Arrow: Vedere Rosso, commento dell'episodio 20, stagione 2

La storyline di Roy è soltanto uno specchietto delle allodole per depistare il pubblico dal devastante evento principale che metterà Oliver in ginocchio al cospetto di Slade.

Il plot

In Vedere rosso (Seeing Red) Roy è in balia della furia micidiale del Mirakuru dopo che Slade l'ha usato per creare il suo esercito di supersoldati e sembra essere intenzionato ad uccidere Thea. Oliver e Sara trovano un momento per rilassarsi e trascorrere un'ora tra le lenzuola di un albergo di lusso, ma il divertimento dura poco e quello che era iniziato come un discorso di maggiore avvicinamento prende una piega completamente diversa. Moira si rende conto che se c'è una minima possibilità di riallacciare il rapporto con sua figlia è arrivata l'ora di cambiare pagina una volta e per sempre.

He looked like Roy...but he wasn't Roy - L'episodio si apre con Felicity e Diggle che tengono d'occhio Roy, che dopo aver ripreso i sensi e strapazzato il povero Dig e i computer, sparisce senza problemi. Nella nube di rabbia che lo circonda il ragazzo ha continue allucinazioni su Thea che diventa il suo principale obiettivo, in pratica uno specchio della visione di Shado che tormenta Slade da quando è stato curato con il Mirakuru sull'isola. Il titolo e il trailer ci hanno fuorviato, facendoci credere che la storyline principale sarebbe stata questa, in realtà si è trattato di un escamotage - riuscito - degli autori per sviarci. Mentre tutti si affannano per scoprire dove si trova Roy, cosa farà Roy, come fermare Roy, il nucleo centrale dell'installment è Moira, la sua relazione con i figli e il suo sacrificio ultimo.

Arrow: Stephen Amell e Susanna Thompson nell'episodio Seeing Red, seconda stagione
Either a mother or a candidate - La signora Queen accetta finalmente la realtà dei fatti, quella verità che da sempre è stata la sua nemesi: per recuperare la fiducia di sua figlia, Moira deve cambiare le sue priorità e smetterla di mentire a spada tratta. In un momento di impulsività decide di abbandonare la campagna elettorale per dedicarsi interamente a questo obiettivo. "L'anima di un genitore" è assicurare un futuro luminoso ai propri figli e al momento non c'è nulla di più importante per lei. Il flashback con Oliver e la ragazza rimasta incinta ci mostra che Moira ha sempre fatto di tutto per proteggere i suoi ragazzi, anche da loro stessi, ma forse adesso è giunto il momento di aggiungere anche il rispetto oltre all'amore ed è ora di cambiare tattica e trattare i suoi figli da persone adulte quale sono. Moira fa il primo passo in questo senso confessando ad Oliver di essere a conoscenza del suo segreto. Quel suo "I know" è incredibile perché ci mostra quanto grande è l'ammirazione per suo figlio, quanto fiera è del suo operato, della missione che Oliver si è fatto carico.

"Quando ho capito, è stata la notte in cui ho smesso di dormire", in pratica Mrs. Queen ha fatto la stessa scelta di Laurel, quella di sostenere in silenzio le azioni di Oliver senza appesantirlo di un ulteriore motivo di preoccupazione, ma per il nostro eroe, sentirsi gratificato dalle parole di lode della madre sono un balsamo, un incentivo per andare avanti, perché in questo momento Oliver si trova in piena crisi, con Slade che continua a batterlo facilmente ad ogni mossa e Roy a piede libero puntato su Thea come una testata atomica. Dopo questo primo timido assaggio di verità, Moira decide di parlare francamente anche a Thea in merito all'argomento che è stato il punto di rottura per loro, Malcolm Merlyn. Ovviamente proprio nell'attimo in cui decide di voltare pagina e svelare la verità sul fatto che il suo papà biologico è ancora vivo e vegeto (un'informazione che è preziosa anche per Arrow ovviamente) arriva il colpo magistrale di Slade, che ancora una volta infligge una ferita mortale.

Arrow: Willa Holland e Colton Haynes nell'episodio Seeing Red, della seconda stagione
Choose - Slade è agli ultimi tocchi del suo piano di vendetta e ricreare lo scenario da incubo che Ivo presentò a Oliver sull'isola è allo stesso tempo una punizione micidiale per l'oggetto della sua ira e il sintomo del suo completo distacco dalla realtà. L'ex agente è costretto in un loop vizioso e malsano fomentato dal dolore e dal Mirakuru e l'unico modo per porre un termine a questa tragica ossessione è arrivare all'atto conclusivo (ne parleremo in seguito). La scena è angosciante, con Thea che singhiozza, terrorizzata e confusa e Moira che comprende, vagamente e con orrore, che Slade è stato sull'isola con suo figlio e che c'è molto altro che Oliver ha tenuto nascosto del suo passato da naufrago. Nonostante la drammaticità dell'evento, c'è un attimo di trionfo per Oliver, una sorta di riscatto: messo, per l'ennesima volta, di fronte alle accuse di Slade, di aver scelto Sara al posto di Shado - qualcosa di cui lui stesso si è accusato per anni - Oliver finalmente esplode e urla che non è andata così, che lui non ha mai veramente scelto tra le due. Era una situazione impossibile, un crudele trabocchetto dove vincere non è un'opzione per le vittime. Purtroppo Slade è completamente psicotico e non c'è modo di ragionare con lui e questo ci porta al culmine dell'episodio.

True courage - Moira dimostra ancora una volta di essere pronta a tutto per difendere i suoi figli e lo fa sacrificandosi, distogliendo l'attenzione di Slade da Oliver, 'salvandolo' dalla scelta impossibile scegliendo al posto suo. La follia di Wilson è galoppante a dir poco e nella sua visione distorta della realtà, proclama ammirazione per il coraggio di Moira, deprecando il fatto che Oliver non ha ereditato questa qualità materna, e invece di ucciderla con un colpo di pistola le regala una morte da guerriero samurai, con la katana che porta sempre con sé. Slade si dilegua nella notte con un'ultima minaccia "c'è ancora un'altra persona che deve morire", lasciando Thea in lacrime sul corpo di sua madre e Oliver in stato di shock.

Arrow: Stephen Amell con Caity Lotz nell'episodio Seeing Red, seconda stagione
Oliver e Sara - partiamo con i due in tenera intimità, con Oliver che parla addirittura di prendere un appartamento insieme, ma durante il corso dell'episodio la situazione degenera velocemente. Sara è pronta a uccidere Roy senza pensarci due volte - specie dopo che lui ha aggredito Sin - e questo le fa capire che tra lei ed Oliver c'è una differenza profonda: mentre lui ha ancora una 'luce' dentro, Sara ormai conosce solo l'oscurità e piuttosto che trascinare Ollie a fondo con lei decide di lasciarlo andare. La vediamo che dice addio a Sin mentre va a parlare con 'un vecchio amico'.

Note a margine

In riferimento a "Oliver Junior", il produttore Andrew Kreisberg ha assicurato che è qualcosa su cui ritorneranno nella terza stagione. In molti stanno già speculando sulla possibilità che si tratti di Connor Hawke, che nell'universo di Green Arrow della DC Comics, è stato creato da Kelley Puckett e Jim Aparo ed è il figlio di Oliver Queen e della sua ex fidanzata, Sandra "Moonday" Hawke. Nel corso del tempo Connor prende in mano il 'business di famiglia'.

What's next

Prossimo obiettivo - Slade ha promesso ad Oliver che non lo ucciderà fino a quando non avrà conosciuto la disperazione più totale e nella sua ultima uscita di scena ha annunciato un'altra morte da segnare sul suo tabellone. Si tratta di Sara? Potrebbe essere, visto e considerato che Wilson la considera parimenti responsabile per la morte di Shado. Ma se Slade è almeno la metà dello stratega che ha dimostrato di essere, noi puntiamo i nostri soldi su Felicity. Certo, Sara e Oliver sono legati a doppio filo, hanno attraversato l'inferno insieme e non esiterebbero a morire per salvarsi a vicenda, ma Felicity rappresenta per Oliver una sorta di oasi nel caos della sua vita, una specie di secuirty blanket per la sua sanità mentale. I suoi costanti incoraggiamenti, l'incrollabile fiducia che Felicity ha in Oliver ne fanno un elemento fondamentale per lui.

L'ultimo atto - Dal trailer del prossimo episodio, Per il bene altrui (City of Blood) sembra che Oliver abbia deciso di darsi per vinto in qualche modo. Forse che abbia deciso di consegnarsi a Wilson per salvare il destino dei suoi cari? Se è questo il caso dubitiamo che Slade accetterà l'offerta tanto facilmente. Quale che sia la decisione di Oliver, Dig e Felicity non sono d'accordo e si rivolgono a una terza persona per "ritrovare Oliver Queen". Che si tratti dell'amico menzionato da Sara?

Arrow: Emily Bett Rickards nell'episodio Seeing Red, seconda stagione
A chi tocca? - Ci aspettiamo sicuramente un ulteriore sacrificio per il finale e, ci dispiace dirlo, la candidata principale è Sara. Roy sarebbe potuto morire già svariate volte, ma è ancora in vita (per quanto tempo potrà rimanere sotto l'influsso del veleno della vipera tibetana? Bisogna che la cura sia messa a punto al più presto). Uccidere Thea non avrebbe molto senso, Felicity è intoccabile, per motivi disparati, ma soprattutto perchè è la favorita dei fan e farla fuori sarebbe abbastanza illogico. Laurel? Forse, ma Katie Cassidy è una regular e rimarrà comunque uno, se non il principale, interesse romantico di Oliver.

Le domande di Thea - Dopo quanto accaduto ci aspettiamo che la giovane Queen cominci a tartassare suo fratello per sapere cosa diavolo è successo su quell'isola, visto che è costato la vita di sua madre. Vogliamo vedere lo stesso acciaio di Moira in Thea, vogliamo che smetta di piangere e pretenda di conoscere la verità dei fatti. Speedy ha ragione, le menzogne non l'hanno protetta affatto, anzi, ed è ora di gettare luce sugli angoli bui.

Malcolm Merlyn - è stato citato da Moira prima dell'incidente e John Barrowman è stato avvistato sul set di Arrow agli inizi di Aprile, ma non ci sono conferme su un suo ritorno per il finale. Noi speriamo che Malcolm ritorni e accendiamo una candela per una scena tra lui e Slade.

Trailer - Arrow 2x21 City of Blood

Arrow: Vedere Rosso, commento dell'episodio 20,...
Privacy Policy