Tv, i film della settimana: Allacciate le cinture perché si corre con Need for Speed su Sky

La pellicola di Ferzan Ozpetek apre la settimana di Sky che sarà impreziosita da altre prime visioni come quella ispirata all'omonimo videogioco. Vi segnaliamo anche Non dico altro e Un castello in Italia.

Tv, i film della settimana: Allacciate le...
Allacciate le cinture: Kasia Smutniak, Carolina Crescentini e Filippo Scicchitano in una foto promozionale

Prosegue la marcia di avvicinamento, seppur molto difficoltosa, alla primavera con una serie di film che in qualche modo inneggiano al potere energetico dell'amore, sia esso tormentato come quello raccontato da Ozpetek in Allacciate le cinture o goffo e simpatico come il sentimento che riempie la vita dei due protagonisti di Non dico altro, entrambi di scena su Sky Cinema 1, nella settimana compresa tra domenica 8 e sabato 14 marzo Vi basterà leggere la nostra guida TV quotidiana, per avere tutti i dettagli sugli orari della messa in onda di film e serie televisive. E di seguito troverete tutto quello che vi serve per programmare le vostre serate sul divano.

Allacciate le cinture

Nessuno come Ferzan Ozpetek sa solleticare il pubblico italiano con storie accattivanti e curiose. Per gli appassionati del suo cinema, si tratta di film emozionanti e coinvolgenti. Chi invece odia un certo genere di trame e di personaggi sopra le righe farebbe volentieri a meno delle pellicole del regista italo turco. Allacciate le cinture racconta la storia di una donna che deve confrontarsi con una malattia grave, così annichilente da mettere in discussione il rapporto d'amore con il compagno, un uomo di estrazione sociale completamente diversa dalla sua a cui la lega un amore totalizzante.

Nel cast, Kasia Smutniak, Francesco Arca, Paola Minaccioni e Elena Sofia Ricci.

Domenica 8 marzo, su Sky Cinema 1 (21:10). Prima visione televisiva.

Leggi anche: Il nostro incontro con cast e regista

Need for Speed

E' piuttosto curioso che un film che inneggia alla velocità arrivi dopo il consiglio di Allacciare le cinture, ma i palinsesti seguono vie misteriose. Eccoci quindi a parlarvi della pellicola con Aaron Paul, ispirata dall'omonimo videogioco, un classico del genere "mi vendico contro chi mi ha tradito e mandato in galera".

Lunedì 9 marzo, su Sky Cinema 1 (21:10). Prima visione televisiva.

Un castello in Italia

Valeria Bruni Tedeschi è un'attrice molto amata dai registi e col tempo è diventata a sua volta un'autrice molto originale, con uno stile e una poetica riconoscibilissimi. Un castello in Italia racconta in maniera leggera e ironica parte della sua vita, dal rapporto con una madre ingombrante (interpretata da Marisa Borini, la sua vera mamma), con una figura paterna mitica e con un fratello malato a cui la univa un sentimento di affetto vero. In tutto questo, c'è anche il rapporto con un uomo (il vero ex compagno dell'attrice, Louis Garrel) con cui tenta disperatamente di avere un figlio.

Lunedi 9 marzo, su Sky Cinema Cult (21:00). Prima visione televisiva.

Leggi anche: Valeria Bruni Tedeschi e il suo Castello in Italia

Non dico altro

La sindrome da TripAdvisor è quella particolare patologia che ti impedisce di assecondare una naturale curiosità verso un uomo, in mancanza di una particolareggiata descrizione dei suoi pregi e difetti. E' purtroppo la malattia che affligge la solare Eva, massaggiatrice shiatsu divorziata che si innamora di un Albert e scopre, attraverso i giudizi non lusinghieri della di lui ex moglie, Marianne, cliente di Eva, di essersi invaghita di un signore problematico e per niente affettivo. E' ovviamente una verità parziale, ma tanto basta a Nicole Holofcener per imbastire una commedia sentimentale leggera ma spiritosa, con una coppia di interpreti deliziosi, Julia Louis-Dreyfus e James Gandolfini, in una delle sue ultime interpretazioni.

Contenuto pubblicitario

Mercoledì 11 marzo, su Sky Cinema 1 (21:10). Prima visione televisiva.

Leggi anche: Quando il cinema riporta in vita i suoi eroi

Supercondriaco - Ridere fa bene alla salute

In principio fu il malato immaginario di Molière, secoli dopo tocca a Dany Boon, principe francese della risata, riportare in auge le terrificanti avventure di un uomo disperatamente bloccato dalla paura delle malattie, talmente fastidioso da rovinare la vita al suo medico curante. Soprattutto quando si innamora della sorella del professionista.

Venerdì 13 marzo, su Sky Cinema 1 (21:10). Prima visione televisiva.

Leggi anche: I dieci fenomeni francesi al botteghino

Dark Skies - Oscure Presenze

Non è venerdì 13 senza un bell'horror. Non sappiamo se il film in questione risponda in pieno alla richiesta, tuttavia Dark Skies - Oscure presenze ha un paio di motivi di interesse. Il primo la presenza di Keri Russell nei panni di una madre che fa di tutto per proteggere i suoi figli dalle presenze demoniache che infestano la propria casa. Il secondo... beh si può vedere per passare una serata in assoluto relax.

Venerdì 13 marzo, su Sky Cinema Max (21:10). Prima visione televisiva.

In the mood for movies

Cosa volete, cosa vi manca, cosa chiedete a questa settimana? Noi proviamo a soddisfare i vostri desideri. Ma non approfittatene...

Lunedì 9 marzo

Sì, Tommy, in onda su Sky Arte alle 23:15 è un appuntamento imperdibile per tutti gli appassionati di musica rock. L'adattamento firmato da Ken Russell dell'opera degli Who è una di quelle cose che non si possono ignorare, quindi non fatelo. E poi, non siete un po' curiosi a sentire la descrizione di Pete Townshend?

So che non mi crederà nessuno, ma io sto davvero pensando di scrivere un'opera rock che abbia per protagonista un giocatore di flipper sordo, muto e cieco

Mercoledì 11 marzo

Opera tra le più imponenti di Clint Eastwood, Mystic River è la proposta di Iris per una prima serata all'insegna delle emozioni forti. A Boston tre ragazzini crescono uniti e solidali, ma quando un uomo abusa di uno di loro, il gruppo si disgrega. 25 anni dopo a riunirli sarà la morte della figlia del carismatico Jimmy.

Giovedì 12 marzo

A tutti gli amanti di Roberto Benigni, Rai3 dedica un appuntamento speciale con Il mostro, forse una delle pellicole più riuscite dell'attore regista toscano, placido omino che viene scambiato per un efferato omicida. Con conseguenze immaginabili.

Roberto Benigni in una sequenza di La tigre e la neve

A tutti i lettori!

Movieplayer.it si rammarica per i cambiamenti improvvisi negli orari e nei giorni di messa in onda di programmi e film. Si tratta di variazioni nei palinsesti di cui non siamo responsabili.

Privacy Policy