli altri attori del cast hanno partecipato all'evento di Zombieland e hanno concesso divertentissime interviste (la nostra è stata davvero uno spasso e presto potrete leggerla su queste pagine) nel bel mezzo del delirio fanta-horror che ha coinvolto tutta la città e i suoi dintorni. Una zombie-parade a dir poco inquietante quella che ne è venuta fuori a Sitges con l'occasione della presentazione di Zombieland: zombie gay (Sitges è famosa per la sua movida e per essere una località estremamente gay-friendly), drag-queens dell'orrore tra le più spaventose mai viste, militari zombie di ogni tipo e con ogni tipo di arma addosso, infermiere sexy-zombie, dottori da sala operatoria non morti e addirittura un blasfemo Gesù zombie accompagnato da una schiera di morti viventi con occhi cavati, occhi bianchi e bocche grondanti di bava finta. Insomma uno spettacolo vero per gli amanti del genere, qualcosa di davvero memorabile. Poi in tarda serata una mega festa-zombie a ritmo heavy-metal sulla spiaggia aperta a tutti dove scorrevano fiumi di alcol e di sangue finto.

Sitges 2009: Luciana Morelli si sottopone al make-up per trasformarsi in zombie

Bambini e adulti terrorizzati, bancarelle rigorosamente di genere con teste mozzate appese qua e là, locandine di film, magliette di ogni tipo, il tutto sul lungomare popolato di bagnanti ignari in preda al panico. Quale scenario migliore per la presentazione in anteprima europea di Benvenuti a Zombieland, sicuramente uno dei film più divertenti e movimentati dell'inverno cinematografico. Il film si basa sulle regole di una sorta di manuale di sopravvivenza agli zombie scritto da Columbus (Eisenberg), un ragazzo che si ritrova da solo in viaggio verso la sua casa natale dopo che un virus che ha annientato l'umanità e trasformato gli Stati Uniti d'America negli Stati Uniti di Zombieland. Sulla sua strada incontrerà due sorelle terribili e dispettose, Wichita e Little Rock (Stone e Breslin), ed un cow-boy anti zombie che risponde al nome di Tallahassee (Harrelson) e che armato fino ai denti si aggira in lungo e in largo per gli Usa a bordo di giganteschi SUV a caccia dell'ultimo dolcetto Twinkie da addentare e di teste morte da sterminare.

Un'esperienza fantasticamente pulp quella vissuta da sei giornalisti italiani (tutti tv e web) a Sitges nel weekend che ha ospitato il _press-junket _internazionale di Benvenuti a Zombieland, vissuto con trasporto e goliardia da tutti tra paella e souvenir orrorifici, bancarelle dell'orrore piene di teste mozzate, dita penzolanti, brandelli di carne finta, maschere spaventose, occhi finti di ogni tipo, fucili, coltelli, mannaie, pupazzetti, zaini, borse e magliette a tema, una zombie parade di quelle che rimarranno impresse nella memoria come lo splendido tramonto sul mare che ha fatto da scenario per questa straordinaria e singolare traversata rantolante della città. Ad impreziosire l'evento migliaia di persone giunte in loco per seguire la sfilata, centinaia di flash e telecamere a filmare, tante risate ma anche tanti pianti e urla di bambini terrorizzati.

Un primo piano di Woody Harrelson in Zombieland
Tutto questo è in linea con il film. Vibrante, grottesco, comico, graffiante, terrificante, macabro e ottimamente interpretato, Benvenuti a Zombieland diventerà sicuramente un cult per tutti gli appassionati, anche perchè è arricchito da uno dei cammeo più divertenti e bizzarri della storia di cui si è reso protagonista uno strepitoso Bill Murray. Non vi anticipiamo nulla, solo che si tratta di gag irresistibili, qualcosa di mai visto prima. L'appuntamento in sala è previsto per febbraio 2010 e sulle nostre pagine a breve con lo speciale sulle interviste al cast. Arrivederci a Sitges, arrivederci a Zombieland!

Benvenuti a Sitges, l'incantevole Zombieland di...
Privacy Policy