Agents of S.H.I.E.L.D.: Commento all'episodio 2x09, Ye who enter here

La corsa alla risoluzione del mistero del Divinatore tra lo SHIELD e l'Hydra è a un punto chiave. Coulson e Skye hanno trovato l'ingresso alla città aliena, ma Whitehall, ben lontano dal darsi per vinto, decide di rimettere in gioco la ragazza con il vestito a fiori. Ma con chi deciderà di schierarsi Raina?

IL PLOT

Agents of S.H.I.E.L.D.

2013 - .... – Azione
3.6 3.6

Grazie al successo nella missione precedente, Coulson è finalmente in grado di anticipare l'Hydra e recarsi a Puerto Rico, dove dovrebbe essere possibile accedere alla misteriosa città aliena grazie a un passaggio sotterraneo. Prima di procedere, però, lo SHIELD deve intervenire per impedire che l'Hydra ricatturi Raina, la donna con il vestito a fiori che sembra aver legato il suo destino a quell'Obelisco. Saranno Skye, May, Hunter e gli agenti Koenig a occuparsi di Raina, ma per farlo dovranno vedersela con l'Agente 33, ormai costretta a indossare permanentemente la maschera hight-tech di Melinda May, deturpata da un'orrenda cicatrice.

Mentre lo scontro con l'Hydra non conosce soste, Fitz e Simmons devono risolvere i problemi che continuano a tenerli lontani l'una dall'altro. Ma la situazione è purtroppo molto complessa, e il fatto che Simmons sia sempre più attratta da Trip non aiuta di certo. Dopo aver scoperto che l'Obelisco è ora nelle mani dell'Hydra, Raina decide fare la sua mossa, coinvolgendo anche Skye nel suo piano, che prevede l'assalto al Bus SHIELD da parte dell'Hydra, capitanata proprio da Grant Ward. Nel frattempo, a Porto Rico, Coulson, Bobbi Morse, Fitz-Simmons e Mack sono sul punto di entrare nella cittadella. Ma gli alieni non sembrano gradire visite indesiderate e uno degli agenti rischierà di perdere la vita... o peggio.

Agents of S.H.I.E.L.D.: Clark Gregg, B.J. Britt e Adrianne Palicki in Ye Who Enter Here

COSA CI È PIACIUTO

Agents of S.H.I.E.L.D.: Patton Oswalt interpreta Billy Koenig in Ye Who Enter Here

- Kree: ok, signori, è ufficiale: alla divisione Marvel Cinematic lavorano dei geni. Con l'ufficializzazione dell'identità degli "angeli blu dal cielo", Agents of SHIELD entra a tutta forza nella nuova fase narrativa dell'universo supereroistico. Il viatico per il film sugli Inumani è aperto!

- Koenigs: già un solo Patton Oswalt è un'esilarante e benvenuta aggiunta alle dinamiche tra i personaggi. Due significano semplicemente doppio divertimento. E potrebbero anche essere tredici.

- Mays: due! Ora ce ne sono due! Geek-entusiasmo a parte, è molto carina la trovata di aumentare lo screen-time di badass-May in una classica versione da "doppio malvagio fumettistico".

- Fitz-Simmons: una dinamica di coppia complessa, sofferenza e disagio a palate e c'è anche il "terzo incomodo". Fino a ora il tutto regge bene, anche e soprattutto grazie al sempre adorabile Fitz. Certo: il rischio "deriva alla Beautiful" è dietro l'angolo.

COSA NON CI È PIACIUTO

Agents of S.H.I.E.L.D.: Ming-Na Wen e Chloe Bennet in Ye Who Enter Here

- Rollercoaster: la puntata inizia molto bene, ha un calo piuttosto vistoso nella parte centrale (nonostante un bello scontro fisico tra Skye e l'Agente 33) e si riprende nelle battute finali, con un ottimo cliffhanger per prepararci al cataclismatico midseason finale. Ma la scrittura resta discontinua e questi continui alti-bassi tra momenti di alta tensione e dialoghi prolissi spezzano troppo il ritmo.

- She's an actress? Really?: non ce ne vogliano i fan della graziosissima Chloe Bennet, ma la ragazza proprio non riesce a bucare lo schermo, soprattutto nei momenti in cui dovrebbe trasmettere panico o disperazione.

TRIVIA

Atlantide esiste effettivamente, nell'Universo Marvel, ed è la patria di uno dei più famosi e amati anti-eroi dei fumetti: il collerico e orgoglioso Namor. Dotato di poteri prodigiosi (superforza, invulnerabilità, volo, oltre all'ovvia capacità di muoversi e respirare sott'acqua), il Principe di Atlantide è attivo sulle pagine dei fumetti fin dalla Seconda Guerra Mondiale, in cui ha valorosamente combattuto contro i nazisti al fianco di Capitan America e dell'originale Torcia Umana, un potentissimo androide senziente costruito dal geniale Professor Horton. Dal carattere impetuoso e carismatico, Namor si è sempre battuto per la difesa del suo popolo e del mondo sottomarino, ponendosi spesso e volentieri in aperto conflitto con gli abitanti del "mondo di superficie", da lui considerati poco più che esseri rozzi e indegni. Per quanto nobile di spirito e valoroso, quindi, Namor si è visto schierato dalla parte dei "super-cattivi", scontrandosi in particolare con i Fantastici Quattro (e intrecciando un "interessante" rapporto di attrazione reciproca con Susan "Donna Invisibile" Storm). Ultimamente la vera natura del super-eroe atlantideo è venuta alla luce: Namor, infatti, fa parte della razza dei mutanti.

Agents of S.H.I.E.L.D.: l'attrice Ming-Na Wen in una scena dell'episodio Ye Who Enter Here

WHAT'S NEXT

Dopo la pausa del Ringraziamento, gli Agenti tornano e convincono, riportando su l'indicatore dello share. Il midseason finale è alle porte e c'è da scommettere che anche questa volta fioccheranno rivelazioni, colpi di scena (e qualche prematura dipartita, con ogni probabilità). La scelta di legare a doppio filo la storyline del nuovo SHIELD alla ricerca delle vestigia Kree (e quindi, come ben sa ogni Marvel-fan che si rispetti, agli Inumani) è una mossa rischiosa, dato che il gruppo di super-esseri capeggiati da Black Bolt è poco conosciuto al di fuori dell'ambito fumettistico, ma abbiamo già visto con i superlativi Guardiani della Galassia che questo è un rischio calcolato, per la Marvel. Aspettiamo fiduciosi.

Agents of S.H.I.E.L.D.: Commento all'episodio...
Massimiliano Ciotola
Redattore
4.0 4.0
Privacy Policy