Alexander - The Ultimate Cut: la nostra recensione del blu-ray

Edizione sontuosa in alta definizione a due dischi per il kolossal di Oliver Stone, proposto anche in una versione inedita lunga 206 minuti. Straordinario il reparto degli extra con oltre tre ore di contributi.

Sono pochi i film così tormentati come Alexander, sui quali il regista ha messo mano più e più volte, alla ricerca di una versione finalmente appagante. In occasione del suo decennale, il kolossal di Oliver Stone che ripercorre le avventure e le molteplici vittorie di Alessandro Magno (interpretato da Colin Farrell) è uscito ora in blu-ray con un'ulteriore versione, denominata The Ultimate Cut, lunga ben 206 minuti, quindi mezz'ora in più di quella cinematografica (comunque presente nell'edizione e per la prima volta in alta definizione sul mercato italiano), con materiale inedito ma anche un lavoro di rimontaggio: questa versione, bene chiarirlo subito, è presente solamente in lingua inglese, comunque con regolari sottotitoli, mentre quella cinematografica ha ovviamente anche l'audio italiano.

In ogni caso l'edizione a due dischi permette di apprezzare nella maniera migliore la storia di Alessandro Magno, che insieme al generale Tolomeo e tutta la truppa, esce indenne da ogni battaglia riuscendo a conquistare quasi l'intero mondo allora conosciuto. Visionario, esploratore, sognatore, Alessandro fu anche un figlio tenero, dilaniato dall'amore ardente e dall'ambizione di sua madre (Angelina Jolie), nonchè dal bisogno disperato dell'approvazione del padre (Val Kilmer). Nel cast anche Jared Leto, Anthony Hopkins, Rosario Dawson e Jonathan Rhys Meyers.

Video ottimo e gran dettaglio, solo pochi difetti

Rosario Dawson e Colin Farrell in una scena di Alexander

Questa edizione di Alexander, targata Warner Bros, è davvero sontuosa, sia tecnicamente sia per la quantità di extra. Il primo disco come detto contiene la versione cinematografica ed è davvero un bel vedere: il dettaglio è mediamente molto elevato, anche se va scontato qualche momento più morbido dovuto soprattutto al girato. Comunque il quadro è ricco di particolari su tutti gli elementi, non solo sui volti e nelle ambientazioni, ma anche durante i momenti concitati delle battaglie. La sensazione di profondità è notevole, il croma molto brillante, vivido e naturale, soprattutto rispettoso della fotografia di Rodrigo Prieto e pronto anche a mutare nel finale con l'evolversi dello stato mentale dello stesso protagonista. Il nero da parte sua è compatto e solido, ma non affoga mai i dettagli circostanti che restano sempre ben percepibili. Il tutto è valorizzato da un contrasto calibrato in maniera ottimale e da una piacevole grana molto leggera e tutta naturale. Unico rilievo la comparsa di leggeri segnali da compressione: causa la lunghezza del film e gli extra presenti, il bit-rate infatti è basso e pur non essendoci problemi molto evidenti, qualche sbavatura affiora.
Nella versione The Ultimate Cut, più lunga e con un bit-rate ancora minore, il problema della compressione si amplifica e nei momenti più critici diventa un po' più evidente, con la comparsa di qualche microblocking di troppo. In ogni caso i difetti sono rari e anche questa versione conserva tutti gli elementi positivi vitati per quella precedente, dal croma, al dettaglio, alla profondità.

Angelina Jolie e Colin Farrell in una scena di Alexander

Audio coinvolgente, ma che differenza con il lossless inglese

Locandina italiana di Alexander
Totale 8
Video 8
Audio 7.5
Extra 9

Come già detto, l'audio italiano si trova solamente nella versione cinematografica: si tratta di un dolby digital 5.1 che risulta anche di buon livello e molto coinvolgente, ma che giocoforza sfigura con lo DTS HD Master Audio inglese che è di ben altra categoria. Ribadiamo che l'ascolto in italiano risulta comunque piacevole, l'asse posteriore è molto attivo, direzionalità e separazione dei canali sono efficaci, come del resto i dialoghi sono caratterizzati da una grande pulizia. Il problema, come spesso capita in questi casi, è che switchando sulla traccia inglese la differenza è enorme. E si avverte soprattutto nelle scene più movimentate di battaglia, nelle quali l'impatto generale è molto potente e soprattutto la dinamica e gli interventi del sub sono decisamente di un'altra portata.

Extra eccezionali con oltre tre ore di contributi

Colin Farrell in una scena di Alexander

Eccezionale il reparto dei contenuti speciali, che è diviso fra due dischi e oltre ai commenti audio delle due versioni (che però sono senza sottotitoli), contiene oltre tre ore di contributi, tutti regolarmente sottotitolati. Il primo disco, oltre alla versione cinematografica del film, contiene un lungo documentario ricco di momenti sul set, curiosità, dietro le quinte e tante interviste, diviso in tre parti: La resurrezione di Alessandro (27 minuti), La perfezione è nemica di Dio (29') e La morte di Alessandro (31'). Poi troviamo ancora i trailer e una featurette sulla colonna sonora dei Vangelis (4' e mezzo). Nel secondo disco altri due corposi contributi. Innanzitutto troviamo il documentario Una lotta contro il tempo, che dura addirittura 76 minuti ed è stato realizzato da Sean Stone, il figlio del regista Oliver: un ottimo dietro le quinte per seguire dall'interno la realizzazione e tutti gli sforzi fatti per girare il film, con molte confessioni personale. E poi l'unico vero contributo inedito, che non a caso è il solo in HD: Il vero Alexander e il mondo che ha creato: si tratta di un documentario di 30 minuti con molte interviste a vari storici sulla figura di Alessandro Magno, la sua vita e le sue conquiste.

Alexander - The Ultimate Cut: la nostra...
Privacy Policy