Arrow: Strade di fuoco, commento dell'episodio 22, stagione 2

Il primo atto del finale di stagione, con il Team Arrow in gara contro il tempo per salvare la città dalla distruzione totale.

Il plot

La città di Starling City è nel caos a causa dei super soldati creati da Slade con il Mirakuru, ma Felicity riceve buone notizie: gli STAR Lab hanno messo a punto una cura che può annullare gli effetti del siero giapponese. Lance recupera il suo status di Detectie e il suo capo gli affida in mano le operazioni, dopo aver finalmente accettato che The Arrow è l'unica salvezza per la città. Sebastian Blood realizza di aver commesso un errore fatale nel fidarsi di Slade, che non ha nessun interesse nel ricostruire Starling City, anzi, le sue intenzioni sono quelle di distruggerla. Sara è tornata per dare man forte, ma senza rinforzi, mentre Thea viene salvata da un super soldato dal ritorno improvviso di Malcolm Merlyn...

Arrow: Katie Cassidy, Emily Bett Rickards, Stephen Amell, David Ramsey nell'episodio Streets of Fire

Go save the city

L'episodio Strade di fuoco (Streets of Fire) riprende esattamente da dove avevamo lasciato la volta scorsa, con Oliver che decide di lanciare una delle sue frecce esplosive per far crollare il pavimento stradale su un gruppo di super soldati. L'effetto è garantito, ma Ollie non ha calcolato che anche lui e Laurel sarebbero rimasti travolti dalla macerie e infatti trascorriamo dieci minuti inutili ad aspettare che Laurel segua le istruzioni di Oliver per usare il suo arco e frecce - molto a proposito rimasti intrappolati con lei - e liberarsi dal tunnel in cui è rimasta isolata. Diggle intanto si sta facendo sbatacchiare di qua e di là da Isabel, che come ogni villain degno di questo nome non può fare a meno di sciorinare noiosi e prevedibili monologhi, almeno fino a quando Felicity non la mette a tacere travolgendola con il furgone. Ringraziamo gli autori per questa divertente scena presa pari pari da Wil Coyote e Road Runner. Il Team Arrow si ricompone e finalmente arriva la buona notizia sulla cura creata dallo Star Lab; ovviamente il corriere che la stava consegnando è rimasto vittima del caos scatenato in città e giace con una gamba rotta nella sua auto capovolta. A questo punto Laurel mostra tutta la maturità che ha sviluppato recentemente e incita Oliver a mettersi all'opera, levando le tende e rassicurandolo che andrà dritta al Dipartimento di Polizia da suo padre per starsene al sicuro.

Pandemonium a Starling City - rubble, ash and death

Arrow: una scena dell'episodio Streets of Fire, seconda stagione

Dire che la città è in pericolo è dire poco, dai notiziari si evince l'enormità della situazione, con centinaia di chiamate di soccorso che non sembra arrivare mai. Tutta opera di Sebastian Blood, il quale è ancora convinto - ma per poco - di avere la situazione in mano. Brusco risveglio per il Sindaco che, dopo aver assistito al brutale sterminio del suo staff e del procuratore, si rende conto di aver mal riposto la sua fiducia e che bisogna fermare Slade a qualsiasi costo. Più facile a dirsi che a farsi. Fortunatamente Sebastian ha un lampo di lucidità morale e sottrae la cura a Wilson - rubata al povero corriere dai super soldati - per consegnarla a Oliver e soci. Fantastico l'incontro tra Oliver, Diggle e Blood, con quest'ultimo che racconta dei suoi incubi infantili e di come 'non ho mai voluto fare del male a nessuno'. Oliver, e anche noi, ne ha le tasche piene e spazientito pretende la cura. Sebastian è chiaramente in preda al delirio, convinto che potrà 'ricostruire una Starling City migliore di prima'. Lo sguardo di Oliver durante il suo discorsetto è da fotografare e conservare per i posteri e nonostante le minacce di Sebastian, 'se tu parli della mia maschera io parlerò della tua', Ollie fa spallucce e lo lascia al suo destino. E che destino. Isabel ci mette meno di 30 secondi a infilzarlo come un pollo allo spiedo. Noi esultiamo come è di dovere.

That's the Canary

Sara è tornata per fortuna, ma nonostante l'abbraccio di Laurel che la chiama per nome svelando la sua identità segreta, è depressa, priva di motivazioni 'non so perchè sono tornata, non c'è più nulla per me qui'. Ma Laurel non ha smesso di dispensare buoni consigli e tirare su il morale di super eroi mascherati - potrebbe quasi farne una seconda carriera e aprire un'agenzia con Felicity - e riesce a ridare una scintilla di vita alla sua sorellina. Una volta smesso di crogiolarsi nell'auto flagellazione (Oliver è una cattiva influenza in questo senso) The Canary si lancia in un edificio in fiamme per salvare un'infante, dimostrando che anche un'individuo dal passato 'imperdonabile' può essere un eroe, se lo vuole. E' una questione di scelte.

Sull'isola - I'm discovering capacity to do many things

Anatoly è ufficialmente in gara contro Felicity per il personaggio con le migliori battute, e diciamocelo, David Nykl è davvero brillante in questo ruolo: il suo tempismo e la sua interpretazione asciutta e sottotono sono perfetti. Oliver va in missione per salvare Sara, convinto che si trovi a bordo della Amazo, ma prima di andare consiglia ad Anatoly di far saltare la nave con l'ultimo missile rimasto, se lui e Sara non sono di ritorno entro un'ora. I due si salutano con un abbraccio e con la promessa di un'amicizia 'per la vita'. In realtà Oliver ha anche un secondo scopo, e cioè tentare di recuperare Slade con la cura. Inutile dire che il suo piano fallisce miseramente.

Thea e Merlyn - You are not my father

Arrow: Willa Holland nell'episodio Streets of Fire, seconda stagione

La giovane Queen è in cattive acque, così come il resto di tutti gli altri abitanti di Starling City, ma a differenza degli altri innocenti attaccati dagli uomini in maschera, Thea viene tratta in salvo dall'arciere nero, alias Malcolm Merlyn, tornato a Starling dopo aver avuto notizia della morte di Moira - e conseguentemente libero dalla minaccia di quest'ultima di avvisare Ra's al Ghul della sua resurrezione. Malcolm cerca di rabbonire Thea, di farle comprendere che non vuole farle del male, che adesso sono soli e l'unica famiglia che resta per entrambi (a questo proposito si presume che Thea verrà a sapere di Oliver/Arrow ben presto, un'ulteriore menzogna e motivo di sfiducia nei confronti di suo fratello) in pratica, cerca di farle il lavaggio del cervello, ma Thea non ci sta e agguantata una pistola da un poliziotto morto non esita a sparare due colpi. Purtroppo non sappiamo se le pallottole sono andate a segno, ma supponiamo di no. Durante interviste con i produttori, si è vociferata la possibiltà di costruire una storyline che vede padre e figlia insieme, con Malcolm che la convince promettendole di non mentirle mai. Francamente dubitiamo della validità di questo possibile sviluppo: in quale universo alternativo Thea deciderebbe di fidarsi di Merlyn, l'artefice dell'Undertaking, colui che ha ricattato sua madre, causato la morte del suo stesso figlio e di migliaia di persone? Thea ci ha messo mesi per considerare anche soltanto l'idea di perdonare Moira, mentre lei era in prigione. Possibile che decida così su due piedi di dare una chance a un uomo che in definitiva non è mai stato nulla di più che il padre del migliore amico di suo fratello? Staremo a vedere.

Roy, la cavia umana - La scelta di Amanda

Il povero Roy rimane in coma indotto grazie al veleno della vipera tibetana, ma al momento, con la cura in mano, rappresenta anche una cavia eccellente per verificare se l'antidoto funziona o meno. Oliver è pronto con la siringa in mano, ma all'ultimo momento si tira indietro perchè non ha il cuore di usare il ragazzo come soggetto da laboratorio - lo spettro di Ivo probabilmente lo sta giudicando dall'aldilà per la pochezza della sua spina dorsale. Purtroppo la mano di Ollie è forzata da Amanda e dall'A.R.G.U.S. che stanno inviando truppe e droni con missili armati per radere al suolo la città. Ci chiediamo se Amanda non abbia uno sconto speciale su questi droni di cui è un'ardente sostenitrice: ora, inviare truppe per contenere i super soldati è effettivamente un'azione valida e comprensibile, ma bombardare una città e uccidere 576.000 innocenti è un po' troppo drastica come misura difensiva, specie considerato che l'ARGUS ha le sue colpe in questa faccenda. Dov'era Amanda mentre Slade fabbricava i suoi super soldati? Perchè hanno atteso che la situazione precipitasse così irrimediabilmente? Perchè lasciare tutto sulle spalle di 'civili'? In ultimo Oliver ha soltanto poche ore per mettere fine a questo scempio e senza esitare pianta la siringa nel corpo di Roy. Dalle immagini del prossimo episodio però, sembra chiaro che il ragazzo non perderà tutti i suoi poteri.

Whoever you love the most

Arrow: Katie Cassidy insieme a Stephen Amell in una scena dell'episodio Streets of Fire

La minaccia/promessa di Slade è di ridurre Oliver alla disperazione e Sebastian avvisa Oliver che quell'ultima 'morte' annunciata, non è la sua, bensì quella della persona che Ollie ama di più. Di chi si tratterà? Thea è, probabilmente, fuori pericolo perchè Merlyn veglia su di lei, a questo punto rimangono Felicity e Laurel e prevediamo che Wilson porrà Oliver nuovamente di fronte allo stesso dilemma, scegliere tra due amate, magari (si fa per dire...) con il twist finale di ammazzarle entrambe.

I believe in you

Felicity continua a essere il pilastro di Oliver, il suo battello di salvataggio nella tempesta; mentre lui comincia nuovamente a fare l'elenco di tutte le persone che ha deluso, di cui non ha potuto impedire la morte, Felicity lo ferma nel bel mezzo della tirata e gli ricorda invece tutti i suoi successi, tutte le volte che ha salvato qualcuno, che ha fermato qualche minaccia. Oliver, non ancora in possesso della cura, ammette di non sapere come fare per sconfiggere Slade;

non sei solo Oliver, io credo in te

gli risponde lei, rinfrancando nuovamente il suo spirito e ridandogli quel briciolo di speranza di cui ha tanto bisogno. Temiamo per la sorte della nostra IT girl, perchè è chiaro che Oliver ha un profondo legame con lei.

Note a margine

5th and Adams

Una delle strade citate nell'episodio è probabilmente un'omaggio a Neal Adams, l'artista che ha firmato il cross over Green Lantern/Green Arrow, uno dei più amati nella storia del comic.

Streets of Fire

Così come per il penultimo episodio della prima stagione, anche in questo caso il titolo arriva da una canzone di Bruce Springsteen, dall'album Born to Run, stesso in cui compare Darkness on the Edge of Town.

What's next

Lo scontro finale tra i difensori della città, con l'aggiunta di alleati arrivati all'ultimo minuto: Nyssa Raatko e Deadshot compaiono nelle foto e nel trailer per il finale di stagione, Impensabile (Unthinkable). Onestamente di Nyssa ci importa relativamente, ma il ritorno di Deadshot è motivo di giubilo perchè non saranno mai troppe le scene tra lui e Diggle. Si prevede una vera e propria battaglia tra Slade e i suoi soldati e Arrow e il suo team 'improvvisato', tra cui compare anche Roy e svariati soldati della Lega degli Assassini.

Conclusione

Strade di fuoco è un episodio di 'preparazione' e riesce benissimo a montare la scena per l'ultimo atto, ma a prescindere dal suo scopo a livello narrativo, resta comunque un installment dai ritmi serrati - tralasciando le lezioni di tiro con l'arco di Oliver - e con una buona distribuzione temporale per le varie storyline. Un'ottima preview su quello che sarà di certo un finale memorabile.

Arrow: Strade di fuoco, commento dell'episodio...
Sonja Della Ragione
Redattore
3.5 3.5
Privacy Policy