Agents of S.H.I.E.L.D.: commento all'episodio 1x21, Ragtag

Couslon e May si infiltrano in una base nemica per tentare di recuperare indizi per rintracciare gli uomini dell'HYDRA, ma il piano di Garrett procede sempre più rapidamente e ormai sembra che nulla possa impedirgli di raggiungere il suo scopo... tranne il progressivo deterioramento del proprio organismo.

Il plot

Anche se Coulson sta stringendo il cerchio intorno all'ex compagno d'armi Garrett, il vantaggio della spia HYDRA sembra essere incolmabile. Dopo essersi appropriato delle armi segrete tenute sotto chiave dallo SHIELD e grazie alle straordinarie capacità di Deathlock, Garrett è ora pronto al passo finale: sfruttare le miracolose proprietà del GH-325, il farmaco rigenerante di origine aliena, per creare un esercito di super-soldati. Ma il suo vero obiettivo è curare il proprio corpo: mortalmente ferito durante una missione, infatti, Garrett è il primo soggetto del progetto Deathlock e sopravvive, a stento, solo grazie alle protesi cibernetiche impiantate nel proprio corpo. Coulson scopre le condizioni della sua nemesi dopo un'infiltrazione in una sede della Cybertek e, a quel punto, resta solo raggiungere la base operativa HYDRA a Cuba e chiudere i conti una volta per tutte. Qui, però, le cose non vanno per il verso giusto: Coulson, Skye, May e Triplette finiscono circondati da un gruppo di super-soldati Centipede, mentre Fitz e Simmons vengono catturati da Ward e condotti al cospetto di Garrett, che ordina la loro morte, ma non prima che Fitz riesca ad assestare un colpo letale al suo odiato avversario.

Cosa ci è piaciuto

Agents of S.H.I.E.L.D.: Ming-Na Wen, Clark Gregg in Ragtag
- Hate-Fu: bel confronto tra Skye e May con un dialogo che, per una volta, non viene penalizzato da una recitazione monocorde.

Large file transfer: poco altro da aggiungere. Sia il travestimento di Coulson e May che l'uscita rocambolesca dagli uffici Cybertek, per quanto fossero poco più che espedienti narrativi, funzionano a dovere e il tono "fumettoso" da action comedy della puntata ne giova parecchio.

Fitz: possiamo dirlo che, ormai alla dirittura d'arrivo, questo tenero geek, geniale ed imbranato, incrollabilmente attaccato a ciò che gli è caro e dotato di un lato oscuro sorprendente si è meritato il gradino più alto del podio dei best characters di questa serie? Sì, possiamo.

Nota di merito: la valigetta con gli spy-gadget e i memorabilia degli Howling Commandos e l'espressione impagabile di Coulson quando si trova tra le mani "the original hand-held hypno-beam". Per una volta sono riusciti a raggiungere quel perfetto equilibrio tra comedy e spy story che, probabilmente, poteva essere una delle carte vincenti dello show. "Watch out, Hydra: here we come!"

Cosa non ci ha convinto

Oh, no: flashback! Se la parte della preparazione allo scontro finale tra i gruppi di Coulson e Garrett funziona tutto sommato abbastanza bene, non si può certo dire lo stesso del lungo, tedioso e abbastanza inutile flashback rivelatore del passato di ward. Neanche il finale -fortunatamente un po' meno "consolatorio" di quanto si poteva temere- basta a giustificare l'inutile perdita di ritmo e tensione narrativa. Come già detto: una redenzione "in extremis" di Ward sarebbe la cosa peggiore che possa accadere, a questo punto.

Note a margine

Agents of S.H.I.E.L.D.: Ming-Na Wen e Clark Gregg in una scena di Ragtag
Flowers: con ogni probabilità Raina, la misteriosa donna con il vestito a fiori, ha appena dato il via al tema della -speriamo presto confermata- seconda stagione: chi è davvero Skye?

Trivia of the week: eh no. Niente da segnalare per questa puntata. Capita (c'è una prima volta per tutto).

What's Next

Ancora un piccolo calo nei ratings. Tuttavia lo show porta a casa un importante risultato, dato che ha conquistato il primato dello show più visto nel suo slot per tutte le 21 puntate viste fino ad ora. Il prossimo episodio sarà il season finale, e speriamo nell'arrivo di una speciale guest-star "dall'oltretomba" e in una sceneggiatura solida che dia il giusto ritmo agli eventi. Le possibilità ci sono tutte: dobbiamo solo attendere fiduciosi.

Agents of S.H.I.E.L.D.: commento all'episodio...
Massimiliano Ciotola
Redattore
3.0 3.0
Privacy Policy